Concorso letterario dedicato a Italo Svevo

Notizia inserita il 16/01/2012

CELEBRAZIONI PER IL 150o ANNIVERSARIO DELLA NASCITA DI ITALO SVEVO
AL VIA IL CONCORSO LETTERARIO "IL POVERO ALFONSO, IL CARO EMILIO, L'EGREGIO ZENO"

Al via il divertente concorso aperto a tutti. In palio un e-book reader Sony per il vincitore di ciascuna categoria e la pubblicazione su "Il Piccolo"

É stato presentato venerdì 13 gennaio al Museo Sveviano di Trieste il concorso letterario "Il povero Alfonso, il caro Emilio, l'egregio Zeno" indetto, in occasione delle celebrazioni per i 150 anni della nascita di Italo Svevo (19 dicembre 1861 - 19 dicembre 2011), dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Trieste, Servizio Biblioteche e Musei Civici - Museo Sveviano, in collaborazione con la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università degli Studi di Trieste. A illustrare i dettagli dell'iniziativa Adriano Dugulin, Direttore del Servizio Bibliotecario Urbano del Comune di Trieste, Riccardo Cepach, coordinatore del Museo Sveviano di Trieste e Cristina Benussi, Preside della Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università degli Studi di Trieste.

Il concorso, aperto a tutti e che prende avvio da oggi stesso, è un invito al gioco letterario, un omaggio e un'occasione per mettere alla prova le proprie doti di creatività e ironia. I partecipanti, infatti, sono invitati a rielaborare i tre romanzi di Svevo giocando con tre diverse tipologie testuali: riscrivere Una vita come elogio funebre del suo protagonista, il "povero" Alfonso Nitti, Senilità come referto medico del "caro" Emilio Brentani e La coscienza di Zeno in forma di curriculum dell'"egregio" Zeno Cosini.

Come possiamo ricordare il povero Alfonso Nitti, il protagonista del romanzo sveviano Una vita (1892), campagnolo inurbato, seduttore fortunato, filosofo renitente e, infine, suicida per - una qualche forma di - amore? Qual è e come descrivere la malattia del caro Emilio Brentani, l'antieroe di Senilità (1898) che implacabilmente volge la sua storia d'amore "facile e breve" con la solare e compiacente Angiolina in un fosco romanzo di tradimenti, gelosie e morte? Come sarebbe il curriculum vitae dell'egregio Zeno Cosini, eroe eponimo de La coscienza di Zeno (1923), fumatore impenitente, corteggiatore imbranato, affarista a singhiozzo, marito modello, amante fortunato e paradossale vincitore nella lotta per la vita?

Un concorso letterario, dunque, per gli amanti del gioco, dell'invenzione, della parodia e, naturalmente, di quella stessa ironia di cui Italo Svevo è stato un così grande maestro.

Per tutti, e in particolare per chi vorrà approfittare di un divertente "ripasso", sono stati organizzati tre incontri nella Sala Bazlen di Palazzo Gopcevich (via Rossini 4 a Trieste) il 17, 24 e 31 gennaio alle ore 18. Offriranno il loro originale punto di vista, rispettivamente, Luigi Nacci con "Un poeta racconta Una vita", Sabrina Morena con "Una regista racconta Senilità" e Peppe Dell'Acqua con "Uno psichiatra racconta La coscienza di Zeno". Le conferenze sono aperte a tutti e a ingresso libero.

Regolamento del concorso

Il concorso è aperto a tutti. I partecipanti sono invitati a rielaborare i tre romanzi di Svevo giocando con tre diverse tipologie testuali: riscrivere Una vita come elogio funebre del suo protagonista, il "povero" Alfonso Nitti, Senilità come referto medico del "caro" Emilio Brentani e La coscienza di Zeno in forma di curriculum dell'"egregio" Zeno Cosini.

