Marcel Proust e la medicina

Stai visualizzando una notizia archiviata. Eventuali date presenti in questa pagina possono far riferimento ad anni passati. Per le notizie correnti vai all'Home Page.

"Marcel Proust e la medicina", ovvero lo stretto rapporto tra il famoso scrittore e la malattia, che si ritrova anche nelle sue opere letterarie: è il tema della conferenza organizzata dal Circolo della Cultura e delle Arti di Trieste con il prof. Sergio Dalla Volta, dell'Università di Padova.

L'incontro, introdotto dal prof. Gianfranco Guarnieri, si terrà martedì 29 novembre alle ore 17.45 alla Sala Baroncini delle Assicurazioni Generali, in via Trento 8. L'ingresso è libero.

Il 18 novembre 1922, quando si diffuse la notizia della morte di Marcel Proust, avvenuta a soli 51 anni d'età, questa venne inizialmente accolta con incredulità. La sua morte era stata infatti annunciata già molte altre volte, e Proust si era creato tra i conoscenti la fama di essere un malato, se non immaginario, almeno molto eccentrico. In realtà lo scrittore era gravemente malato di asma nervosa, aggravata poi da una polmonite che gli fu fatale, anche perché Proust - pur lamentandosi molto del suo stato di malattia . non si atteneva alle indicazioni dei medici che gli consigliavano uno stile di vita meno logorante, come se in realtà lo scrittore non volesse guarire.

L'evento della malattia ha avuto una gran rilevanza nella scrittura di Proust: si può infatti osservare che la sua letteratura è stata per certi aspetti l'opera di un malato, al punto che pose la malattia stessa al servizio della scrittura. L'asma e la paura di soffocare (entrate definitivamente nell'arte per opera di Proust) avrebbero infatti modellato la sua sintassi e lo stile, determinando così la struttura e il ritmo delle frasi dell'opera letteraria di Proust.

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Libri, Arte e Cultura'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!