I concerti della Cometa 2008

Notizia inserita il 21/11/2008

Associazione
NOVA ACADEMIA
di Trieste

I CONCERTI DELLA COMETA 2008
XI Festival di Musica Antica e da Camera

Musica barocca a Venezia e a Napoli

Chiesa Evangelica Luterana di rito Augustano
Largo Panfili - Trieste

Stefano Casaccia - direzione artistica

9 novembre - 13 dicembre 2008

Domenica 23 Novembre ore 17.00

INCHORDIS TRIO

SERGIO ZIGIOTTI, mandolino lombardo e napoletano
MARINA SCAIOLI, clavicembalo
FABIANO MERLANTE, arciliuto, tiorba, chitarra barocca

Il mandolino tra Venezia e Napoli
Un misconosciuto strumento del barocco italiano

Ingresso € 10,00 - ridotti € 8,00

PROGRAMMA

GIOVANNI BATTISTA SAMMARTINI 1700/01-1775
Sonata in Sol maggiore per mandolino e basso
Allegretto, Andante, (Allegro)

GIUSEPPE GAETANO BONI II metà del XVII sec. - 1785 circa
Sonata I dai Divertimenti da camera op. 2
preludio (largo), Corrente (Allegro), Sarabanda
Allegro per mandolino e basso

ANTONIO VIVALDI 1680 - 1743
Concerto in Do maggiore per mandolino e bc
Allegro, Largo, (Allegro)

GIUSEPPE GIULIANO XVIII sec.
Sonata di mandolino solo e basso
Allegro, Largo, Allegro

DOMENICO SCARLATTI 1685 1757
Sonata K 90 n. 55
Grave, Allegro, (Allegro), Allegro (Minuetto)

GIOVAN BATTISTA GERVASIO XVIII sec.
Sonata in Re maggiore per mandolino e bc
Allegro, Larghetto grazioso, Allegro

In epoca contemporanea, l'associazione mentale immediata al nome mandolino è collegata con lo strumento a quattro corde doppie, di forma piriforme, suonato con un plettro: il cosiddetto mandolino napoletano. Questa tipologia di strumento non è che una, la più famosa certo ma solo una fra le varie diffuse nel passato in Italia. Anche i celeberrimi concerti di Vivaldi vengono principalmente eseguiti con questo tipo di mandolino ma in realtà sono stati scritti per uno strumento sostanzialmente diverso: si tratta di uno strumento dalle piccole dimensioni che montava cinque o sei cori doppi di corde, accordate per quarte e una terza al basso, sviluppato soprattutto nel nord Italia e a Roma sin dal XVII secolo. All'epoca veniva chiamato mandola oppure mandolino lombardo o milanese. Questo programma musicale propone il repertorio originale per queste due tipologie strumentali eseguito su copie di strumenti d'epoca.

INCHORDIS TRIO

Nasce con l'intento di eseguire il repertorio per mandolino e basso dal XVII al XIX secolo eseguito su copie di strumenti originali e su diverse tipologie strumentali in uso all'epoca. La realizzazione del basso continuo (bc), esclusivamente su strumenti musicali a pizzico, crea un impasto sonoro desueto che mette sotto una luce particolare un repertorio sicuramente da riscoprire, per qualità e quantità.

SERGIO ZIGIOTTI mandolino lombardo e napoletano

Si è diplomato a pieni voti in mandolino sotto la guida del maestro Ugo Orlandi, presso il Conservatorio "C. Pollini" di Padova. Si esibisce in qualità di solista e camerista con diversi ensembles italiani, dalla musica Barocca alla musica Contemporanea. Collabora assiduamente con numerose orchestre sinfoniche ed enti lirici, italiani e stranieri: Chamber Orchestra of Europe, Berliner Philarmoniker, Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, Orchestra del Teatro alla Scala, Orchestra del Comunale di Bologna, Orchestra del Teatro Verdi di Trieste, Orchestra Sinfonica "Arturo Toscanini", Orchestra dell'Arena di Verona, sotto la guida di prestigiosi direttori. Si è classificato tra i vincitori di numerosi concorsi nazionali e internazionali di musica da camera, in duo con il pianoforte, in duo con la chitarra, in quartetto e con ensembles a plettro. Ha registrato per numerose case discografiche tra cui Deutsche Grammophon, Nuova Era, Tactus, Stradivarius, Niccolò e M.A.P.. E' tra i curatori della collana "Conserto Vago" pubblicata dalle Edizioni Armelin di Padova dal 2003 e dedicata alla musica per strumenti a pizzico. Si è laureato al Corso D.A.M.S - sezione musica - della Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Bologna con una tesi sulla storia del mandolino.

FABIANO MERLANTE arciliuto, tiorba, chitarra barocca

Si è diplomato con il massimo dei voti sotto la guida del M° Michelangelo Severi al Conservatorio "A. Buzzolla" di Adria ed ha conseguito il diploma accademico di secondo livello in "musica da camera" presso il Conservatorio "G. Frescobaldi di Ferrara ottenendo il massimo dei voti e la lode. Oltre a diverse Borse di Studio, ha vinto numerosi concorsi nazionali o internzionali, sia come solista che con formazioni da camera. Ha inoltre frequentato Corsi di Perfezionamento tenuti da prestigiosi maestri e musicisti quali Ruggero Chiesa, Julian Bream, Manuel Barrueco, David Russell. Ha effettuato registrazioni per la Rai, per le reti Mediaset, ed ha inciso per le case discografiche Ariston, M.A.P.,Niccolò, Rainbow e TActus. Si occupa di recupero di repertorio ottocentesco come ricercatore di musiche inedite in biblioteche italiane e revisore, pubblicando per case editrici italiane, ed eseguendo concerti con copie di chitarre del primo '800, oltre a collaborare con diversi gruppi come continuista con strumenti antichi quali arciliuto, tiorba e chitarra barocca; è attivo anche nell'ambito contemporaneo cooperando con vari compositori alla stesura, revisione e diteggiatura di musiche per chitarra. Attualmente è titolare della cattedra di Chitarra nei corsi di strumento musicale presso la Scuola Media Statale "T. Tasso-M.M. Boiardo" di Ferrara, ed è iscritto al triennio di I livello in liuto e strumenti a pizzico" al Conservatorio "B. Marcello" di Venezia, dove studia con il M° Tiziano Bagnati.

MARINA SCAIOLI clavicembalo

Conseguito il Diploma in pianoforte ed in seguito il diploma di perfezionamento all'Ecole Normale A. Cortot" di Parigi, si è diplomata in Clavicembalo ed in Organo e Composizione organistica con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio "L. Cherubini" di Firenze. Perfezionatasi con Ch. Rousset e con K. Gilbert presso l'Accademia Chigiana, ottenuto il Secondo premio al Concorso Internazionale di Clavicembalo a Roma, ha curato programmi monografici dedicati al clavicembalo per la Radio Italiana. Ha partecipato a Festivals Internazionali come solista ed ha collaborato con vari teatri per la realizzazione di opere barocche. Ha inciso per la Tactus curando inoltre la trascrizione dei manoscritti di A. Salvolini conservati presso l'Archivio arcivescovile di Ravenna. E' titolare della cattedra di clavicembalo presso il Conservatorio "G. Frescobaldi" di Ferrara per il quale ha curato nel 2006 la registrazione di un dvd dedicato agli intermezzi comici prodotto dal Conservatorio stesso.

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Spettacoli'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!