Mostra fotografica "150 anni fa nasceva Lazzaro Ludovico Zamenhof".

Notizia inserita il 17/11/2009

Mostra "150 anni fa nasceva Lazzaro Ludovico Zamenhof". Sala espositiva Arturo Fittke ex Albo Pretorio, piazza Piccola, 3.

20 novembre - 8 dicembre 2009.

Venerdì 20 novembre p.v. alle ore 17.30, a Trieste presso la Sala Arturo Fittke di Piazza Piccola, 3, verrà inaugurata la mostra fotografica "150 anni fa nasceva Lazzaro Ludovico Zamenhof", l'ideatore dell'Esperanto.

Con una mostra fotografica Trieste ricorda, a 150 anni dalla nascita, la singolare figura di Lazzaro Ludovico Zamenhof, il geniale creatore dell'Esperanto.

L'Associazione Esperantista Triestina, in collaborazione con l'Assessorato alla Cultura del Comune di Trieste, presenta attraverso una serie di scatti, in esposizione da venerdì 20 novembre a martedì 8 dicembre, nella sala "Arturo Fittke" di Piazza Piccola, le tappe più significative della vita di questo studioso che daranno modo al pubblico triestino di comprendere le ragioni profonde che lo portarono alla ricerca di una lingua universale, di facile apprendimento per tutti gli uomini del pianeta.

Nato il 15 dicembre 1859 a Bialystok, città a quel tempo facente parte dell'Impero russo, Zamenhof rivela fin dall'infanzia la propria passione per le lingue: con il padre parla in russo, con la madre in yiddish, impara in breve tempo il polacco, il tedesco, l'ebraico, studia il latino e il greco, ma anche il francese, l'italiano, lo spagnolo e l'inglese. A influenzarlo è certamente il padre, insegnante di lingue, ma soprattutto la città in cui nasce, luogo di scontro tra diverse etnie. Racconta lo studioso ebreo: "A Bialystok la popolazione è composta prevalentemente da russi, polacchi, tedeschi ed ebrei; ognuno parla una lingua diversa e ha rapporti poco amichevoli con gli altri..."

Inseguendo il sogno di una comprensione tra tutti i popoli del pianeta, che sarà il leit motiv di tutta la sua vita, Lazzaro Ludovico Zamenhof inizia verso i sedici anni l'elaborazione di una lingua universale. Nel 1887 compare il primo libro di esperanto per i russi, seguono poi le edizioni in polacco, francese, tedesco e inglese. La forma definitiva di questa lingua universale coniuga la semplicità dell'inglese, la logica del tedesco con la precisione del francese e l'armonia dell'italiano e dello spagnolo.

Zamenhof nel frattempo si laurea in medicina, si sposa e inizia ad esercitare. Sono anni molto difficili, segnati da ristrettezze economiche. Intanto la sua opera suscita le prime adesioni, nel 1905 viene organizzato il primo congresso mondiale di esperanto e nel 1906 si costituisce a Trieste il primo circolo esperantista.

Lazzaro Ludovico Zamenhof, malato già da anni, muore il 14 aprile 1917, nel mezzo della prima guerra mondiale, a Varsavia. Nel 1959 l'UNESCO lo ha incluso tra le personalità universalmente riconosciute importanti nel campo dell'istruzione, della scienza e della cultura.

La rassegna rimarrà aperta sino all'8 dicembre 2009 con orario feriale e festivo 10 - 13 e 17 - 20.

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Libri, Arte e Cultura'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!