Da Trieste a Sarajevo in bicicletta

Stai visualizzando una notizia archiviata. Eventuali date presenti in questa pagina possono far riferimento ad anni passati. Per le notizie correnti vai all'Home Page.

Il 22 maggio 2005, un gruppo di cicloturisti di Trento, Trieste e Tuzla (BIH) partirà dalla nostra città per un viaggio in bicicletta attraverso Slovenia, Croazia e Bosnia Erzegovina, per raggiungere, in due settimane, Sarajevo.

L'iniziativa nasce dalle associazioni "Progetto Prijedor onlus", "Tremembè onlus" e "Mosaico" di Trento, in collaborazione con l'Associazione delle Agenzie per la Democrazia Locale-ALDA con sede a Strasburgo e la Rete del Turismo Responsabile nell'Europa Sud Orientale con sede a Prijedor - BiH. "Ulisse FIAB, Gruppo ciclisti urbani e cicloturisti di Trieste" si è unito alla realizzazione di questo progetto incaricandosi di guidare i partecipanti in questo itinerario primaverile.

Il viaggio ha come obiettivo diffondere la pratica e la cultura del turismo responsabile, in particolare nell'area balcanica e contribuire alla rinascita economica e sociale delle aree coinvolte attraverso forme di sviluppo autosostenibile. A beneficiare di questa forma di turismo saranno le comunità locali, le imprese famigliari che entreranno a far parte della rete del turismo responsabile nei Balcani.

I Balcani possono essere potenzialmente molto attraenti per i cicloturisti sia sotto il profilo naturalistico, storico e culturale, sia per la possibilità di viaggiare su strade secondarie ancora poco trafficate; l'itinerario toccherà alcuni luoghi dove già sono attive esperienze di turismo responsabile e di cooperazione internazionale consentendo ai partecipanti al viaggio una relazione con le comunità più profonda e ricca.

Maggiori informazioni sul viaggio e le sue finalità si trovano su www.viaggiareibalcani.org

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Città'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!