In centinaia dicono NO...

Stai visualizzando una notizia archiviata. Eventuali date presenti in questa pagina possono far riferimento ad anni passati. Per le notizie correnti vai all'Home Page.

Sono centinaia i visitatori di trieste.com che hanno espresso il proprio dissenso nei confronti del delfinario/acquario previsto nell'ambito del discusso progetto del Parco del Mare: in meno di 2 settimane infatti sono stati inviati più di 300 messaggi.

A seguito di varie proteste i promotori del progetto hanno assicurato che "non ci sarà alcun delfinario nel Parco del Mare, ma varie strutture di ricerca destinate allo studio del mare". Potrebbero quindi esserci comunque dei delfini ma inseriti in un più vasto progetto, il che renderebbe semplicemente il termine "delfinario" non appropriato ma senza cambiare la sostanza delle cose: delfini tenuti in cattività perchè spettatori paganti possano vederli.

Anche qualora venisse confermato che l'idea dei delfini è stata accantonata e che saranno altre specie animali a venire confinate nella struttura, non cambia minimamente il senso della protesta. La risposta che si aspettano gli amanti degli animali non è certo quella di sostituire i delfini con, ad esempio, squali o pesci pagliaccio: anche i bambini, dopo avere visto il film del pesciolino Nemo, hanno capito quanto soffrano i pesci in un'acquario, per quanto "bello" possa sembrare a noi.

Ovviamente siamo ben lontani dal parlare di una, seppur parziale, vittoria.

Lo staff di trieste.com ringrazia tutti coloro che si sono pronunciati a favore di chi non ha voce, invita quanti non l'avessero ancora fatto a lasciare un messaggio e diffondere questa notizia, e si augura che le autorità competenti tengano in debito conto l'opinione della cittadinanza.

La posizione dei nostri visitatori (e nostra) è chiara: sono contrari a questo progetto sia per motivazioni etiche e pratiche. Dal punto di vista etico c'è avversità nei confronti di qualsiasi forma di prigionia per animali: che si tratti di un delfinario, di un acquario, di un circo o di uno zoo e' assolutamente ininfluente.

Dal punto di vista pratico sono evidenti le preoccupazioni per la perdita di immagine di cui sarà vittima la nostra città e la perdita del turismo più colto, che oltre al guadagno immediato rappresenta un investimento per il futuro.

Siamo invece felici di vedere come la nostra Trieste sia amata (acquario a parte) non solo dai cittadini ma da molte persone che l'hanno visitata, apprezzata e soprattutto compresa. E non può che renderci orgoglisoi la fama di città libera, rispettosa delle differenza e sensibile nei confronti di tutti gli esseri viventi.

Speriamo che vengano prese le decisioni giuste.

A seguire una selezione di alcuni messaggi, volta a sottolineare le molteplici motivazioni, non soltanto etiche, a detrimento del progetto. L'elenco completo dei messaggi inveco lo trovate qui.


Ripercussioni sul turismo
Quale esempio per i nostri figli?
Delfini o altri animali è sempre prigionia
Perdita di immagine
Le alternative ci sono
A perte questo progetto.. una città amata e rispettata

Ripercussioni sul turismo

Mi chiedo quanti turisti possa attirare l'acquario e quanti ne faccia perdere. Soprattutto mi chiedo quali delle due categorie di turisti sia più utile per la città: quelli che vengono qui per i delfini o i secondi, persone alla ricerca di cultura e di una città che rispetta la vita e la libertà. -- Eliana G

[ ... ] una simile struttura non sarà un vanto ma bensì un motivo di vergogna per gli abitanti di Trieste ed un motivo di non visita da parte dei turisti. Basti guardare alle tensioni che ci sono nel Lazio per il nuovo delfinario di Torvaianica che ancora non ha aperto. [ ... ] -- Michele M.

Mi unisco alla protesta contro il delfinario....non mettero' piu' piede a trieste se viene realizzato -- katia C.

I turisti che si innamorano della nostra città e vi ritornano si conquistano anche mantendo la nostra immagine. Non servono turisti che vengono in giornata solo per il parco e poi non ci tornano più. -- Giacomo

Rimango allibito che nel 2005 si possano ancora pensare simili strutture anti-etiche, anti-culturali ed assolutamente inutili! Non è così che si aiuta a crescere la civiltà di una città! Personalmente, nel caso in cui il delfinario dovesse essere realizzato, non metterò mai più piede nella vostra bella città. Cordiali Saluti. -- Alessandro

Quale esempio per i nostri figli?

Come faccio a spiegare ai miei figli che ci sono persone che imprigionano degli animali per guadagnare? Voi con che faccia guardate negli occhi i vostri figli, quando non vi fate scrupolo di imprigionare i piccoli di altre specie? -- Fabiana V

Sono d'accordo. Non porterei i miei figli a un delfinario. -- anna t.

