Al circo gli animali soffrono!

Al circo gli animali soffrono!

Scegli di non sostenere i circhi che sfruttano animali!



"Il più brutto spettacolo del mondo": così si intitola uno studio molto dettagliato sui circhi con animali, eseguito in Inghilterra qualche anno fa dall'associazione "Animal Defenders". I risultati dello studio, assieme alle decine di ore di filmati girati di nascosto da ispettori che si erano fatti assumere come inservienti in vari circhi, ha portato varie istituzioni pubbliche e private, compreso il National Geographic, a denunciare la violenza insita nell'uso di animali dei circhi.

Per stravolgere completamente l'istinto di un animale, è necessario ricorrere alla violenza, non ci sono altri modi: solo attraverso il terrore è possibile costringere gli animali a fare cose innaturali e dolorose. Liana Orfei, in un suo libro, spiega che per insegnare alle tigri a salire sugli sgabelli, si usano la fame e le botte: "... poi ricomincia la storia con la carne finchè la belva si rende conto che se va su riceve dieci dodici pezzettini di carne, se va giù la picchiano, e allora va su".

Ma la cosa più terribile è la prigionia continua: in gabbia, o incatenati (come nel caso degli elefanti), questi animali impazziscono di tristezza, noia e disperazione. Provate a pensare cosa fareste voi se foste costretti a vivere per sempre in gabbia! E per gli animali è ancora peggio, perchè sono fatti per vivere liberi nella loro terra d'origine! Non hanno commesso alcun crimine che giustifichi la loro prigionia a vita, il loro maltrattamento e la loro umiliazione attraverso gli spettacoli.

Secondo lo studio compiuto dagli ispettori di Animal Defenders, le tigri vivono in gabbie sistemate sul retro di un camion mediamente di 12 metri di lunghezza per due metri e mezzo di larghezza e due metri e mezzo di altezza. Hanno l'aspetto dei containers utilizzati per le spedizioni che si vedono nei cantieri navali. Lo studio mostra che le tigri trascorrono dal 75% al 99% della loro vita in questi minuscoli vagoni.

Le aree o le gabbie per gli esercizi possono essere utilizzate se c'è posto e tempo a sufficienza. In realtà, le "gabbie per gli esercizi" generalmente sono molto più piccole di ciò che l'espressione potrebbe suggerire. E così è per tutti gli altri animali, per gli elefanti le condizioni sono ancora peggiori.

Questi animali spesso impazziscono, ripetono sempre gli stessi movimenti (girare in tondo, dondolare la testa), segno evidente del disagio fisico e psicologico.

Alcuni circhi in tutto il mondo hanno scelto di non utilizzare più gli animali, valorizzando al meglio la bravura di giocolieri, trapezisti, clown, comici, mimi, contorsionisti. Il circo senza animali è la direzione da seguire, l'unica in sintonia con una società che si autodefinisce civile.

Ciascuno di noi può scegliere se sostenere la violenza, o porvi fine. Ciascuno può scegliere se insegnare ai propri figli a ridere di un povero animale imprigionato, o a rispettare chi non si può difendere. Se nessuno frequenterà i circhi con animali, il circo diventerà davvero il più bello spettacolo del mondo, come è già ora per il Circo Contemporaneo, fatto solo di artisti umani, che riscuote un enorme successo in Italia e in tutto il mondo.

Infatti questo è l'unico circo che vive coi frutti del proprio lavoro: non ha sovvenzioni statali, mentre i circhi con animali sopravvivono solo grazie ai soldi delle nostre tasse, usati per finanziare le generose sovvenzioni che lo Stato concede loro.

COSA PUOI FARE TU

  • - Non andare a vedere spettacoli circensi con animali

  • - Se un circo arriva nella tua città, vai con un gruppo di amici (bastano anche solo 4-5 persone) a distribuire volantini al pubblico, prima che compri il biglietto.

  • - Quando una TV trasmette uno spettacolo circense con animali, scrivi alla redazione per protestare.

Per saperne di più:

Per vedere il video di Animal Defenders (in inglese, ma le immagini parlano da sole): http://www.youtube.com/watch?v=ZVsuGOpvUxc

Maggiori informazioni sui circhi con animali, e dossier completo di Animal Defenders, tradotto in italiano: http://www.tradizioniviolente.org/

Elenco delle campagne.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!