Mostra personale dell'artista Martin Romeo

Notizia inserita il 20/03/2008

MARTIN ROMEO AL CIRCOLO FINCANTIERI WÄRTSILÄ
18 - 31 marzo 2008

Si è inaugurata a Trieste davanti a un folto pubblico al Circolo Fincantieri Wärtsilä (Galleria Fenice, 2 - I piano) la mostra personale del giovane pittore argentino Martin Romeo, che è stata presentata dall'architetto Marianna Accerboni. La rassegna propone una ventina di opere materiche realizzate a tecnica mista (acrilico, gesso e carboncino) dal ventiduenne artista, il quale nel 2007 si è aggiudicato il Premio Borsa di studio Lilian Caraian: i lavori sono stati creati appositamente per questa esposizione, che rimarrà visitabile fino al 31 marzo.

Martin Romeo

Martin Romeo nasce a Carrara nel 1986 da genitori argentini, la pittrice Isabel Carafì e lo scultore Jorge Romeo - scrive Accerboni - perciò fin dall'infanzia e dall'adolescenza lavora con l'argilla e il gesso. Dal 1992 al '99 si trasferisce a Buenos Aires con la madre, poi, tornato a Trieste, frequenta la sezione di decorazione pittorica dell'Istituto Statale d'Arte "E. e U. Nordio" e attualmente sta approfondendo allo IUAV (Istituto Universitario di Architettura di Venezia) nella sezione Arti visive dello spettacolo materie quali teatro, arte, cinema, multimedia. Inizia professionalmente il proprio percorso artistico all'età di 17 anni, scegliendo quale tema d'indagine e di ricerca il corpo umano, ed esprimendosi con sculture in marmo, legno e ceramica. Poi scivola nella pittura, in cui permane però un forte senso della tridimensionalità. Nel 2004 esordisce con una mostra personale allestita a Trieste al Caffè San Marco, a cui segue la partecipazione a varie collettive. Nel 2007 vince una borsa di studio attribuitagli dalla Fondazione Lilian Caraian, che lo porta per tre settimane a seguire un corso di pittura alla Summer Academy di Salisburgo sotto la guida del pittore cinese Xie Xiang, il quale invitava gli allievi a creare un'opera al giorno, mentre solitamente Romeo impiega una settimana per realizzarne una.

Da questo corso all'estero nasce gran parte delle opere esposte nell'attuale rassegna, tutte realizzate a tecnica mista su tela e su carta, con l'uso di acrilici, carboncino, gesso e resine. In particolare i lavori su carta, d'inclinazione più essenziale e astratta, sono stati realizzati proprio a Salisburgo.

Le opere di Romeo sono particolarmente laboriose: prima il pittore abbozza sulla tela il disegno a carboncino, poi vi stende una base di preparazione (gialla o bianca), quindi fa uso del dripping, cioè fa gocciolare il colore sulla stessa, sottolineando anche le forme dei corpi con pittura bianca o neutra. Successivamente interviene con la spatola, in alcune opere anche con la resina, per donare una speciale lucentezza materica ai suoi lavori. Alla fine dipinge le campiture dello sfondo, in modo piatto, per far risaltare le figure, strette in un intreccio erotico ma morbido, che dà la sensazione del calore, nonostante l'uso frequente di toni freddi. Da un raffinato e personale accostamento dei colori scaturiscono la luce e la forza di queste opere, in cui i corpi umani capovolti vogliono simbolizzare una vita parallela e diversa dall'attuale, in cui si ricomincia con le mani.

Sotto il profilo critico le composizioni di Romeo, divenute materiche dopo l'esperienza salisburghese, si collocano nell'ambito di una moderna reinterpretazione neocubista, che attinge anche al lessico dell'action paiting, senza scordare i grandi maestri del passato, tra cui Romeo predilige Auguste Rodin in particolare e il Gianbologna, e senza tralasciare i fotografi d'arte a noi contemporanei. Anche se l'amore vero di questo giovane e talentuoso artista - conclude il critico - oltre alla pittura, riguarda anche la scultura, che egli incontra ogni volta che va a Carrara a trovare il padre nel suo atelier, ma che a Trieste non può sperimentare per mancanza di spazio e di materia prima.

DOVE: Circolo Fincantieri Wärtsilä · Galleria Fenice, 2 - Trieste
QUANDO: 18 marzo - 25 marzo 2008
ORARIO: da lunedì a venerdì: 9.45-12.00 - 16.00-19.30 / sabato: 15.45-17.15
A CURA DI: Marianna Accerboni
CATALOGO: no
INFO: 3356750946

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Libri, arte e cultura'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!