Anne Frank. Parole dall'ombra - Con la Imperfect Dancers Company

Notizia inserita il 10/09/2014

Grande attesa per la nuova creazione di Walter Matteini e Ina Broeckx, Anne Frank. Parole dall'ombra spettacolo di balletto della Imperfect Dancers Company in cartellone al "Verdi" di Trieste dal 19 al 24 settembre 2014 su musiche Bach, Vivaldi, Haendel, B.Marcello e musiche e cori della tradizione ebraica.

Una scena dello spettacolo dedicato ad Anna Frank

Lo spettacolo è ispirato alla figura di Anna Frank nel settantesimo anniversario della sua cattura; il "Diario" infatti è punto di partenza del balletto per riflettere su quell'epoca e le vicende che l'hanno attraversata, il dramma ma anche il coraggio di vivere in quei giorni, visti con gli occhi di una adolescente. Fanno pensare, a questo proposito le parole di Primo Levi che disse "Una singola Anne Frank detta più commozione delle miriadi che soffrirono come lei, la cui immagine è rimasta nell'ombra. Forse è necessario che sia così; se dovessimo e potessimo soffrire le sofferenze di tutti, non potremmo vivere", "Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario" e " Tutti coloro che dimenticano il loro passato, sono condannati a riviverlo".

La protagonista del balletto, Anne, è impersonata da Maria Focaraccio che danzerà con i ballerini della Imperfect Dancers Company, una fra le più ricercate e prestigiose compagnie di danza contemporanea in residenza al Teatro Verdi di Pisa. Formata da otto eccellenti danzatori, Ina Broeckx, Stéphanie Cyr, Kayla May Corbin, Ermo Dako, Maria Focaraccio, Valerio Iurato, Julio Cesar Quintanilla Garcia, Armando Rossi, Imperfect Dancers Company si è affermata con successo, sia di pubblico che di critica, anche a livello internazionale, nelle recenti tournée in Europa, Stati Uniti, Africa e Canada.

Scene e costumi disegnati da Ina Broeckx, luci firmate da Bruno Ciulli, libretto a cura di Walter Matteini e Stefano Mecenate.

A quest'ultimo, coautore del libretto, il compito di spiegare lo sviluppo del processo creativo all'origine di questo balletto: "Ciò che abbiamo voluto raccontare, in primis, è proprio questo appuntamento col destino che trova tutti impreparati ma che segna indelebilmente, non solo con la morte, il destino di milioni di persone. Un appuntamento drammatico e sublime, nel quale si confrontano stili di vita diversi, diverse estrazioni sociali, diversi percorsi esperienziali, diverso modo di aver vissuto, o solo sognato, la vita... Ad accompagnare i passi del corpo di ballo, abbiamo voluto musiche che provengono dalla grande tradizione musicale occidentale, passata e presente, ma anche quelle musiche che vengono dalla storia e dalla tradizione ebraica".

L'esibizione della Compagnia è accompagnata dall'Orchestra della Fondazione lirica triestina che sarà diretta dal Mo Alvise Casellati. Avviato alla carriera di direzione d'orchestra a Vienna e alla Juilliard School di New York, attende alle prove di grandi Maestri come Riccardo Muti, James Conlon, Ivan Fisher e Gianluigi Gelmetti, ed è assistente di Gustav Kuhn al Neues Festspielhaus Erl (Austria) nella stagione 2012/2013. In Italia dopo il debutto alla Fenice di Venezia ha già diretto le più prestigiose orchestre, tra le quali figura anche l'Orchestra del "Verdi" di Trieste, nel 2013.

Lo spettacolo sarà in scena al "Verdi" di Trieste il 19, 20 (doppio spettacolo), 21, 23, 24 settembre 2014.

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Musica e Spettacoli'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!