Concorso 'confini-borders'

Stai visualizzando una notizia archiviata. Eventuali date presenti in questa pagina possono far riferimento ad anni passati. Per le notizie correnti vai all'Home Page.

Si è inaugurato lunedì 25 settembre a Trieste il Concorso internazionale di arte digitale visiva "The brain project 2006". Realizzato su internet, è rivolto ad artisti, grafici e fotografi di ogni Paese e delle comunità italiane all'estero, che utilizzino una qualsiasi forma d'arte digitale o di manipolazione delle immagini al computer. Il tema da sviluppare nella prima edizione del Premio è "Confini - Borders".

Le opere inviate al sito del concorso, all'indirizzo www.thebrainproject.eu, saranno valutate via internet da una giuria internazionale; le 30 migliori saranno pubblicate sul sito web del Premio, in un catalogo su carta, e presentate in una mostra a Trieste nel gennaio del 2007.

Il Concorso è promosso dall'associazione culturale Acquamarina, con il sostegno della Direzione centrale istruzione, cultura, sport e pace della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e del Credito Cooperativo del Carso / Zadruzna Kraska Banka. L'iniziativa è stata inaugurata questo pomeriggio presso la Biblioteca Statale di Trieste, con una dimostrazione multimediale e l'intervento degli enti sostenitori.

"L'arte digitale visiva" hanno spiegato Annamaria Castellan, presidente di Acquamarina, e Riccardo Baldassarri, ideatore del concorso, "è un'arte recente, ma già molto variegata e in rapida evoluzione, che espande enormemente le potenzialità della pittura, della fotografia e del graphic design tradizionali, anche con stimolanti contaminazioni reciproche". Gli artisti sono quindi invitati a partecipare al concorso sia per presentare le proprie opere, sia per realizzare in tal modo una panoramica su come si realizza e dove si indirizza oggi l'arte digitale.

La partecipazione al concorso è gratuita, e prevede l'invio fino al prossimo 20 novembre di una sola immagine per partecipante al sito web del premio, all'indirizzo www.thebrainproject.eu, compilando on line l'apposita scheda. Sul sito web sono anche disponibili, in italiano e in inglese, il bando e altre informazioni utili sul concorso.

Una Giuria internazionale valuterà via internet le opere pervenute, rendendo noti i risultati sul sito web entro il 30 novembre. Le 30 migliori opere verranno quindi esposte in una galleria virtuale sullo stesso sito, stampate in un catalogo a tiratura limitata, e presentate in una mostra alla Biblioteca Statale di Trieste, in programma dal 12 gennaio al 10 febbraio 2007.

La giuria è formata da esperti in vari campi dell'arte digitale e tradizionale, scelti in modo da rendere più variegati i criteri di valutazione. A presiederla un'autentica autorità mondiale dell'arte digitale, come il prof. Edward Zajec, docente di Computer Art alla Syracuse University di New York, le cui opere sono state esposte in vari e importanti musei, quali il Museo d'arte Moderna (Museum of Modern Art) di New York, il Centre Pompidou di Parigi, e in vari festival internazionali, tra i quali il WRO Media Art Biennial e il Video Art Festival di Locarno.

Completano la giuria il dott. Giulio Montenero, noto critico d'arte di Trieste, Alda Balestra von Stauffemberg, talent scout artistica operante a Berlino, il fotografo e creativo triestino Riccardo Baldassarri, e la fotografa e presidente dell'associazione Acquamarina, organizzatrice del Premio, Annamaria Castellan.

Il tema della prima edizione del Concorso è: "Confini - Borders", "un argomento di grande attualità" è stato sottolineato dai promotori "sia per chi si vive in un mondo sempre più globalizzato, in cui confini mentali, culturali e geografici si fanno sfuggenti, sia per gli artisti che oggi lavorano con strumenti e tecniche espressive ai confini con l'arte del futuro. Non è un caso" hanno precisato i promotori "che se come logo del premio è stato scelto il cavallo disegnato secoli fa dal genio di Leonardo da Vinci, simbolo di creatività, nel contempo il concorso "The brain project" è realizzato interamente via Internet, uno strumento tecnologico che ha permesso di abbattere barriere fisiche, storiche e culturali, fino a pochi anni fa ritenute insuperabili".

All'inaugurazione del concorso di arte digitale visiva "The brain project - 2006" sono intervenuti, tra gli altri, il critico d'arte e membro della giuria Giulio Montenero - che ha parlato dell'arte digitale, anche nello specifico della gara - e Paolo Trento - della T&T Software - responsabile del sito web del concorso.

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Libri, Arte e Cultura'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!