Giorgio Strehler

Giorgio Strehler, considerato uno dei maggiori registi teatrali, nacque a Barcola (Trieste) nel 1921 da una famiglia multietnica. Il nonno e la madre, entrambi musicisti, crebbero il giovane Giorgio, orfano di padre, in una famiglia di artisti di stampo matriarcale.

Ancora ragazzo si trasferì con la madre a Milano dove compì gli studi fino a frequentare la facoltà di legge dell’Università. Grazie all’amore per il teatro, più forte di qualunque cosa, decise di iscriversi all’Accademia dei Filodrammatici.

Con l’entrata in guerra dell’Italia fu arruolato nell’esercito; in seguito si rifugiò in Svizzera, nel campo di Murren. Qui, seppur poverissimo, riuscì a mettere in scena, tra il 1942 e il 1945, “Assassinio nella cattedrale”, “Caligola” e “Piccola città”.

Alla fine della guerra tornò in Italia, fermamente deciso di dedicarsi alla regia: sue delle regie d’occasione per compagnie famose. Tornò anche a recitare personalmente. Nello stesso periodo fu anche critico teatrale.

Il sogno della sua vita si avverò nel 1947, con la fondazione del “Piccolo Teatro della Città di Milano”, primo stabile pubblico italiano. Per la messa in scena inaugurale de “L’albergo dei poveri” di Gor’kij, Strehler decise di recitare, a sua volta, nel ruolo del ciabattino. In corrispondenza alla fondazione del “Piccolo di Milano”, Strehler diresse anche, alla Scala, la sua prima opera: la “Traviata”.

Tutte le energie le concentrò, però, da quel momento in poi, sul “suo” teatro, i cui spettacoli, da lui diretti, appartengono oggi alla storia teatrale e registica. Tra i suoi autori prediletti vi furono in primo luogo Shakespeare, ma anche Goldoni, Pirandello, Cechov e Brecht.

Nel 1968 fondò un suo gruppo, il Teatro Azione.

Oltre alla direzione del Teatro d’Europa, a Parigi, Strehler potè vantare un cursus honorum di tutto rispetto: parlamentare europeo e senatore della Repubblica, gli fu conferita la Legion d’onore.

Si è spento a Lugano, nella notte di Natale del 1997, e le sue ceneri riposano nella tomba di famiglia nel cimitero di Sant’ Anna a Trieste.

Elenco dei triestini celebri.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!