Fedora Barbieri

Nata a Trieste, nel 1920, iniziò, ancora giovanissima, a studiare canto. Dopo pochissimi mesi vinse una borsa di studio indetta dal Teatro Lirico di Firenze, che le permise di completare la preparazione sia vocale che scenica.

Il suo debutto sulle scene avvenne, con grande successo di pubblico e critica, il 4 novembre 1940 al Comunale fiorentino. Il trionfo riportato in quella e nelle sere successive le aprì le porte dei più prestigiosi teatri e si impose, in quegli anni, come la più importante voce di mezzosoprano-contralto.

Nel ’42 fu alla Scala, con la Nona Sinfonia di Beethoven, diretta da Victor De Sabata mentre nel ’49 fece la sua prima apparizione al Metropolitan di New York.

Nel corso della sua carriera si distinse non solo per la sua straordinaria vocalità ma anche per la sua presenza scenica e capacità interpretativa, ottenendo così l’ammirazione e la stima dei più grandi tra direttori e registi.

Definita dalla stampa di tutto il mondo artista “intramontabile”, in occasione del cinquantenario della carriera venne insignita di prestigiose onorificenze. In seguito le venne conferita, dal Presidente della Repubblica, la nomina di “Cavaliere di Gran Croce”.

Fedora Barbieri si è spenta a Firenze il 5 marzo 2003.

Elenco dei triestini celebri.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!