AIRC e sperimentazione animale.

Stai visualizzando una notizia archiviata. Eventuali date presenti in questa pagina possono far riferimento ad anni passati. Per le notizie correnti vai all'Home Page.

Quella che segue è la nostra posizione nei riguardi dell'imminente raccolta fondi dell'AIRC (Associazione Italiana Ricerca sul Cancro), che Domenica 8 maggio sarà nelle piazze italiane a vendere le sue azalee.

Cosa vi chiediamo.

Vi chiediamo di tener presente che acquistando le azalee vendute dall'AIRC per raccogliere fondi e, più in generale, finanziando tale associazione, parte dei vostri soldi andranno a finanziare la sperimentazione animale. Vi invitiamo perciò, se come noi e come la maggioranza degli italiani siete contrari a tale pratica, a considerare l'idea di indirizzare la vostra generosità ad associazioni che non finanzino la vivisezione.

Perchè ve lo chiediamo.

L'AIRC finanzia la sperimentazione animale: questa è una pratica crudele e giudicata da illustri scienziati e premi nobel assolutamente inutile. Donando la stessa somma ad associazioni che non finanziano la sperimentazione animale otterrete il duplice risultato di non contribuire all'uccisione di esseri viventi e di non finanziare dei metodi di ricerca inutili per i malati.

L'inutilità della sperimentazione animale.

Indurre artificialmente dei tumori in animali di altre specie e testare su di essi farmaci e cure fornisce risultati applicabili solo a tali specie, e non agli uomini. Per fare un esempio banale, topi e ratti non dimostrano alcuna correlazione tra fumo e tumori, mentre noi sappiamo che non è così. Per 20 anni si è detto che il fumo non fosse dannoso, sulla base di tali studi. Semplicemente, un topo, un cane, un gatto, un essere umano, sono diversi e presentano reazioni completamente diverse.

Approfondimenti:

La crudeltà della sperimentazione animale.

Animali perfettamente sani vengono tenuti in gabbia, poi fatti ammalare artificialmente e sottoposti a ogni sorta di esperimento. Se ve la sentite guardate questo sito: Mostra fotografica sulla vivisezione.

Se non ve la sentite non contribuite in alcun modo a tale pratica: se una cosa è talmente mostruosa da non poter essere guardata in foto, non è il caso di finanziarla. Specialmente quando ci sono tante alternative non cruente a cui destinare il nostro aiuto.

Perchè si pratica la sperimentazione animale.

Ci sono essenzialmente due motivi: il primo è economico: la sperimentazione animale è un immenso business a cui molta gente non è disposta a rinunciare.

Poi abbiamo l'annoso problema della ricerca, che in Italia resta ancorata a metodi antiquati. In pratica si pretendono nuove scoperte utilizzando metodi vecchi. Questo perchè seguire strade collaudate, per quanto inutili, permette una carriera molto più facile e tranquilla.

Conclusioni.

Non pretendiamo di avervi convinti, con queste poche righe, dell'inutilità della sperimentazione animale e della necessità di non finanziare in alcun modo chi vi contribuisce.

Speriamo però di avervi convinti che esista un 'ragionevole dubbio' e che in base a questo decidiate di donare il vostro denaro e il vostro tempo ad altre associazioni e, non meno importante, che vogliate approfondire questi temi.

A questa pagina trovate un elenco di associazioni che fanno ricerca senza utilizzo di animali.

Infine ricordate che a Trieste è attiva la Fondazione Luchetta, Ota, D'Angelo, Hrovatin per i bambini vittime della guerra che svolge un lavoro encomiabile ma che ha sempre bisogno del vostro aiuto.

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Natura e animali'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!