Questa settimana al Revoltella

Stai visualizzando una notizia archiviata. Eventuali date presenti in questa pagina possono far riferimento ad anni passati. Per le notizie correnti vai all'Home Page.

Giovedì 18 agosto, sala auditorium, ore 21.00

Continua i ciclo delle "Letture - concerto". La serata si intitola "Eravamo tutti sognatori..." Serata John Fante. Storia di un ragazzo e del suo braccio sinistro, tratta dal romanzo di John Fante Un anno terribile.

Lettura scenica a cura di Paolo Patui; musiche eseguite dalla Big Band del Friuli Venezia Giulia di Glauco Venier. Disegni eseguiti dal vivo da Gianluca Buttolo.

Di che cosa si possono nutrire un ragazzo e la sua famiglia arrivati da Torricella Peligna, Abruzzo, Italia, fin nel cuore dell'America degli anni '30, se non di sogni? Sono tutti sognatori in quella casa diroccata alla periferia di un'America appena uscita dal crollo di Wall Street; chi sogna il Paradiso, chi sogna di tornare in Itala, chi sogna di poter fare il muratore assieme al proprio figlio. Così sogna il padre di Dominic Molise, un ragazzo brutto e piccolo e con un braccio dal lancio potentissimo. Non è esattamente quello però il sogno di Dominic: per lui il futuro ha riservato la gloria del Baseball, o almeno così lui crede. La realtà altre cose gli ha destinato in una vicenda in cui al baseball si intreccia una struggente, comica e deludente passione amorosa, fino ad un epilogo tanto amaro quanto rudemente legato alla realtà e non al sogno.

Venerdì 19 agosto, terrazza del museo ore 21.00 (in caso di maltempo, sala auditorium, ore 21.30)

Terzo appuntamento del ciclo intitolato "Art&cinema/Interferenze", una serie di quattro incontri e proiezioni incentrati sulle contaminazioni tra la "settima" e le altre arti, a cura del centro ricerche La Cappella Underground con la collaborazione di RaroVideo.

Verrà proiettata una selezione dei Film & Video di Zbig Rybczynski.

Zbig Rybczynski è considerato uno dei massimi esponenti della sperimentazione audiovisiva, fin dai primi cortometraggi prodotti in Polonia negli anni '70. Dopo il premio Oscar del 1983 per Tango, ha iniziato a realizzare video in alta definizione negli Stati Uniti: tra i più noti, Steps (1987), in cui una comitiva di turisti si trova catapultata sulla scalinata di Odessa nella celebre sequenza della Corazzata Potemkin; e l'opera di scultura elettronica The Fourth Dimension (1988).

Sabato 20 agosto, ore 21.00, sala auditorium

Concerti del sabato a cura di Marco Sofianopulo.
Karina Oganjan soprano / Igor Zobin fisarmonica - Musiche della tradizione armena e tartara

Il soprano Karina Oganjan, è diplomata in violino e in canto. Ha ricoperto numerosi ruoli in allestimenti regionali ("Jesus Christ Superstar", "Der Jasager" di Kurt Weil, "Il Flauto Magico" di W.A. Mozart, "Da Capo" di G.Giani Luporini, "Il Ratto Dal Serraglio" di W.A. Mozart,) Si è inoltre esibita in concerti cameristici e orchestrali. In aprile 2005 ha cantato i "Folk Songs" di L.Berio con l'orchestra di Padova e del Veneto sotto la direzione di M.Scarpis. E' cantore titolare della Cappella Civica di Trieste.

Il fisarmonicista Igor Zobin, si diploma al Conservatorio G.Rossini di Pesaro. A nove anni vince il Concorso Internazionale a Treviso ed è successivamente vincitore di numerosi concorsi internazionali e nazionali; fra gli ultimi figurano il terzo posto al Trofeo Mondiale di fisarmonica, il primo posto assoluto ai concorsi Isole Borromee e F.Forgione, in seguito ai quali consegue la targa d'argento del Presidente della Repubblica, la vittoria al Trofeo Internazionale di Musica e il terzo posto generale su 4016 partecipanti da 66 paesi. Nel maggio 2005 vince il concorso nazionale Giulio Viozzi.

Ingresso: intero € 7, ridotto € 4
Il biglietto intero dà diritto a ritornare per tutta l'estate a ingresso ridotto

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Libri, Arte e Cultura'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!