Mostra 'Il cenacolo' di Livio Možina

Notizia inserita il 21/08/2015

Quadro di Adriana Belle: anemoni

Sabato 22 agosto alle 18 s'inaugura come di consueto alla Galleria Rettori Tribbio di Trieste (piazza Vecchia 6) la mostra, quest'anno intitolata Il cenacolo di Livio Možina e giunta alla VI edizione, che propone le opere realizzate nel 2014/ 2015 da 63 allievi del corso che il maestro tiene in Galleria. La rassegna, che sarà introdotta dall'architetto Marianna Accerboni, propone dipinti di gusto figurativo, realizzati tutti a olio su tela o su tavola, ognuno dei quali rappresenta il quadro simbolo tra i molti realizzati nel corso dell'anno da ciascun artista. Visitabile fino al 4 settembre (orario: feriali 10 - 12.30 e 17 - 19.30 / festivi 10 - 12 / venerdì 10 - 12.30 / lunedì chiuso).

Armonia e costanza sono i parametri che sostengono da anni la felice attività dell'Atelier che il pittore Livio Možina tiene negli spazi della Galleria Rettori Tribbio, nel cuore antico della città - scrive Accerboni - insegnando l'arte pittorica ad artisti di tutte le età e provenienti da diversi livelli di apprendimento. Qui il Maestro, grazie alla sua lunga esperienza e al temperamento amabile e umano, riesce a ricreare una sorta di "isola felice", lontana dal fragore e dallo stress contemporanei, in cui s'intrecciano passione e qualità, tenacia e divertissement: un'osmosi, che trova nell'interesse per l'arte e nella collaborazione reciproca il suo fil rouge, ricreando in un certo senso quell'armonia che fu viva e costante nelle antiche scuole socratiche e platoniche della Grecia classica.

L'importanza attribuita alle regole basiche del disegno, la paziente copia dal vero o da modelli anche fantastici, la consapevolezza che nell'equilibrio dell'autostima e nella costanza dell'esercizio alberghino le basi della conoscenza e del sapere, la disponibilità e la tenacia dello stesso Možina, fanno sì che questa scuola, o meglio questo cenacolo, che aveva preso il via il 5 gennaio 2009, sia divenuta nel tempo un punto di riferimento per la pittura cittadina e non solo, considerando che né la città né la regione Friuli Venezia Giulia dispongono purtroppo di un'accademia istituzionale di belle arti.

Stimolati dalla serietà e dalla semplice disponibilità dell'insegnante, gli allievi rispondono con altrettanto entusiamo e dedizione all'arte, riuscendo, spesso all'inizio neofiti totali, a raggiungere risultati insperati, che possono rappresentare per alcuni il punto di partenza di un'evoluzione professionale della difficile arte del dipingere.

Quadro di Doris d'Agostini: Alice

Della settantina di artisti partecipanti all'anno accademico 2014/ 2015, 63 espongono ora le opere realizzate a olio nell'ambito del corso. Iperrealismo, espressionismo, linguaggio Fantasy e neoromantico palesano approcci diversi all'arte pittorica, in cui costanti sono la capacità di esplicitare e fare buon uso della valenza luministica e l'individualità di ciascun artista, che - cosa rara nelle scuole di pittura - rimane del tutto integra in ciascun allievo. Frequente è poi in molti - conclude Accerboni - l'ispirazione onirica e surreale, quasi che attraverso il sogno, sottolineato da un festoso cromatismo, si realizzi la facoltà di evadere dalla mera realtà verso una positiva antitesi di luce e d'ideale bellezza.

Espongono: Mauro Anello, Tullio Antonini, Roberta Arnoldo, Adriana Belle, Alice Bellettini, Claudia Benedetti, Giosuè Bilardo, Giulia Bon, Federico Bossi, Michela Bottegaro, Ginevra Braut, Fulvio Caiulo, Tina Cencič, Irena Černic, Micol Ciacchi, Walter Colomban, Claudia Comuzzo, Noris Dagostini, Giuseppina Depase, Dorina Deste, Antonio Di Gregoli, Gabriella Dipietro, Sabrina Felician, Nadia Finzi, Gabriella Frandoli, Boris Furlan, Mara Giorgini, Claudio Iurin, Isabella Iustulin, Karin Kosovel, Eros Lupi, Patrizia Lussetti, Linda Maddaloni (Elisa Ricci), Claudio Maiola, Nada Marsich, Francesco Martinuzzi, Cristina Marussi, Dilva Musizza, Bruna Naldi, Marija Obidič, Majda Pertotti, Denise Piccotti, Gabriella Pitacco, Laura Rabbaioli, Manuela Rassini, Giuseppe Razza, Neva Riva, Ilaria Rossi, Fulvia Rovatti, Yvonne Rowden, Otilia Saldana, Diana Salvadori, Renato Schiavon, Barbara Schreiber, Carlo Staurini, Bruno Stiglich, Luca Stuper, Chiara Verza, Serena Vivoda, Enrica Zanzottera, Tatjana Zerjal, Viviana Zinetti, Mitja Zonta.

DOVE: Galleria Rettori Tribbio - Piazza Vecchia 6 - Trieste
QUANDO: 22 agosto - 4 settembre 2015
ORARIO: feriali 10 - 12.30 e 17 - 19.30 / festivi 10 - 12 / venerdì 10 - 12.30 / lunedì chiuso
A CURA DI: Marianna Accerboni
INFO: 335 6750946 - Pagine web della mostra Il cenacolo 2015

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Libri, Arte e Cultura'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!