Comunicato CPV del 29 dicembre 2004

Stai visualizzando una notizia archiviata. Eventuali date presenti in questa pagina possono far riferimento ad anni passati. Per le notizie correnti vai all'Home Page.

SABATO 1 GENNAIO 2005 SU RAI 3 ALLE 21.00 ANDRA' IN ONDA "IL POPOLO MIGRATORE", UN FILM SUGLI UCCELLI MIGRATORI DA NON PERDERE SOPRATTUTTO IN VENETO ROTTA DI GRANDI MIGRAZIONI E DI GRANDI MASSACRI DI CACCIA

Il film "Il Popolo Migratore", in onda su RAI 3 alle ore 21.00 di sabato 1 gennaio 2005, mostra, con immagini spesso crude, la vita degli uccelli migratori durante i loro lunghi viaggi attraverso interi continenti, tra avversità atmosferiche, carenza di cibo, nemici naturali, cacciatori armati sino ai denti. Il Veneto, con il Friuli Venezia Giulia, è una delle regioni Europee interessate da una delle maggiori rotte di migrazione con particolare riferimento alla migrazione autunnale, che porta migliaia di uccelli in territori meno freddi, rotta che ha il suo massimo picco tra i mesi di ottobre e novembre.

Il Veneto però è la regione europea che per legge consente il maggior numero di specie di uccelli migratori cacciabili, uccelli che notoriamente non si riproducono in cattività e quindi non sono oggetto di ripopolamenti ad opera dei cacciatori. In Veneto il limite di carniere giornaliero per gli uccelli migratori e per ciascun cacciatore è fissato in addirittura 115 uccelli al giorno, tra i quali 25 cacciabili a norma del calendario venatorio e ben 90 cacciabili a norma della caccia in deroga, anche se protetti dalla legge statale e dalla direttiva comunitaria "Uccelli". In Veneto le uniche effettive limitazioni temporali di carniere sono previste per la sola fauna stanziale, ovvero quella oggetto di ripopolamento come lepri e fagiani. Ciò si spiega con la concezione che il mondo venatorio ha della fauna selvatica, ovvero va tutelata solo la fauna che ha un determinato costo economico.

Lepri e i fagiani, essendo oggetto di commercio per i ripopolamenti, vengono maggiormente protetti, mentre gli uccelli migratori essendo a disposizione dei cacciatori "gratuitamente", non godono di tutela alcuna, potendo essere cacciabili in numero spropositato e per ben 5 giorni su 7 tra ottobre e novembre, periodo di massima migrazione. "Il Popolo Migratore" rappresenta soprattutto un momento di riflessione sul mondo animale ed in particolare sulla straordinaria bellezza e capacità di sopravvivenza degli uccelli migratori che oggi sono tra le specie di uccelli più in pericolo del pianeta, tutelate dalla Comunità Europea in quanto patrimonio comune.

"In Veneto abbiamo raccolto ben 72.225 firme per vietare la caccia a tutti gli uccelli migratori, con una petizione indirizzata ai 60 Consiglieri Regionali, purtroppo senza nessun risultato" commenta Andrea Zanoni del CPV che aggiunge - invitiamo quindi Consiglieri e Assessori regionali a vedere questo film nella speranza di muovere qualche coscienza, non sempre pulita, affinché venga finalmente approvata una legge di tutela dei nostri amici alati, chiamati molto appropriatamente da alcuni critici cinematografici gli "angeli migratori".

Approfondimenti sul problema caccia

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Natura e animali'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!