Alla libreria Minerva, tre appuntamenti tra musica e scrittura

Notizia inserita il 26/11/2017

28 novembre - 1 dicembre 2017
c/o Libreria Minerva, via San Nicolò 20, Trieste

Martedì 28 novembre alle 17.30 appuntamento con il ciclo "L'albero della musica: Franz Liszt dal pianismo trascendentale al poema sinfonico", serie di incontri di guida all'ascolto ideata e curata da Valentino Sani e Pamela Volpi. Il tema della serata sarà "Liszt in Italia e la nuova letteratura pianistica dell'età romantica (1834-1839)".

Dal 14 novembre al 19 dicembre 2017, ogni martedì dalle 17.30 alle 19. 10 € a singolo incontro.

Giovedì 30 novembre alle 18 verrà presentato il libro "Sottratti all'oblio. Del commercio del libro usato a Trieste e Gorizia" di Marina Silvestri e Giorgio Ossola Beindl, pubblicato da LEG Libreria Editrice Goriziana. Gli autori ne parleranno con Elvio Guagnini.

Il libro. Il mercato dell'usato è a volte, per i libri, una seconda vita: "Sottratti all'oblio" racconta di come patrimoni librari familiari, grandi e piccoli, siano stati riscoperti e resi fruibili a tutti in biblioteche pubbliche, centri di studio e università, o abbiano trovato una nuova collocazione da privati, collezionisti ed amatori grazie al lavoro di librai e bibliofili che hanno operato a Trieste e a Gorizia dagli anni Venti del secolo scorso fino alla sua fine.

La prima parte del libro, scritta da Giorgio Ossola Beindl, collaboratore della Libreria Editrice Goriziana, è al contempo memoria e riflessione sul mestiere di librario. Ossola inizia dal 'baule pieno di libri' con cui ha dato il via all'attività, racconta dell'importante momento della nascita della casa editrice destinata a ripubblicare testi con valore storico e identitario, e sviscera il suo appassionato lavoro di scambio con altri librai e collezionisti, dagli anni Sessanta agli anni Novanta, fino a Vienna e Monaco, province del vecchio Impero austro-ungarico le cui pubblicazioni in tedesco trovavano specularità e convergenze nella terra giuliana.

Nella seconda parte del volume la giornalista Marina Silvestri ricostruisce, attraverso testimonianze dirette, gli analoghi percorsi dei librai Sergio Zorzon, Mario Cerne, Gianfranco e Nicola Misan, Vittorio e Laura Di Pinto, Pierluigi Kruml, e le figure degli scomparsi Tullio Misan, Stelio Davia, Carolus L. Cergoly, Edoardo Marini, Ottone Lantieri e Bruno Bradicich. Ricco di informazioni su diversi aspetti della vita culturale di Trieste e Gorizia del secondo dopoguerra, di cui documenta il respiro internazionale, il libro fa emergere anche le diverse figure di intellettuali, professori e uomini politici che frequentavano le librerie - allora punti di incontro e discussione, - e traccia il disegno di un'epoca di fermenti e interessi che andavano dal recupero degli autori del passato alle grandi correnti di pensiero europee.

Gli autori.

Giorgio Ossola Beindl, maestro elementare e libraio. Ha contribuito alla nascita a Gorizia della Libreria Editrice Goriziana, punto di riferimento per gli storici e i cultori di storia locale.
Marina Silvestri, giornalista, autrice di testi di narrativa e saggistica.

Venerdì 1 dicembre alle 18 verrà presentato "Flashpoint Trieste. La prima battaglia della Guerra Fredda" di Christian Jennings, pubblicato da LEG Libreria Editrice Goriziana. Ne parleranno Lorenzo Salimbeni e Luca G. Manenti.

Il libro. Sul finire della Seconda guerra mondiale, lo scacchiere internazionale era ancora privo di un nuovo ordine e tra le situazioni più complesse da affrontare per i vincitori del conflitto vi era senz'altro quella di Trieste. Situata al confine orientale d'Italia, la città era catturata in una morsa fra le contemporanee avanzate degli Alleati, dei russi e dei partigiani jugoslavi. Se la Germania era ormai sconfitta e il nuovo nemico per gli Alleati erano l'Unione Sovietica e il suo credo comunista, non meno importante era il ruolo della Jugoslavia di Tito, in un difficile bilanciamento tra rivendicazioni ai danni dell'Italia, ricerca di autonomia da Stalin e continue prove di forza con le forze anglo-americane nella Venezia Giulia.

Il libro ripercorre questi anni cruciali e densi di drammi umani in un'ampia visione d'insieme, tenendo presente tutti i punti di vista e i protagonisti, noti o meno. Partigiani italiani e soldati dagli angoli più remoti dell'Impero Britannico, ufficiali americani e nazisti in fuga, comandanti jugoslavi e spie al soldo del miglior offerente si muovono in questo affresco efficacissimo della lotta etnica e ideologica che si stava scatenando al confine orientale italiano. Il costante riferimento alle fonti d'archivio e la prospettiva di lunga durata consentono di affrontare anche gli aspetti più controversi e dibattuti, rendendo quest'opera un importante contributo per il recupero di una memoria troppo spesso taciuta o travisata.

L'autore. Christian Jennings, storico e giornalista, è stato corrispondente di guerra dai Balcani, dall'Africa e da altri Paesi. Tra le sue altre pubblicazioni "At War on The Gothic Line".

Libreria Minerva
via San Nicolò 20
34121 Trieste
telefono 040-369340
libreria.minerva@tiscali.it - www.libreria-minerva.it

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Libri, Arte e Cultura'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!