Il mondo è là. Arte moderna a Trieste. 1910-1941

Notizia inserita il 15/11/2015

Quadro della mostra Il Mondo è là, arte moderna

Aperta dal 1 novembre 2015 al 6 gennaio 2016, al Magazzino delle Idee di Trieste, la mostra Il mondo è là. Arte moderna a Trieste. 1910-1941.

Oltre cento le opere d'arte selezionate, esempi emblematici che per qualità, stile e storia danno vita a un percorso dedicato al Novecento giuliano e alle specificità della cultura figurativa del territorio. La mostra si inserisce nell'azione di valorizzazione della storia e delle arti dal Novecento ad oggi, avviato dall'amministrazione provinciale e mette a fuoco, quale tema centrale, il posizionamento di Trieste e, più in generale, della Venezia Giulia rispetto alla modernità.

L'esposizione, curata da Patrizia Fasolato, Enrico Lucchese e Lorenzo Nuovo, prende spunto da Il mito sottile, un'importante mostra allestita al Museo Revoltella di Trieste nel 1991, e approfondendo alcuni tra i temi allora proposti, presenta una selezione di opere tra oli, acquarelli e sculture. L'itinerario si snoda nell'arco temporale che va dal 1910, anno in cui la Biennale di Venezia dedica una sala alla "Città di Trieste", al 1941 quando la città ospita una delle più importanti raccolte d'arte contemporanea del tempo, quella del collezionista Mario Rimoldi.

Sono decenni nei quali la Venezia Giulia è partecipe, spesso protagonista, del dibattito figurativo della prima metà del novecento, una produzione che propone una lettura diversa del"provincialismo", inteso come dimensione geografica ma non come limite. La mostra infatti riflette una cultura figurativa che parte dall'ambito europeo per abbracciare l'Italia, la classicità e il ritorno all'ordine, attraversando allo stesso tempo le avanguardie, il realismo magico e i post impressionismi.

Gli artisti giuliani formatisi a Monaco, Vienna, Budapest, Parigi, Venezia, Firenze, rifuggono da ogni schematica semplificazione muovendo il loro operare dalla necessità di trovare strade nelle quali far convivere il binomio Europa/Italia. Una ricerca che da Trieste spinge a guardare ad altri orizzonti, perché il mondo è là come scrive nel suo taccuino agli inizi degli anni Venti il pittore triestino Gino Parin, una frase breve e incisiva, da cui trae origine e ispirazione il titolo della mostra, e che ben sintetizza i complessi rapporti della città con l'Europa e con il suo stesso mito, mito che effettivamente autorizza Trieste a coltivare una propria speciale "italianità" e un proprio "sufficiente cosmopolitismo" (Masiero).

Importanti e significativi nella mostra i prestiti che giungono dai musei internazionali di Tel Aviv, Lugano, Fiume, Lubiana, e dalle pinacoteche e gallerie di Milano, Roma, Como, Venezia, Udine e Gorizia. Rilevante è poi la presenza di tele provenienti da collezionisti privati, tra le quali capolavori unici, fruibili al grande pubblico.

Fanno da guida all'itinerario, che propone le opere di oltre cinquanta artisti e si articola in diciassette sezioni, gli interventi di studiosi e critici di primo piano come Silvio Benco, Dario de Tuoni, Manlio Malabotta, Gillo Dorfless e Umbro Apollonio inserito nel dibattito italiano animato, tra gli altri, da Barbantini, Soffici, Carrà e Sarfatti.

La mostra è accompagnata dalla pubblicazione di un catalogo a cura degli studiosi e storici dell'arte Daniele D'Anza, Massimo De Sabbata, Rossella Fabiani, Patrizia Fasolato, Giulia Giorgi, Vania Gransinigh, Maurizio Lorber, Enrico Lucchese, Lorenzo Nuovo, Tina Ponebšek, Sergio Vatta.

Artisti: Franco Asco, Libero Andreotti, Giuseppe Barison, Rodolfo Battig-Melius, Santo Bidoli, Umberto Boccioni, Vittorio Bolaffio, Anna Maria Boldi, Glauco Cambon, Massimo Campigli, Carlo Carrà, Ugo Carà, Giorgio Carmelich, Felice Casorati, Augusto Cernigoi, Bruno Croatto, Filippo de Pisis, Alessandro Filipponi, Leonor Fini, Arturo Fittke, Ugo Flumiani, Enrico Fonda, Achille Funi, Ferenc Futó/Csülök, Mario Lannes, Adolfo Levier, Piero Lucano, Manlio Malabotta, Giovanni Mayer, Giannino Marchig, Arturo Martini, Guido Marussig, Piero Marussig, Marcello Mascherini, Carlo Michelstaedter, Umberto Moggioli, Arturo Nathan, Gino Parin, Veno Pilon, Sofronio Pocarini, Arturo Rietti, Franz Roh, Ottone Rosai , Ruggero Rovan, Romano Rossini, Odino Saftich, Antonio Sant'Elia, Carlo Sbisà, Attilio Selva, Pio Semeghini, Ardengo Soffici, Luigi Spazzapan, Vito Timmel, Romolo Venucci.