Gli elaborati, senza limitazione di lunghezza ma auspicabilmente rispettosi della tradizionale misura dei generi testuali di riferimento - l'elogio funebre di stampo giornalistico, il referto medico e il curriculum vitae - dovranno pervenire alla sede del Museo Sveviano (via Madonna del Mare, 13 - 34124 Trieste) in busta chiusa - con consegna a mano, via posta ordinaria (e in questo caso fa fede la data del timbro postale) o via posta elettronica all'indirizzo museosveviano@comune.trieste.it

Il termine ultimo per la consegna degli elaborati è giovedì 15 marzo 2012.

Gli elaborati non dovranno essere firmati o recare segni distintivi, ma essere contrassegnati da un motto. Lo stesso motto dovrà essere riportato su una busta più piccola, anch'essa chiusa, da inserire all'interno della prima, in cui siano riportati nome, cognome, indirizzo e recapito telefonico o e-mail del partecipante.

Allo stesso modo non verranno presi in considerazione invii per posta elettronica da indirizzi telematici che rivelino il nome del mittente: il testo dell'e-mail e l'elaborato (in formato .doc o .txt o .pdf) non dovranno essere firmati se non da un motto. Un secondo messaggio di posta elettronica inviato dal medesimo indirizzo dovrà contenere il motto (come oggetto della mail) e i dati personali e i recapiti dell'autore nel corpo del messaggio.

I concorrenti possono inviare una, due o tutte e tre le rielaborazioni in concorso.

Il regolamento sarà disponibile on line da venerdì 13 gennaio sul sito ufficiale www.150svevo.it Sullo stesso sito si potrà prendere visione del programma completo delle iniziative legate alle celebrazioni.

Premi

Il primo premio verrà assegnato a ciascuna delle tre categorie in concorso. Al vincitore di ciascuna categoria verrà assegnato un un e-book reader Sony, con quattro libri a scelta in omaggio. I tre elaborati giudicati vincitori di ciascuna categoria verranno inoltre pubblicati sul quotidiano "Il Piccolo". La giuria - composta da Cristina Benussi, Riccardo Cepach, Irene Battino, Luigi Nacci, Sabrina Morena e Giuseppe dell'Acqua - si riserva il diritto di non assegnare il premio.

Premiazione

La premiazione del concorso letterario si svolgerà sabato 31 marzo 2012 ore 18 nell'Auditorium del Museo Revoltella di Trieste (via Diaz 27). Interverrà la professoressa Cristina Benussi, preside della Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Trieste. A seguire si terrà il concerto del violinista Cristiano Rossi che suonerà il violino di Italo Svevo. Cristiano Rossi ha al suo attivo innumerevoli recital ed importanti concerti in tutte le città italiane, in Europa, Sud America, Stati Uniti e Giappone; numerose le sue incisioni (da Vivaldi a Busoni, da Locatelli a Wolf-Ferrari) per prestigiose etichette discografiche.

Info sul concorso Per ogni ulteriore informazione è possibile contattare il Museo Sveviano di via Madonna del Mare 13 dal lunedì al sabato dalle ore 9 alle 13. Telefono: 040 6758182 - 8170 e-mail: museosveviano@comune.trieste.it www.150svevo.it

Incontri per ripassare insieme

Martedì 17 gennaio 2012 ore 18
Un poeta racconta Una vita - rilettura del primo romanzo di Svevo, a cura di Luigi Nacci
Sala Bazlen di Palazzo Gopcevich, via Rossini 4

Martedì 24 gennaio 2012 ore 18
Una regista racconta Senilità - rilettura del secondo romanzo di Svevo a cura di Sabrina Morena
Sala Bazlen di Palazzo Gopcevich, via Rossini 4

Martedì 31 gennaio 2012 ore 18
Uno psichiatra racconta La coscienza di Zeno - rilettura del terzo romanzo di Svevo a cura di Peppe dell'Acqua
Sala Bazlen di Palazzo Gopcevich, via Rossini 4

Le celebrazioni per i 150 anni della nascita di Italo Svevo godono del patrocinio dell'Unesco e dell'Università degli Studi di Trieste (Facoltà di Lettere e Filosofia) del contributo di Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Provincia di Trieste, Fondazione CRTrieste, Lucchini e della sponsorizzazione tecnica di Esatto Spa.

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Libri, Arte e Cultura'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!