Dal torchio del tipografo al museo

"Dal torchio del tipografo al museo: i primi passi dell'arte della stampa"
Trieste 26 giugno-31agosto 2007

Promossa dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Trieste, tramite il Servizio Bibliotecario Urbano, l'esposizione Dal torchio del tipografo al museo: i primi passi dell'arte della stampa rientra nelle attività di valorizzazione del patrimonio antico della Biblioteca Civica "Attilio Hortis". Aperta dal 26 giugno al 31 agosto 2007 nei locali del Museo petrarchesco piccolomineo, presenta alcuni dei più antichi incunaboli, i libri impressi dai torchi dei primi stampatori tra il 1465 e il 1500, che il museo possiede.

Sarà possibile ammirare le prove iniziali di quell'arte che fece osservare con ammirazione a Enea Silvio Piccolomini in una lettera del 1455 al cardinale Juan de Carvajal : Quanto mi fu scritto riguardo quell'uomo meraviglioso visto a Francoforte è del tutto vero. I prototipi della nuova arte furono opera di tipografi tedeschi, seguiti a partire dal 1480 da fiamminghi e italiani. Ai nomi dei renani Vindelino da Spira e Johann Schurener e degli alsaziani Georg Husner e Adolf Rusch, saranno accostati i libri impressi da Jacopo da Forlì, dal cremonese Pietro de Piasi, da Bernardino Misinta e Cesare da Parma.

Fra le opere in esposizione si potranno osservare le Rime del Petrarca, primo testo in volgare ad ottenere dignità di stampa, e l'editio princeps del Secretum, impresso a Strasburgo da Adolf Rusch dopo il 1473, raffigurato nell'immagine. Tra le opere più originali viene esposta la Bibbia miniata di Domenico Rossetti, uscita a Venezia dai torchi di Franz Renner nel 1482-83 e Le vicende di uomini illustri di Boccaccio, impresso a Strasburgo da Georg Husner nel 1474-75. Di Piccolomini saranno in visione le Epistole cardinalizie, impresse nel 1475 da Johann Schurener da Boppard (Magonza), recentemente oggetto di una ristampa anastatica con commento (Brescia, Marco Serra Tarantola 2007).

La mostra, ad ingresso gratuito, resterà aperta presso il Museo petrarchesco piccolomineo di Piazza Hortis, 4, al 2. piano.

Le visite si effettueranno dal lunedì al sabato, dalle ore 10 alle 13, con l'assistenza del personale e di volontarie dell'Associazione "Cittaviva". Si ricorda che è accessibile per tutta l'estate sin dalle ore 9.00 la "Sala studio" del Museo per la consultazione del ricco patrimonio bibliografico umanistico (Tel. 040/6758184; fax 040/6758199; e-mail: museopetrarchesco@comune.trieste.it; sito web: www.museopetrarchesco.it).

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Libri, Arte e Cultura'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!