Imperfectum: mostra degli ultimi lavori di scultura di Mauro Martoriati

Notizia inserita il 06/10/2016

7-14 ottobre 2016
da lunedì a venerdì 8.30 - 12.00
martedì e mercoledì anche 14.00 - 15.30
sabato 8 ottobre 17.00 - 20.00
presso la sede della Camera di Commercio di Trieste (Piazza della Borsa, 14)

"Pittore, designer e scultore: Mauro Martoriati è prima di tutto un artista errante ed immaginifico - scrive Franco Rosso nella presentazione- , che più di trenta anni fa ha intrapreso un suo viaggio nella creatività per sviluppare una interpretazione filosofica della realtà, interpretando le problematiche sociali della mutevole contemporaneità, liberando una dinamica sentimentale che coniuga natura, paesaggio e umanità.

Ed è partito dalla superficie piatta per arrivare alla tridimensionalità, transitando per il dripping e le espansioni

Con "imperfectum" Martoriati si consacra scultore della bellezza contemporanea e filosofo dell'esistenza: lo fa con una serie di sculture filiformi, mediamente alte 2,5 metri, tutte realizzate con elementi metallici di recupero, nelle quali emerge l'appartenenza di genere pur in assenza degli occhi e degli arti.

Strette ed allungate, si proiettano verso il cielo in una prospettiva direzionale che si rivela la metafora di quello slancio verso un mondo migliore che tradizionalmente firma la sua multiforme produzione artistica, sempre intenzionata a ribadire la necessità per gli esseri umani di conquistare una propria libertà nella vita sociale, senza sudditanze conformistiche e psicologiche, sempre anelante alla felicità.

Sculture che ci ricordano che ci vorrebbero occhi perfetti per rendere perfetto l'imperfetto, ma che essere imperfetti è umanamente normale e normalmente umano: e anche che la continua ricerca della perfezione è manifestazione di vitalità e voglia di osare l'inosabile, e che il perfetto è il disumano, perchè l'umano è imperfetto.

Ci dicono anche che il senso delle nostre imperfezioni ci aiuta ad avere paura, ci spinge a cercare soluzioni, ci costringe ad avere coraggio: con la loro plasticità che lascia filtrare la luce, creando un impulso cinetico nei rapporti tra pieni e vuoti, le sculture di Martoriati simboleggiano una sorta di cariatidi, personaggi portatori di sostegno, vulnerabili e immortali allo stesso tempo, quasi una metafora degli imprenditori di oggi, perfettamente a loro agio nella neoclassica location della Camera di Commercio di Trieste, pronte per partire per un viaggio che le porterà in alcune capitali europee"
Mauro Martoriati nasce a Roma nel 1957 e si forma studiando e lavorando negli anni '70 e '80 anche frequentando la famosa Scuola romana di Piazza del Popolo accanto a Mario Schifano.

Dopo essersi inizialmente dedicato all'architettura e al design d'interni e al restauro, negli anni '80 si dedica completamente all'arte. Esordisce con la pittura, esprimendosi inizialmente attraverso l'acrilico a tinte forti e adottando quindi la tecnica a smalto.

Nel '93 incontra a New York, dove vive e opera per alcuni mesi, l'action painting di Jackson Pollock. Nel '97 si trasferisce nella quiete di Anguillara Sabazia (Lazio), dove rimarrà fino al 2008. Qui esplode la necessità di esprimersi nello spazio attraverso la scultura, anche urbana e monumentale. Tra i primi anni '90 e il 2011 soggiorna e opera ripetutamente a Madrid e a Parigi.
Nel 2007 riprende a dedicarsi anche al design, creando originali e raffinati complementi d'arredo. Nel 2011 ritorna a Roma, dove apre un nuovo studio ed entra in contatto con l'EAC curato da Achille Bonito Oliva e Umberto Scrocca. Nel 2013 si trasferisce a Trieste.

In trent'anni di attività Martoriati ha al suo attivo più di un centinaio di mostre personali e numerosissime collettive in Italia e all'estero accanto a prestigiosi premi e riconoscimenti.

Info: 329.3947761

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Libri, Arte e Cultura'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!