Il "Decameron" di Boccaccio in piazza Unità

Notizia inserita il 18/05/2015

Locandina del Decameron in Piazza Unità

Una singolare "maratona di lettura" (dalle 10 alle 13), sotto i volti del Municipio, con gli studenti del "Petrarca".
Organizzata dal Civico Museo Petrarchesco Piccolomineo nell'ambito della campagna nazionale "Il maggio dei libri" promossa dal Ministero per i beni e le attività culturali.

Se in maggio la natura si risveglia e i fiori sbocciano, anche i libri escono all'aperto, vengono letti ad alta voce fuori dai luoghi consueti e indirizzati a un pubblico più vasto di quello che di solito li apprezza.

A Trieste, mercoledì 20 maggio, dalle ore 10 alle 13, sotto i volti del Municipio, sarà la freschezza e l'entusiasmo di ventinove "studenti lettori" del triennio del Liceo Classico e Linguistico Statale "Petrarca" a coinvolgere i passanti nell'ascolto di alcune delle novelle più avvincenti del "Decameron" di Giovanni Boccaccio.

L'organizzazione di questa "maratona di lettura" è la bella e originale modalità con la quale il Civico Museo Petrarchesco Piccolomineo ha voluto aderire alla Campagna nazionale "Il Maggio dei Libri" promossa dal "Centro per il Libro e la Lettura" del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo, sotto l'Alto Patronato della Presidenza della Repubblica. Una campagna che aveva già visto a inizio mese (il 6 maggio) quattro bibliotecari della Civica "Attilio Hortis" salire sul Tram di Opicina per una serie di letture di autori triestini a beneficio dei passeggeri della storica trenovia.

Ora, l'idea della "maratona di lettura" in piazza con il coinvolgimento degli studenti ha riscosso l'interesse entusiasta e contagioso delle classi del "Petrarca" guidate dalle docenti Eleonora Kolar, Anna Zembrino e Paola Pesante, con la piena adesione della dirigente dell'istituto Donatella Bigotti. La scelta del "Decameron" di Boccaccio connette, tra l'altro, pienamente la tradizione scolastica del Liceo con l'attività peculiare svolta dal Museo Petrarchesco Piccolomineo, dove è tuttora allestita la mostra "Se un solo pane avessi, sarei lieto di dividerlo con te: l'amicizia tra Petrarca e Boccaccio", a sottolineare il legame che unisce a Trieste la tradizione petrarchesca, custodita nella collezione donata da Domenico Rossetti alla Biblioteca Civica, con la passione per il Boccaccio coltivata da Attilio Hortis con i suoi studi e la sua pregevole raccolta boccaccesca.

Per ulteriori informazioni telefonare al Museo Petrarchesco Piccolomineo, 040-675.8184, da lunedì a sabato dalle ore 9 alle 14, giovedì anche dalle 15 alle 19, o scrivere a: museopetrarchesco@comune.trieste.it

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Libri, Arte e Cultura'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!