Seminario di Mark G. Frank: Comportamento e inganno: n. 3

Notizia inserita il 04/06/2014

Seminario del massimo esperto mondiale nell'applicazione degli elementi del Comportamento non Verbale all'attività criminologica ed investigativa.

Università di Trieste, 7-8 giugno 2014

Trieste - giugno 2014 "Le nostre esperienze ancestrali non ci hanno preparato ad essere astuti cacciatori di bugie. Coloro che hanno una migliore disposizione a cogliere le menzogne avrebbero avuto ben pochi vantaggi ai tempi dei nostri antenati, nei quali la promiscuità e la società chiusa e di piccole dimensioni conferivano alla menzogna dei costi sociali e personali molto alti. Nelle moderne società industrializzate le opportunità di ingannare sono tantissime e l'intimità è una facile conquista, perché ci sono molte porte chiuse. Quando un inganno viene rivelato, le conseguenze non sono poi così disastrose, visto che è sempre possibile cambiare città, lavoro, moglie: la nostra reputazione danneggiata non ci segue. Per questa ragione viviamo in un contesto che incoraggia la menzogna, dove è possibile nascondere l'evidenza e dove la necessità di sapersi difendere dagli inganni è molto alta. Tuttavia, non siamo stati preparati dalla nostra storia evolutiva ad essere sensibili agli indizi comportamentali che potrebbero rivelare una bugia." (Paul Ekman)

Il Prof. Mark Frank rappresenta al meglio, secondo la definizione di Paul Ekman, la figura del "cacciatore di bugie". Proveniente da una famiglia di tutori della legge e con dei trascorsi adolescenziali tutt'altro che improntati alla pratica accademica, Mark Frank ha frequentato la Cornell University laureandosi in psicosociologia e conseguendo una borsa di studio post-lauream che gli ha permesso di avviare una collaborazione scientifica con il Prof. P. Ekman, mirata all'applicazione del F.A.C.S. (Facial Action Coding System) nella decodifica degli "indicatori di menzogna" in ambito criminologico ed investigativo. Questa esperienza, unitamente ad altre importanti attività scientifiche svolte presso varie università australiane ed americane hanno dato il via ad una carriera accademica che lo ha portato in breve tempo a diventare uno dei massimi riferimenti mondiali per le scienze del comportamento non verbale applicate alle indagini investigative.

Attualmente il Prof. Mark Frank dirige il dipartimento universitario di Scienze comportamentali dell'Università di Buffalo (New York) è consulente di Scotland Yard e di molte altre unità investigative internazionali, oltre a far parte dell'unità comportamentale dell'FBI.

Al Prof. Mark Frank è ispirata la serie tv "Criminal minds" che è stata la capostipite di tutta una serie di format televisivi di grande successo a sfondo criminologico-investigativo nei quali la conoscenza degli strumenti di comunicazione non verbale ed in particolare degli indicatori di menzogna costituiscono il focus centrale.

Nel corso di questo seminario i partecipanti entreranno in contatto direttamente con quelli che oggi risultano essere gli "strumenti del mestiere" degli investigatori professionisti: micro-espressioni del volto, lapsus, tirate oratorie, falsi positivi e falsi negativi, asimmetrie gestuali, frequenza dei manipolatori, alterazione dei parametri fisiologici e loro conseguenze sui comportamenti spontanei, errori nella formulazione delle menzogne e analisi delle strategie di falsificazione e dissimulazione.

Il CRF Onlus e l'Associazione Analisti Emotusologi sono, unitamente a AMeC Associazione Medicina e Complessità i promotori di questo importante evento scientifico e divulgativo, in fase di accreditamento ECM per tutte le professioni medico sanitarie e CPF per altre professioni.

Il seminario si terrà in inglese, ma sarà attivo il servizio di traduzione consecutiva.

Le iscrizioni si possono fare on-line sul sito della segreteria organizzativa www.smileservice.it

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Libri, Arte e Cultura'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!