Emilija Podjavoršek: Il sentimento del colore

Notizia inserita il 21/11/2009

Dal 28 novembre al 19 dicembre nello spazio espositivo dell'Associazione culturale "Linea d'Arte" in via Lazzaretto Vecchio 19 a Trieste

Emilija Podjavoršek Il sentimento del colore

Inaugurazione: sabato 28 novembre alle ore 18.30

Ventisette anni, laureata a Maribor in pedagogia con una tesi sulla struttura della superficie pittorica, dopo essersi diplomata alla Scuola di design e fotografia di Lubiana come designer di moda, Emilija Podjavoršek ha fatto tesoro di questa formazione per concepire il suo linguaggio artistico.

Ne dà prova anche nella rassegna personale ospitata nello Spazio espositivo dell'Associazione Culturale Linea d'Arte (Via Lazzaretto Vecchio 19 - Trieste) che conclude il primo quinquennio di attività espositiva di quest'artista slovena che ha già all'attivo una nutrita serie di mostre collettive e personali, accompagnate da molteplici premi e riconoscimenti.

Scrive Franco Rosso nella presentazione "la Podjavoršek ha interiorizzato i suoi studi, ma soprattutto si è liberata del concetto che le cose sono belle o brutte soltanto nel tempo e nello spazio, e -superandolo- ha declinato il concetto di bello unicamente attraverso l'armonia.

Nascono così tele astratte che non sono però finestre aperte su una natura dolcemente geometrizzata, e neanche uno specchio che riflette geometricamente figure naturali. Ma i quadri rimangono oggetti, quindi sempre immersi nello spazio dell'esistenza ed in relazione con tutti gli altri oggetti.

Lo sono anche i dipinti materici e dai colori pastello di Emilija Podjavoršek, che sono espressioni astratte di colori, forme e spazio, realizzati con mezzi formali, dove il piano diviene il solo mezzo plastico. Probabilmente l'artista visiona immagini urbane come vita astratta figurata: le sente più vicine della natura e ne trae conseguentemente una emozione estetica che traduce in composizioni fondate sull'equilibrio dei rapporti spaziali e cromatici.

Così facendo elimina tutte le pregiudiziali e tutte le convenzioni che influenzano le visioni, restituendo all'opera il suo valore di atto puro, integrale e completo. Ecco che l'occhio e la mente fissano la valenza della percezione e attraverso proporzioni e ritmo parlano di una bellezza che guarda a modelli matematici, ma declina una realtà sensibile attraverso la quale l'arte diviene conoscenza assoluta e la bellezza diviene verità".

Sede mostra: Linea d'Arte - Via Lazzaretto Vecchio 19 - Trieste
Date e Orari: dal 28 novembre al 19 dicembre 2009 (orario: da lunedì a venerdì: 17.00 - 20.00 / sabato: 10.00 - 13.00)
Info: 337/549346

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Libri, Arte e Cultura'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!