Concerti di musica da camera al ridotto 'Victor de Sabata' del Teatro Verdi

Notizia inserita il 12/09/2013

I CONCERTI DA CAMERA
AL RIDOTTO "VICTOR DE SABATA" DEL TEATRO VERDI DI TRIESTE
13 settembre - 5 ottobre 2013

La stagione Sinfonica 2013-14 della Fondazione Teatro Lirirco Giuseppe Verdi di Trieste che si inaugura il prossimo 11 ottobre è preceduta da una parentesi cameristica con cui il Teatro offre all'ascolto concerti di musica da camera nella splendida cornice della Sala del Ridotto "Victor De Sabata". Il prossimo mese di settembre vedrà quindi al Verdi a cadenza settimanale l'esecuzione di quattro appuntamenti cameristici a partire dal concerto d'apertura venerdì 13 settembre alle ore 18 che vedrà l'esecuzione della Sinfonia n. 94 in sol maggiore di Franz Joseph Haydn detta anche La Sorpresa per l'uso imprevisto della percussione (i colpi di timpano) che caratterizza il secondo movimento l'Andante in do maggiore. A Haydn seguiranno tre brevi composizioni di Wolfgang Amadeus Mozart: March in re maggiore KV 249, l'Adagio per violino e orchestra KV 261 e il Rondo in si bem. magg. per violino e orchestra con la partecipazione solistica del primo violino Marco Fiorini e dell'Orchestra del Teatro Verdi. L'Adagio in particolare fu composto alla fine del 1776 da Mozart per compiacere il violinista Antonio Brunetti allora in servizio alla corte di Salisburgo.

Ancora al Settecento, in particolare al Barocco veneziano, è dedicata la prima parte del concerto di sabato 21 settembre ore 11.30 in cui sarà eseguita la Sinfonia d'apertura di Arsilda, regina di Ponto (RV 700) terza opera di Antonio Vivaldi, di grande succeso all'epoca (1716), a cui seguiranno "Le quattro stagioni", sicuramente la più nota delle sue composizioni. In realtà si tratta di quattro concerti distinti, scritti sulla scorta di altrettanti sonetti di autore ignoto e ispirati ciascuno ad una stagione dell'anno. Fanno parte dell'opera 8 "Il cimento dell'armonia e dell'invenzione" e costituiscono uno dei primissimi esempi di musica descrittiva. Il programma vedrà poi l'esecuzione del Concerto in La magg. per violino e archi D 96 di Giuseppe Tartini, uno dei 135 concerti per violino scritti dall'autore di origini piranesi e composti in massima parte per essere eseguiti sotto la direzione dell'autore nella Basilica del Santo, a Padova che all'epoca ( tra il 1728 e il 1750 ) disponeva di una delle più prestigiose Orchestre d'Europa. Strumento solista sarà il violino Glauco Bertagnin; partecipa l' Orchestra stabile del "Verdi".

Mercoledì 25 settembre 2013, ore 18.00, si esibirà il Coro del Teatro Verdi sotto la direzione del Mo Paolo Vero che ne è anche il direttore. In programma Franz Schubert di cui saranno eseguiti i Gott ist mein Hirt Salmo XXIII op. 132 e Gross ist der Herr Op. 133 (agosto 1822) nel tempo Maestoso, adagio molto (do maggiore), entrambi per Coro femminile e pianoforte. Schubert è il più autentico compositore del Lied tedesco per voce sola con accompagnamento di pianoforte. Nella sua produzione vocale spiccano anche, per quantità e qualità, un gruppo di pezzi destinati all'esecuzione a più voci: oltre 100 composizioni di tale genere. I canti a più voci si rifanno a diverse tradizioni derivanti dalla musica corale nell'età barocca. I numerosi pezzi per voci maschili e femminili nacquero dalla consuetudine di cantare tra amici nell'ambito della buona borghesia. Per quanto riguarda il Salmo 23 per coro femminile e pianoforte si sa che Schubert lo compose verso la fine del 1820 per la Singschule fondata nel 1817 da Anna Fröhiich nel quadro della Società viennese degli Amici della musica, diventata nel 1822 una sezione del Conservatorio di Vienna. il Salmo 23 è una pagina di straordinaria schiettezza musicale che appartiene ad uno dei momenti di serenità della difficile vita di Schubert.

Faranno seguito per coro maschile e pianoforte a 4 mani tre brani tratti dalla raccolta di Antonìn Dvorák intitolata Z Kytice národnìch pìsnì slovanskych op. 43, una raccolta di xcanzti popolari slavi e i Liebeslieder Walzer op. 52 di Johannes Brahms una fra le più brillanti e note composizioni dell'autore: l'op. 52 si compone di diciotto brevi pezzi i cui testi sono tratti dalla Polydora, ein weltpoetisches Liederbuch (1855) del poeta e filosofo tedesco Georg Friederich Daumer, una raccolta poetica in cui trovano spazio traduzioni e imitazioni da testi popolari soprattutto russi, polacchi e ungheresi; Brahms nell'elaborazione di tale materiale poetico, si ricollega all'antica e consolidata tradizione tedesca dell'Hausmusik, la riunione musicale in ambiente domestico, e dà vita a un'ispirata rassegna delle diverse qualità ritmiche e di carattere del tempo di valzer (le cui peculiarità ebbe modo di apprezzare e assorbire nei primi anni viennesi) senza mai scadere nell'affettazione sentimentale o nell'ammiccamento salottiero, ma al contrario fornendo un elegante modello impreziosito nella colorazione armonica e nella ricca veste contrappuntistica. Impegnati al pianoforte a quattro mani Alberto Macrì che è anche Maestro del Coro del Teatro Verdi e Roberta Torzullo, maestro collaboratore della Fondazione lirica triestina.

Infine sabato 5 ottobre alle ore 18 appuntamento con l'ultimo programma cameristico della rassegna interamente dedicato a Richard Wagner, con la partecipazione s di Stefano Furini spalla dell'Orchestra del Teatro Verdi nella veste di Konzertmeister e vedrà l'esecuzione dei Wesendonck Lieder un ciclo di cinque Lieder composti da Richard Wagner tra il 1857 e il 1858 su altrettante poesie di Mathilde Wesendonck (da cui il nome). Accanto al poema sinfonico Siegfried- Idyll, che figura nella progammazione dei concerti Sinfonici del "Verdi" per l'anno 2013-14, i Wesendonck Lieder sono l'unico lavoro non operistico wagneriano ad essere tuttora regolarmente eseguito in pubblico. Originariamente scritti per pianoforte e voce e presentati nell' orchestrazione di Hans Wemer Henze, i lieder saranno eseguiti con l'Orchestra del Teatro Verdi e introdotti al pubblico da una conversazione del Prof. Carlo de Incontrera.

Il costo del biglietto per ogni concerto è di 5,00 euro e i biglietti per tutti i concerti sono in vendita fino ad esaurimento dei posti disponibili al "Ridotto"presso la Biglietteria del Teatro Verdi a partire da venerdì 2 agosto 2013.

www.teatroverdi-trieste.com

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Musica e Spettacoli'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!