Libroclub "Dialoghi degli alberi e dei venti", presentato da Andrej Sinigoi

Notizia inserita il 1/02/2012

Trieste, patria naturale, elettiva o casuale di suggestioni, atmosfere, profonde riflessioni e raffinate meditazioni su grandi e piccoli temi dell'universo "vita", continua ad essere quel qualcosa in più e diverso di quanto può venire individuato e compreso nella etichetta di Melting Pot culturale che gli è stata più volte, e spesso con leggerezza, elargita. Le culture che costituiscono una delle ricchezze della città si toccano fra di loro, fanno nascere sinergie sorprendenti, ma non si contaminano, mantengono la loro identità, pronte a nuovi balzi in avanti, in comune. Ed anche no.

Infatti, come conseguenza di questa rara caratteristica, nella città continuano a moltiplicarsi le iniziative di tale invidiabile fucina di interscambio, dove le diverse identità culturali riescono, contemporaneamente, a conservare le loro peculiarità ed elaborare nuove idee che possono nascere solo dall'incontro (o anche scontro) fra diversità.

In questo ambiente, spesso sperimentale più per sostanza che per elezione o definizione, non di rado nascono novità che fermentano positivamente nel tessuto stesso del patrimonio di conoscenza.

Una di queste vede la luce, quasi in sordina, presso il Circolo delle Assicurazioni Generali, non nuovo a queste esperienze che hanno assunto anche grande rilievo diventando appuntamenti fissi e sempre più ricchi come il Premio Letterario Carlo Ulcigrai. E' l'ultima nata e viene contraddistinta da un nome in parte banale "Libro Club" ed in parte ermetico "Dialoghi degli alberi e dei venti".

Strutturalmente ideata e portata avanti dallo scrittore triestino Andrej Sinigoi, si propone di avvicinare il pubblico al mondo del libro, ed in particolare del romanzo, attraverso un itinerario di incontri, frutto di uno schema prefissato di informazioni e di una officina creativa che individua i temi, gli angoli visuali della trattazione ed i livelli di approfondimento progressivo. Gli appuntamenti inizieranno il 15 febbraio 2012 e proseguiranno a partire dalle ore 17.30 ogni secondo e quarto mercoledì del mese, sino all'inizio dell'estate.

L'obiettivo è rendere il lettore un lettore consapevole attraverso una serie di appuntamenti aperti al contributo attivo di tutti i partecipanti. Gli argomenti in trattazione riguarderanno la narrazione, le sue forme ed i suoi strumenti, la storia del romanzo, i generi del romanzo, la struttura del romanzo. Ma toccheranno anche il tema di chi sia l'autore e chi il narratore, si occuperanno delle problematiche delle traduzioni dei romanzi traslati da ed in altre lingue, dei romanzi trasformati in film e viceversa, delle vite ed opere di autori contemporanei (anche quello del libro pubblicato "ieri" oppure "oggi") visti al di fuori degli schemi e stereotipi consueti; affronteranno l'insolito aspetto dello scorrere del tempo reale e percepito nelle narrazioni, l'incombente presenza esplicita o immanente del destino interpretato dagli autori nelle loro affabulazioni e si avventureranno fra i grandi temi attuali della letteratura di cui spesso sembra che la cultura ufficiale si dimentichi.

In altre parole, gli argomenti dei "Dialoghi" iniziano dove quelli della scuola si sono arenati, scavano dove nessuno va a cercare, non trascurano i grandi investimenti delle case editrici, ma esplorano anche fra quei libri che spesso sono gioiellini nascosti dalla roboanza delle campagne pubblicitarie o si pongono in controtendenza alla letteratura conformista. Inoltre, guardano dentro le culture che a Trieste si incontrano o sono attentamente e riservatamente accolte, assaporate e godute (italiana, tedesca, slovena, francese, greca, britannica, americana del nord e del sud, dei paesi emergenti), e sono stuzzicanti ed intriganti per i lettori curiosi, quelli che non si accontentano di lasciarsi scivolare le righe di un libro sotto gli occhi distratti dal mondo, ma il mondo vogliono conoscerlo meglio. Anche attraverso un romanzo. Diventando lettori protagonisti della propria lettura.

In conclusione, i "Dialoghi" sono incontri di cultura e di culture che non possono nascere spontaneamente altrove. Sono strettamente eredi di una Trieste madre, felicemente composita e complessa con la sua unicità, e figli eclettici con la loro unica diversità.

Il LIBROCLUB "DIALOGHI DEGLI ALBERI E DEI VENTI" Verrà presentato da Andrej Sinigoi il giorno 6 febbraio 2012 alle ore 18.00 presso il Circolo delle Assicurazioni Generali Piazza Duca degli Abruzzi No 1 - 7o piano.

Interverrà la professoressa Gabriella Valera Gruber Presidentessa della Casa della Letteratura di Trieste e dell'Associazione Poesia e Solidarietà che gestisce il Premio Internazionale di Poesia Castello di Duino.

Il primo incontro del "Libroclub" "I Dialoghi degli Alberi e dei Venti" avrà luogo il giorno 15 febbraio 2012 alle ore 17.30 presso il Circolo Aziendale delle Assicurazioni Generali Piazza Duca degli Abruzzi No 1 - 7o piano.

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Libri, Arte e Cultura'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!