E se noi ai nostri figli raccontassimo LA VERITA?!!!!!! Gli animali sono liberi, hanno diritto a vivere nel loro habitat, basta Vi prego, questo è un altro atroce dolore , non ci sono gia' abbastanza ingiustizie nella guerra, peche' incarcerare questi poveri animali, solo e unicamente per una schifosa questione di soldi? - Frida C

I bambini (ma anche gli adulti) non vanno rimbecilliti facendo loro vedere animali in gabbia. Chiudereste un aborigeno in uno zoo solo perché è difficile raggiungere l'Australia??? -- Cinzia B.

Quale insegnamento pensate di dare ai vostri figli portandoli in un delfinario? -- Silvia (mamma di un bambino)

Delfini o altri animali è sempre prigionia

Ci prendete per persone stupide. Prima il delfinario, poi l'acquario con i delfini che secondo voi non è un delfinario, poi forse non delfini ma altri animali. Noi parliamo di libertà e voi non capite. -- Fulvia M

NO al delfinario e ovviamente NO a circhi zoo e acquari. Nessun guadagno giustifica la perdita di immagine per la nostra citta'. -- Simone B.

Basta con delfinari, zoo, circhi, bioparchi...sempre e soltanto di gabbie e di reclusione si tratta. Per quanto grande possa essere, una gabbia rimane sempre una gabbia. [ ... ] -- Tiziano V

No ad acquari, delfinari, circhi zoo. gli animali devono essere lasciati liberi. -- Paolo T.

Delfinari, circhi, zoo e tutto quello che permette sfruttamento di animali non umani, è un sintomo della totale mancanza di rispetto e sensibilita' che vediamo nella nostra cultura cosidetta "civile". -- vanessa a.

Perdita di immagine

A giudicare delle proteste adesso che il parco è solo un progetto, sono preoccupato all'idea di cosa accadrà quando verrà pubblicizzato e sarà conosciuto in tutta Italia. -- Claudio P.

Dovete rendervi conto di avere la responsabilità di scegliere tra la libertà e la prigionia di migliaia di vite, e tra il prestigio e la VERGOGNA per Trieste - Loris R.

Non credo che questo progetto aiuterà l'economia di Trieste, riempirà forse le tasche di pochissime persone. E se anche potesse portare qualche beneficio economico, l'onore della nostra città non ha prezzo. Non si puo' comprare l'orgoglio di vivere in una città come questa. -- Simona D.

State svendendo l'immagine di Trieste di fronte al resto dell'Italia civile. -- Alessandro

Un delfinario a Trieste sarebbe indice di incivilta'. Non fateci vergognare!! -- Laura T.

Trieste... non macchiarti di questa VERGOGNA! Gli animali sono stupendi... non meritano la prigione. -- Anna B.

In carcere a vita, senza processo, senza alcun motivo. vergogna su Trieste se avverrà questo. -- Giancarlo

Finalmente questa estate tutta Italia (e Europa con mtv) parlano di Trieste ma noi dobbiamo rovinare tutto con questa figura. -- Cristina E.

Sono sempre orgoglioso quando sento parlare di Trieste nelle altre città e non voglio dovermi vergognare sentendo parlare del delfinario di Trieste. -- Adriano D.

Trieste ama gli animali. Questo acquario è una bruttissima figura di fronte all'Italia civile. -- Maria Paola

Ho lasciato Trieste per lavoro e adesso vivo a Milano. E' triste sentire parlare della mia amata città per questo motivo. -- Luciano T. e famiglia

Le alternative ci sono

Non potete trasferire solo i pesci dell'attuale acquario, e nelle altre vasche mettere esempi di vita marina vegetale? Ci sono alghe splendide che non hanno niente da invidiare ai pesci in quanto a effetto visivo. -- Luciana F.

Basta con l'ennesimo luogo di sfruttamento commerciale del meraviglioso mondo animale. il modo per far conoscere i delfini o qualunque altro animale è insegnare a tutti come sia bello vederli in libertà e non dentro una vasca, conoscere qulcuno o qualcosa vuol dire andare a cercarli là dove normalmente vivono e non portarli nel nostro mondo per costringerli a vivere come vogliamo noi!!! Le strutture che esistono devono andare ad esaurimento non bisogna crearne delle nuove!! -- Costanza BT

Trieste ha bisogno di spettacoli e inziative culturali. Un acquario non e' ne' spettacolo ne' cultura. Quest'estate abbiamo avuto un sacco di manifestazioni, continuate su questa strada. -- Adriano B.

