28 luglio 1914: Prima guerra mondiale - Scena prima; Balcani - Galizia: 100 anni

Notizia inserita il 29/07/2014

Al Museo Postale e Telegrafico della Mitteleuropa

28 luglio 1914: Prima guerra mondiale - Scena prima
Balcani - Galizia: 100 anni

Nel 1914 scoppia il primo conflitto mondiale. Per i triestini e i giuliani, che sono cittadini dell'Impero Austro Ungarico, la tragedia inizia con un anno di anticipo rispetto l'entrata in guerra dell'Italia. Al Museo Postale e Telegrafico della Mitteleuropa di piazza Vittorio Veneto 1 si inaugura lunedì 28 luglio, alle ore 17.30, una mostra che ricorda non solo lo scoppio del conflitto, ma approfondisce eventi, luoghi e episodi legati al fronte balcanico e a quello carpatico-galiziano. L'inedita rassegna curata dalla direttrice museale Chiara Simon e dallo storico Roberto Todero documenta la visione e il sentimento di coloro che dal Litorale Austriaco partirono per i fronti di guerra. Verranno esposte cartoline originali realizzate dai soldati, materiali propagandistici prodotti dai più noti illustratori del "Kriegspressquartier" (pittori di fama che lavorarono per la propaganda di regime), documenti che comunicano l'andamento della guerra, lo stato di salute, la richiesta di notizie sulla vita a casa, sugli arruolamenti e partenze per la guerra di amici e parenti.

Cappella dedicata a San Giusto, patrono di Trieste, 1917, Carpazi Selvosi

Cappella dedicata a San Giusto, patrono di Trieste, 1917, Carpazi Selvosi

Accanto alle cartoline esposte, la rassegna ospiterà una selezione di autentiche stampe d'epoca i cui temi sono legati agli eventi illustrati. Nelle teche centrali saranno esposti alcuni album dedicati a quei fronti di guerra, documenti realizzati da Karl Pippich, Ludwig Koch, Ernst Kutzer, volumi di memorie sugli eventi pubblicati durante il conflitto. Una seconda teca raccoglierà alcuni ricordi dalla città/fortezza di Przemysl.

Fanti triestini in marcia verso Lubiana
Fanti triestini in marcia verso Lubiana

Vi sono ulteriori eventi collaterali alla mostra: nella mattinata del 20 luglio (ore 11.30) verrà scoperta nella Stazione Centrale una stele posta a ricordo dei triestini e giuliani partiti da quello che oggi è il nono binario verso i lontani campi di battaglia, stele voluta dai parenti dei caduti, da associazioni e gruppi diversi che hanno reperito i fondi necessari. Lo scoprimento avverrà in modo anonimo, a ricordare quegli uomini che in gran numero ancora riposano in Galizia, negli abbandonati cimiteri siberiani e in chissà quali altri luoghi lungo la via del difficile ritorno a casa. Il 29 settembre partirà poi da Trieste un viaggio per la Galizia polacca che toccherà alcuni cimiteri dove riposta i caduti del Reggimento 97, Przemysl e Cracovia.

Il 7 agosto (ore 17.30), presentazione nella Sala Consiglio della Posta Centrale del volume "I fanti del Litorale Austriaco al fronte orientale 1914 - 1918" a cura di Roberto Todero. Il 14 agosto, con il consueto sostegno da parte dei volontari/e dell'associazione "Cittaviva", apertura serale del Museo Postale con visite guidate dalle 19 alle 21.

Il 21 agosto, sempre al Museo Postale, presentazione del libro di Bernardino De Hassek "Dagli Asburgo ai Savoia storia di un ufficiale triestino dal KUK IR 97 alla Legione italiana di Vladivostok". E infine il 28 agosto presentazione curata da Marina Rossi del DVD "Cinegiornali di guerra dai fronti galiziano e balcanico.

Il Museo Postale Triestino è aperto dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13, il sabato dalle 9.00 alle 12.30, anche il giovedì pomeriggio dalle 15.00 alle 18.00 Il telefono è lo 040/6764264. Per altre info, www.zenobionline.com

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Libri, Arte e Cultura'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!