Ebraismo e Mondo Contemporaneo

Stai visualizzando una notizia archiviata. Eventuali date presenti in questa pagina possono far riferimento ad anni passati. Per le notizie correnti vai all'Home Page.

Rassegna Cinematografica
Ebraismo e Mondo Contemporaneo
Trieste, 26 - 30 novembre 2006
Teatro Miela

Martedì 28 novembre

19:00 - L'abbraccio perduto (El abrazo partido, 2004) Comm. di Daniel Burman.

La vita di Ariel si svolge quasi esclusivamente all'interno di un centro commerciale nel centro di Buenos Aires, dove sua madre gestisce un negozio di biancheria femminile. La sua famiglia è di origine ebreo/polacca e i suoi nonni si sono trasferiti in Argentina per scampare all'Olocausto. A differenza dei suoi coetanei, Ariel non è alla ricerca delle sue origini per ottenere un passaporto e far fortuna in un altro paese, ma vuole conoscere qualcosa in più sul passato della sua famiglia per capire come mai suo padre ha lasciato il Sud America poco dopo la sua nascita per andare a combattere in Israele e non è più ritornato, ma anche perché la cosa abbia lasciato indifferenti sua madre e i suoi fratelli. Tutte le domande trovano infine risposta con la ricomparsa di suo padre. Finalmente Ariel potrà conoscere la verità...

20:55 - Passover fever (Leylasede) di Zarhin Sheni.(1995). Con Ghila Almagor, J.Shiloach.

Due giorni sotto lo stesso tetto, una sola famiglia, una tradizione leggendaria che data tremila anni: pesach. Le storie di Yona, Michael, dei loro bambini e dei loro nipoti si mescolano e si uniscono creando un carosello di emozioni, tradimento, desiderio, rabbia, riso e pianto, accompagnati da canzoni e da enormi quantità di cibo. E' una commedia triste di un mondo pieno di colori, in una casa da sogno fra il verde e i fiori, che unisce momenti di fantasia alla descrizione dura della realtà delle vite frustrate dei membri della famiglia.

22:35 - *Happy New Year di Michal Hagi. Fiction,18'. Ebraico. Colour 2001

La sera di Rosh ha Shanà la quattordicenne Ronni, con suo padre, si reca in ospedale a visitare la mamma malata di cancro.

22:55- Dibattito

Mercoledì 29 novembre

19:00 - *8 Ball di Avner Matsliah Fiction, 17'40", ebraico. Colour 2000

Yoel prova costantemente a farsi notare da suo fratello ed il suo gruppo di amici, che trascorrono molto tempo a giocare a biliardo. Un amico d'infanzia di Yoel torna nel quartiere gli ricorda che cosa è la 'vera' amicizia, ma mette in discussione la sua posizione all'interno del gruppo.

19:20 - *Krav tarnegolim (Cock fight) di Sigalit Liphshitz , 2002, 14', colore

In un torrido giorno d'estate, Marziano, allevatore israeliano, sta portando le sue galline al mercato accompagnato dal suo bracciante, rumeno. Giunto ad un posto di blocco palestinese gli viene intimato l'alt. Marziano, è costretto a confrontarsi con il comandante in carica - Nabil, ex bracciante nel suo allevamento di galline.

19:35 - Concorrenza sleale di Ettore Scola (2001) con D. Abatantuono e S. Castellitto

La storia di un sarto "italiano" e di un merciaio ebreo nella Roma del '38: la loro rivalità nel commercio, dovuta anche alla contiguità dei loro negozi, viene inasprita da questioni "razziali" e sfocia in aperto conflitto per poi sciogliersi (quando ormai sarà troppo tardi) in una fraterna solidarietà.

21:40 - La sposa siriana di Eran Riklis (2004)

Confini, barriere, reticolati, cancelli, passaggi obbligati, punti di non ritorno. "La sposa siriana", film del regista israeliano Eran Riklis, è una vicenda che affronta il percorso doloroso e intenso della separazione e delle scelte individuali; tutto ciò collocato in un contesto umano e ambientale nel quale le tradizioni contano moltissimo e indirizzano le esistenze in maniera rigida. Un film politico, arguto e velato a tratti da un'amara ironia. Si tratta della storia di Mona, che va in sposa ad un famoso attore televisivo siriano, pur sapendo che una volta oltrepassato il confine siriano non potrà mai più fare ritorno alla propria famiglia.

Giovedì 30 novembre

19:00 - Il confortorio 1992, 85' di P. Benvenuti, con Emanuele Carucci Viterbi, Adriano Jurissevich, Gianni Lazzaro, Emidio Simini

Tratto da un documento storico. Nel 1736, a Roma. Abramo Cajvani e Angeluccio Dell'Ariccia, condannati alla forca dalla giustizia pontificia nella loro ultima notte sono fatti oggetto di ogni genere di sforzo per convertirli da parte dei padri della Confraternita di San Giovanni Decollato. Il tentativo risulta vano di fronte all'inaspettata forza d'animo dei due ladruncoli, che si mantengono fedeli all'ebraismo anche sotto la tortura.

20:40 - Vai e vivrai (Va, vis et deviens) 2005 Dramm. 140' di Radu Mihaileanu. Con Moshe Abeba, Roschdy Zem, Yael Abecassis, Sirak M. Sabahat, Moshe Agazai, Roni Hadar, Raymonde Abecassis, Rami Danon, Meskie Shibru-Sivan

Salomon è un bambino etiope che vive in un campo profughi in Sudan. Un progetto di cooperazione americano-israelita approda là per trasferire alcuni Falasha - gli etiopi ebrei - in Israele. La madre di Salomon lo obbliga a partire con loro, fingendosi un ebreo, perchè il bambino abbia un futuro. Arrivato a Gerusalemme insieme ad un'altra donna che finge di essere sua madre, Salomon diventa Schlomo. Quando la donna muore il bambino viene adottato da una famiglia israeliana, ma continua a sognare di rivedere sua madre...

23:00 - *Soldat di Shalom Hager, doc. 18' Ebraico. Colour 2001

Aharon è uno studente di Yeshivà che vuole lasciare la Yeshivà ed il mondo ortodosso ed arruolarsi nell'esercito. Quando va a fare la visita di leva un ufficiale si accorge che non è nelle liste di arruolamento.

23:20 - *You di Eyal Elhadad - clip 3'

23:25 - Dibattito

* I cortometraggi, documentari e lavori di fiction sono realizzati dagli allievi della "The Sam Spiegel School of Jerusalem" (sottotitolati in italiano)

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Libri, Arte e Cultura'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!