Bruno Tommasini: Acquerello come libertà

Notizia inserita il 10/04/2009

Da Linea d'Arte a Trieste BRUNO TOMMASINI: AcquErello come libertà.

Inaugurazione sabato 18 aprile alle ore 18.

Si inaugura sabato 18 aprile alle ore 18 presso lo Spazio Espositivo di Linea d'Arte a Trieste in via Lazzaretto Vecchio 19 la mostra personale di Bruno Tommasini intitolata ACQUERELLO COME LIBERTA'.

La Rassegna è visitabile fino al 16 maggio 2009 con orario: da lunedì a venerdì 17.00 - 20.00 / sabato 10.00 - 13.00.

"Bruno Tommasini (artista che da 35 anni espone e partecipa in Mostre personali e in collettive di qualità, a livello regionale e internazionale) ha scelto l'acquerello come cifra della sua espressione artistica. Una scelta che gli ha permesso - scrive Franco Rosso nella presentazione - di affermarsi come un acquerellista dal fluido senso del colore riconducibile ad un impressionismo ricco di effetti luministici e che si personalizza per il segno grafico deciso, quasi di tipo espressionistico.

Nella rassegna allestita dall'Associazione Culturale Linea D'Arte nel suo spazio espositivo, Tommasini propone una serie di opere recenti che prevalentemente raffigurano scorci di Trieste e del suo hinterland nonché scene marine. Sono quadri tipicamente impressionisti, anche nella predilezione dell'esecuzione all'aria aperta, che l'artista ama particolarmente perché consente di registrare il fascino del fuggevole e del transitorio, con una rapidità di esecuzione che si accompagna ad una altrettanto forte sicurezza del segno. I colori sono decisi, rimandano una pittura aperta a risonanze poetiche, una pittura che sa cogliere al volo le impressioni che nascono dalla quotidianità, da uno scorcio noto, visto e rivisto, dalle emozioni che anche le cose normali offrono al cuore e alla sensibilità. Le opere di Tommasini ci parlano di una gioia nel provare emozioni, da restituire in pittura attraverso la luce e il colore, senza i filtri dell'accademia, solo con la piena padronanza della tecnica, realizzando un'operazione magica e liberatoria che trasforma il pensiero in immagine.

I suoi quadri ci fanno anche intuire che la rappresentazione della visione è preceduta da una poetica che nasce dalla sensibilità d'animo di questo artista: una sensibilità che alimenta la sua vocazione alla luce, la freschezza delle sue composizioni, lo spirito di libertà e di verità che alla fine emerge dal suo lavoro."

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Libri, Arte e Cultura'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!