Bimbimbici in Porto Vecchio

Stai visualizzando una notizia archiviata. Eventuali date presenti in questa pagina possono far riferimento ad anni passati. Per le notizie correnti vai all'Home Page.

Bimbimbici torna in Porto Vecchio ... e scende dalla ciclabile

La prossima domenica 13 maggio 2007 si terrà a Trieste la 8^ edizione di Bimbimbici manifestazione nazionale promossa dalla FIAB (Federazione Amici della Bicicletta ONLUS) con il patrocinio del Ministero dell'Ambiente, organizzata come ogni anno dalla nostra associazione.

Bimbimbici è una pedalata cittadina non competitiva riservata ai bambini fino ai 13 anni di età e vuole essere un'occasione per ribadire il diritto per i più piccoli a muoversi sicuri in città in bicicletta, e più in generale sulla "normalità dell'andare in bicicletta" come attitudine quotidiana, e sulle sue ricadute positive in termini di salute, diritti, qualità della vita urbana.

Il programma di Ulisse - FIAB per domenica 13 maggio vi propone di tornare con i bambini dentro il Porto Vecchio e ... di "scendere" dalla nuova pista ciclopedonale delle rive...

L'appuntamento per domenica mattina è alle ore 9.45 in P.zza della Libertà (giardini stazione dei treni).

L'itinerario di quest'anno prevede l'attraversamento del Porto Vecchio e quindi un percorso urbano lungo le rive fino a Campo Marzio, V.le Romolo Gessi dove è prevista la conclusione della manifestazione intorno alle ore 12.00.

La quota di iscrizione è di 3 euro a persona (adulti e bambini) ed include la copertura assicurativa RC e infortuni.

Iscrizioni presso la sede Ulisse-FIAB in via del Sale 4/a (Cavana) nei giorni di giovedì e venerdì dalle 18.30 alle 20.30 oppure la stessa domenica 13 maggio dalle ore 9.45 alle ore 10.15.

Vi consigliamo di approfittare dei giorni di apetura della sede per iscrivervi, così evitate la fila domenica e potete dormire un po' di più!

Con la proposta di questo itinerario vorremo evidenziare due necessità: quella di una visione generale che renda il futuro Porto Vecchio e la città intera un luogo anche a dimensione di bambino e quella di ripensare la mobilità urbana di questa città con una pianificazione coerente e più a misura di una mobilità sostenibile. Un esempio concreto di queste necessità verrà proprio DAL NON POTER PERCORRERE l'attuale percorso ciclo-pedonale lungo le rive perché così come è stato realizzato presenta troppi ostacoli, restringimenti e scalini, che mettono in pericolo la sicurezza sia dei ciclisti che dei pedoni ed è tanto più rischioso per i ciclisti più piccoli.

Ancora una volta, più siamo più sarà forte il nostro segnale.

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Città'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!