Bella e Bestia ovvero una rosa non è solo una rosa...

Notizia inserita il 20/06/2016

Lo spettacolo "Bella e Bestia" della Contrada di Trieste, del settore Teatro per l'Infanzia e Gioventù, per la regia di Daniela Gattorno, è liberamente tratto dalla ï¬aba tradizionale e andrà in scena martedì 21 giugno nell'ambito del 23o festival estivo del Litorale, a cura di Muggia Teatro, al giardino del Teatro Verdi di Muggia alle 10.

Una scena di Bella e Bestia della Contrada di Trieste

Il testo di Livia Amabilino e Lorella Tessarotto sviluppa la storia nota della fiaba omonima - insieme agli attori Enza De Rose, Giulio Settimo e Francesco Godina - in cui la bestia è sì il giovane principe vittima dell'incantesimo, trasformato in un essere orribile dalla solita strega malvagia, con grandi orecchie e sopracciglia pelose, ma anche un ragazzo di oggi. Bestia nonostante il suo aspetto ripugnante non si arrende e vuole trovare la ragazza giusta per spezzare il sortilegio che lo opprime.

E' così che, quando un padre sta per cogliere una rosa in regalo per la ï¬glia preferita, alla Bestia viene offerta la grande opportunità di costringere una ragazza a vivere con lui, nella speranza di riuscire a convolare a nozze. Bella per sua fortuna non è solo carina, ha un grande cuore e accetta di conoscere Bestia, che è brutto davvero, ma simpatico e anche un po' romantico. Tra i due si instaura un rapporto speciale, che trascende l'aspetto ï¬sico, capace di spezzare ogni incantesimo, partendo dall'accettazione di sé. Tra sorelle intigranti e pasticcione, un padre negato per gli affari ma col cuore di poeta e un cameriere pieno di simpatia, si snoda una vicenda dal ï¬nale un po' speciale. Biglietti su vivaticket.it

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Musica e Spettacoli'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!