Fulvio Tomasi: Chiari e (O)Scuri, mostra di incisioni calcografiche

Notizia inserita il 08/10/2013

S'inaugura lunedì 4 novembre p.v. alle ore 18 a Trieste, nella Sala Comunale d'Arte di piazza dell'Unità d'Italia no 4, la mostra dell'artista Fulvio TOMASI - CHIARI e (O)SCURI (Di forma bianco e nero Di fatto, non si può mai dire).

Presentazione in sala di Melania Lunazzi (pubblicista e storica dell'Arte).

Saranno esposte 25 incisioni calcografiche di varie dimensioni eseguite prevalentemente con la tecnica dell'acquaforte. Le opere esposte copriranno un periodo compreso tra il 1996 e il 2013.

Filo conduttore della mostra il contrasto ma anche l'accordo tra toni chiari e scuri propri delle tecniche dell'incisione calcografica, concetto questo mutuabile all'ordine del vivere.

Fulvio Tomasi

Fulvio Tomasi é nato a Trieste il 16 aprile 1964. Ha frequentato a Trieste l'Istituto Statale d'Arte e in seguito la "Scuola Libera dell'Acquaforte C.Sbisà".

Dal 1992 ha preso parte a numerose rassegne nazionali - Bagnacavallo, Acqui Terme, Milano, Cremona, Buttrio (UD), Campobasso ed internazionali - Taipei (Taiwan), Spalato (Croazia), Pechino, Kyiv (Ucraina), Mosca, Tetovo e Bitola (Macedonia), Londra, Penang (Malesya), Parigi, Sarcelles, Chamalierés e Magne (Francia), Varna (Bulgaria), New York.

Recentemente ha partecipato alle Rassegne "Maestri dell'Incisione Italiana Contemporanea" a Cremona e Katowice (Polonia), a "Grafica Oggi" presso la Biblioteca Universitaria di Torino, a "Colori - Nero", Burago di Molgora (MB), a "Incisori Italiani Contemporanei" a Uzice (Serbia), a Global Print 2013 in Portogallo sino alla rassegna "Carte d'Arte all'Angelo" a Lodi. Ha esposto spesso con il "New Prints Program" presso l'International Print Center a New York. Per due volte é stato selezionato al "Premio Italo Grandi" a Milano e nel 2002 ha ricevuto il 1o Premio per la grafica nell'ambito di "Immagina" a Reggio Emilia.

Diverse le mostre personali allestite: alla Biblioteca Statale Isontina di Gorizia, al Centro dell'Incisione di Milano, alla Galleria "Il Quadrato" di Chieri, al Kosovelov Dom di Sezana, Slovenija, all'Istituto Italiano di Cultura di Ljubljana, Slovenija, allo Spazio Olim di Bergamo, presso il Museo Carà di Muggia ed infine presso la Libreria laFeltrinelli di Udine.

Sue opere si trovano presso la Raccolta Bertarelli di Milano, il Gabinetto delle Stampe di Bagnacavallo, Il Taipei Fine Arts Museum (Taiwan), il Museo Slesiano di Katowice (Polonia), la Galleria Civica di Uzice (Serbia) e presso diverse altre raccolte pubbliche e private.

Il suo lavoro è stato pubblicato o segnalato su numerosi cataloghi, giornali e riviste tra cui la Rivista "Grafica d'Arte".

Tra gli altri hanno scritto del suo lavoro Paolo Bellini, Stefania Carrozzini, Chiara Gatti, Patrizia Foglia, Maurizio Lorber, Stefania Burnelli, Melania Lunazzi.

La mostra rimarrà aperta fino al 24 novembre 2013, dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20.

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Libri, Arte e Cultura'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!