VideoSpritz #3

Notizia inserita il 1/02/2008

Evento speciale venerdì 15 Febbraio 2008 ore 19
primo appuntamento VideoSpritz #3

Breda Beban presenta il progetto IAA e gli artisti albanesi Denis Hyka e Violana Murataj

Finding Grandma's Garden 2007 Un video a due schermi e un libro Mini DV, trasferito in DVD, 20 min Riprese di Violana Murataj & Breda Beban Montaggio di Maverick Litchfield Kelly

Finding Grandma's Garden nasce dalla collaborazione degli artisti Denis Hyka, che ha lasciato Tirana, e Violana Murataj, residente i quella città. Mettendo in scena un lavoro di investigazione sia nella città stessa che nelle emozioni di Hyka, il progetto esplora l'archeologia della memoria e l'impatto sociale e psicologico della migrazione delle persone. Il video sovrappone il viaggio di Murataj in cerca del giardino della nonna di Hyka con il paesaggio delle emozioni di Hyka rivelato da un'inquadratura in primo piano fisso sulla sua faccia nel momento in cui guarda il video di Murataj (la nonna di Hyka infatti è morta l'anno scorso). La presentazione è accompagnata da un libro che presenta disegni di Hyka, fotografie di Murataj e storie personali in inglese e albanese.

Denis Hyka (nato nel 1976, Albania)

Stabilitosi a Londra dal 1997, Hyka non è mai tornato in Albania. I suoi disegni passano dalla rappresentazione romantica dell'amore sensuale a quella degli angoli di strada della sua giovinezza a Tirana. Simili ad un sogno nella qualità e ricchi di dettagli, questi disegni catturano l'urgenza di immortalare momenti fugaci con un appassionato e tuttavia determinato colpo di pennello. I disegni di Hyka sono piccoli e su superfici che vanno da un quaderno di appunti ad un tovagliolo.

Violana Murataj (nata nel 1984 in Albania, vive e lavora a Tirana)

I video e le fotografie di Violana Murataj sono un'esplorazione reticente del mutevole sistema di valori della società in cui è cresciuta. La Rivolta Armata del 1998, vissuta da adolescente, ha solcato profondamente la divisione fra la sua giovinezza sotto il Comunismo e la sua vita di oggi. L'acuta consapevolezza del fluire sotterraneo della Storia nel momento presente segna il suo reportage di viaggio attraverso Tirana.

imagine art after

un progetto d'arte a fasi multiple per galleria, internet e televisione

Curato da Breda Beban, imagine art after è un progetto di arte contemporanea a fasi multiple per galleria, internet e televisione, che impiega un innovativo approccio curatoriale. Riunendo artisti che hanno lasciato i loro paesi d'origine e che ora vivono a Londra con artisti che invece sono rimasti in patria, imagine art after esplora le insicurezze innescate dalla tensione tra la migrazione e il senso sociale e geografico del locale.

Il progetto ha avuto inizio al Guardian Unlimited con un dialogo online tra le coppie degli artisti selezionati e provenienti da Afghanistan, Albania, Etiopia, Iran, Iraq, Nigeria e Serbia. Seguendo il dialogo, gli artisti sono stati invitati a presentare proposte per una nuova opera artistica da realizzare, da soli o insieme con la loro controparte. Diversi lavori sono stati commissionati in seguito, dopo la mostra inaugurale imagine art after svoltasi alla Tate Britain dal 5 ottobre 2007 al 6 gennaio 2008. Una volta esposta l'opera, riflette il profondo impatto che la partecipazione ad imagine art after ha avuto sugli artisti.

L'approccio curatoriale adottato dal produttore creativo di imagine art after, Breda Beban, proviene e sviluppa la sua esperienza di regista indipendente, in cui, nel processo dal copione allo schermo, ogni fase è il risultato della fase precedente. Quando viene tradotto in un progetto di arte, questo metodo consente agli artisti di collaborare gli uni con gli altri e al gruppo curatoriale di valutare e articolare ogni fase, producendo un progetto dinamico, in cui le opere d'arte non sono impiegate come illustrazioni di paternità curatoriale. Beban mira a sviluppare strategie che consentano di partire verso la rappresentazione di qualcosa che è sentito fortemente sui margini delle grandi storie di politica, geografia e amore.

imagine art after è un progetto in corso che dopo il 2007 avrà una successiva edizione.

Per maggiori informazioni visita www.imagineartafter.net
a cura di Dubravka Cherubini
una produzione Trieste Contemporanea che partecipa al progetto Continental Breakfast
con l'adesione della Casa dell'Arte Trieste
con il contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia
sponsor Enoteca Bere Bene Trieste

Trieste Contemporanea. Dialoghi con l'arte dell'Europa centro orientale
Studio Tommaseo, Via del Monte 2/1, 34121 Trieste
orario da lunedì a sabato, 17-20 - ingresso libero
telefono +39 040 639187 fax +39 040 367601
tscont@tin.it
www.triestecontemporanea.it

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Libri, Arte e Cultura'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!