Immagini di Italo Svevo

Stai visualizzando una notizia archiviata. Eventuali date presenti in questa pagina possono far riferimento ad anni passati. Per le notizie correnti vai all'Home Page.

Se hai tempo fatti fotografare - Una biografia per immagini di Italo Svevo

«Se avrai tempo, fatti fotografare; non mi hai mai risposto a tal proposito. Puoi farne soltanto 3 copie, per non spendere assai e spediscimene una appena l'avrai.» Così scriveva nel 1901 da Salsomaggiore Livia Veneziani al marito Ettore Schmitz, in arte Italo Svevo, che si trovava a Londra. E Svevo, ancorché angustiato da problemi economici (farsi un ritratto fotografico, nel 1901, non rappresentava la spesa trascurabile di oggi), si affrettava a compiacerla facendosi immortalare da un prestigioso studio di Kensington road.

Dell'abitudine degli Schmitz di farsi fotografare nelle occasioni importanti o, come si vede, nelle più varie beneficeranno, da sabato 11 marzo (inaugurazione alle ore 11.30), i visitatori della mostra che il Museo Sveviano ha organizzato intorno al suo cospicuo fondo fotografico.

Attraverso le fotografie di famiglia e le altre che, nel corso degli anni, il museo ha acquisito, infatti, è possibile ricostruire una suggestiva biografia per immagini che ripercorre la vita dello scrittore dalla più tenera infanzia nella casa paterna, attorniato dagli otto fratelli e sorelle via via al periodo degli studi, del primo impiego alla banca Union, del matrimonio, del lavoro nel colorificio Veneziani, dei viaggi, delle villeggiature, della tardiva gloria letteraria. Le foto ci mostrano lo Svevo privato, ritratto con la sua famiglia o con gli amici - primo fra tutti il pittore Umberto Veruda, oppure nei momenti di relax, al mare, in gita sul carso, durante una partita a bocce, con il suo cane, alle terme. E non stupisce che, nel caso di uno scrittore che ha fatto del suo vissuto biografico la fonte principale, sia pur variamente e ingegnosamente mascherata, della sua opera, le fotografie richiamino così spesso alla mente stralci dei suoi romanzi e degli altri suoi scritti.

La mostra trae spunto dalla pubblicazione della "fotobiografia di Svevo" pubblicata qualche tempo fa dalla rivista "Il Caffé illustrato" curata da Carlo Serafini in collaborazione col Museo Sveviano stesso. E Carlo Serafini, co-autore dei testi insieme al curatore della mostra, Riccardo Cepach e a Irene Battino, sarà presente all'inaugurazione della mostra - diretta da Bianca Cuderi - introducendola con una breve prolusione.

Testo tratto dal sito della Rete Civica

Informazioni utili

Dove: Museo Sveviano - piazza Hortis, 4
Quando: 11 marzo - 11 settembre 2006
orari di apertura: feriale 10 - 13; festivo 10 - 12
visite guidate: lunedì - sabato, ore 11
inaugurazione: sabato 11 marzo, ore 11.30

Ingresso libero

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Libri, Arte e Cultura'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!