Respingo qualsiasi progetto di acquari o delfinari perché mi sembra una violenza gratuita la reclusione degli animali. Peraltro, al giorno d'oggi tra tivù e satellite le occasioni per conoscere le specie esotiche e protette di certo non mancano. Non è il caso, per un capriccio, di creare sofferenze. Chissà quante cose meravigliose ci sono su questo pianeta che noi non vedremo mai, non possiamo rinchiuderle nel nostro ambiente come egoistiche suppellettili. -- Matilde V.

Spero davvero che i soldi che si vorrebbero spendere per far soffrire questi nostri intelligenti e sensibili compagni di viaggio vengano impiegati per iniziative a favore delle fasce di cittadini più bisognose della nostra città e degli animali, come ad esempio i contributi per le adozioni di cani anziani, le sterilizzazioni e quel nuovo canile di cui si parla da anni.. penso che i triestini lo apprezzerebbero. -- Fabio B.

Chi vuole documentarsi sui delfini può benissimo guardare un documentario e se ci tiene a vederli dal vivo può partecipare ad un'uscita in mare. Rinchiuderli in un delfinario è solo puro e semplice egoismo. -- Paola L.

A perte questo progetto.. una città amata e rispettata

Egregi Sigg. della giunta comunale di Trieste, ho sempre ritenuto che la Vostra fosse una delle città più belle e ricche di storia e cultura in Italia. Da sempre ammiro scrittori come Italo Svevo e personaggi del calibro di Ludwig II e di sua cugina Sissi... Penso che Trieste incarni un fascino segreto e meraviglioso. Vi prego, non rovinate questa meravigliosa atmosfera con divertimenti inutili e crudeli come i parchi acquatici o i deflinari. Un delfinario non aggiungerebbe nulla, anzi, danneggerebbe la vs.bella immagine. -- Linda B.

Trieste ha un ottimo regolamento per la tutela e il benessere degli animali, perche' adesso si vuole perdere la faccia con un'inizativa di questo genere? -- Andrea M.

A Trieste hanno vissuto artisti sensibili e personaggi storici importantissimi. Si respira un'aria di cultura, libertà e rispetto. Non buttatela via con questa ignominia. -- Gabriele V

Per favore non costruite il delfinario... Trieste è una città che vanta sensibilità e amore per gli animali, non fate sì che non sia più così! -- Maria P.

perche' altri animali in prigione?? non ce ne sono gia' abbastanza di queste squallide iniziative in tutta italia? mi auguro che una citta' gia' nota come Trieste per la sua sensibilita' alla questione animale non faccia l'errore di cedere alle pressioni di chi crede che rinchiudere delfini,cosi come altri animali,in una "vasca da bagno", o gabbia che sia,sia una cosa "educativa",specie nei confronti di bambini che invece,dove possibile,potrebbero/dovrebbero vedere questi animali nella loro reale condizione,liberi !! -- Giancarlo M.

Ricordo di aver sempre sentito parlare di Trieste come una città ricca di rispetto nei confronti degli animali... evidentemente non è così! Lo dimostra l'intenzione di costruire un delfinaio; mi schiero con coloro che si oppongono all'iniziativa e boicotterò Trieste come meta dei miei viaggi... -- Lucia R.

Ho conosciuto Trieste lo scorso anno per la Barcolana. Mi e' sembrata una splendida citta' con splendidi abitatnti e questo progetto è in contrasto con l'idea che mi sono fatto. -- Claudio

Sono certo che a Trieste non sia necessario un delfinario per far capire al mondo il valore della sua storia e della sua cultura. Trieste si è sempre distinta per la tolleranza, per la gioia di vivere, per il rispetto e l'attenzione posta nell'accettare le diversità delle varie genti passate e delle mlte che hanno deciso di abitarvi. Questa nuova struttura in cantiere contraddice lo spirito stesso che ha sempre animato la città, sono certo che i Triestini sarebbero orgogliosi di farne a meno poichè la sopraffazione non ha mai animato il loro spirito. -- Adriano DS

Chiedo che Trieste rimanga fedele ai suoi valori: cultura, efficienza e grande amore per la bellezza. Per questo ritengo diseducativo e del tutto inappropriato il progetto del delfinario.

Dopo la bella figura per la questione delle tartarughe d'acqua e l'oasi felina, perchè roviniamo l'immagine della citta'? -- Sara

Trieste non ha bisogno di incatenare il mare per goderne la bellezza, le basta affacciarsi verso l'orizzonte. Perché Trieste e il mare sono una cosa sola. Cordiali saluti e un invito a dimosrarvi come sempre superiori a una economia del turismo sempre più becera e volgare. Ve lo chiede un nipote di profughi istriani, che ha sempre un pezzetto del Colle di San Giusto in cuore. Cordiali saluti. -- Furio D.

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Città'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!