Sezioni del percorso: Trieste 1910; Suggestioni parigine e fortuna del Divisionismo; Gli anni di Ca' Pesaro; "Il mondo e là"; I critici; Avanguardia anni Venti; Veno Pilon: "pittura russo-toscana"; Il Ritorno all'Ordine; A Firenze per un'arte nazionale; Un giuliano a Parigi: Enrico Fonda; Realismo Magico; Milano 1929 Fini, Nathan, Sbisà alla Galleria di Barbaroux; Affinché siano di esempio ai giovani. Maestri del '900; Gli anni della nostalgia. Lettura e miti dal "porto sepolto"; Udinesi in mostra a Trieste e modernità a Fiume; Dalle collezioni al Museo.

Il Mondo è là. Arte Moderna a Trieste. 1910-1941 organizzata e promossa dalla Provincia di Trieste in collaborazione con il Polo Museale del Friuli Venezia Giulia/Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e con l'Università Popolare di Trieste, con il sostegno di Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, UPI Friuli Venezia Giulia, Fondazione CRTrieste e Generali.

INFO
Magazzino delle Idee, in Corso Cavour (ingresso dal lato mare)
dal 1o novembre 2015 al 6 gennaio 2016
Provincia di Trieste
Servizi cultura e valorizzazione dei beni del territorio
040 3798500
Descrizione delle sezioni della mostra.

Orari
martedì e mercoledì 10 -13
giovedì 10-13 e 14-17
venerdì, sabato, domenica10-13 e 15-19
lunedì chiuso
25 dicembre chiuso

Ingresso gratuito

Aperture festive martedì 3 novembre 10-13 e 15-19
martedì 8 dicembre 10-13 e 15-19
giovedì 31 dicembre 10-13
venerdì 1 gennaio 15-19
mercoledì 6 gennaio 10-13 e 15-19

Visite guidate
Domenica 8 novembre, ore 11
Sabato 14 novembre ore 17
Domenica 22 novembre ore 11
Sabato 28 novembre ore 17
Domenica 6 dicembre ore 11
Domenica 13 dicembre ore 11
Sabato 19 dicembre ore 17
Sabato 26 dicembre ore 17
Sabato 2 gennaio ore 17
Mercoledì 6 gennaio ore 11

Conferenze con l'autore
Auditorium Magazzino delle Idee, Trieste

Venerdì 6 novembre, ore 17
Enrico Lucchese, «Il mondo è là»: avanguardia e retroguardia a Trieste

Venerdì 13 novembre, ore 17
Giulia Giorgi, Arte slovena a Trieste tra due esposizioni: 1907-1927

Venerdì 20 novembre, ore 17
Lorenzo Nuovo, Identità dell'arte triestina nel primo Novecento

Venerdì 27 novembre, ore 17
Sergio Vatta, Orientamenti moderni e d'avanguardia nella pittura triestina prima del 1914

Venerdì 4 dicembre, ore 17,
Rossella Fabiani, "Affidato a provette maestranze locali". L'arredo negli appartamenti del Duca Amedeo di Savoia Aosta al Castello di Miramare,Un percorso nella documentazione fotografica d'epoca

Venerdì 11 dicembre, ore 17
Massimo De Sabbata, Trieste come "Roma d'Oriente": le arti per una nuova identità italiana (1919-1943)

Venerdì 18 dicembre, ore 17
Maurizio Lorber, Pensare disegnando: gli Skizzenbücher da Liebermann e Menzel a Rietti e Parin

Ingresso libero sino ad esaurimento dei posti

Eventi speciali

Concerti in Auditorium
Sonate per pianoforte di Viktor Ullman,
a cura dell' Associazione Musica Libera
Giovedì 10 dicembre, ore 18
Sabato 12 dicembre, ore 18
Magazzino delle Idee, Trieste

Ingresso libero sino ad esaurimento dei posti

Visite all'Acquedotto Randaccio di san Giovanni di Duino
in collaborazione con Area Marina Protetta di Miramare

Domenica 29 novembre, ore 15
Domenica 13 dicembre, ore 15

Ritrovo all'ingresso dell'Acquedotto, a San Giovanni di Duino.

Prenotazione obbligatoria entro il venerdì precedente alla visita al numero 040 224147 (int. 3) dal lunedì al venerdì 9-13 o alla mail a info@riservamarinamiramare.it.

Ingresso libero sino ad esaurimento dei posti

Al Castello di Miramare

Percorso dedicato all'arredo negli appartamenti del Duca Amedeo di Savoia Aosta

In collaborazione con Polo Museale del Friuli Venezia Giulia

Informazioni presso il Museo Storico del Castello di Miramare,

tel. 040.224143, info@castello-miramare.it

Fonte: Comunicato della Provincia di Trieste

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Libri, Arte e Cultura'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!