Cittadino Balbastre: il clavicembalista che evitò la ghigliottina

Notizia inserita il 03/03/2014

Per il ciclo Wunderkammer giovani interpreti 2013/14
"Cittadino Balbastre"
Il clavicembalista che evitò la ghigliottina

Korneel Bernolet suona le "Pieces de Clavecin" di Claude-Bènigne Balbastre (8 dicembre 1724 - 20 fiorile 1799)

Korneel Bernolet

Martedì 4 marzo alle 21 al Civico Museo Sartorio di Trieste nella Sala Giorgio Costantinides, il clavicembalista Korneel Bernolet suonerà le "pieces de calvecin" di Claude-Benigne Balbastre, figura intrigante che visse a cavallo tra l'Anciene Régime e la Rivoluzione Francese. Oggi come oggi il clavicembalo è ancora uno strumento vivo, di enorme fascino e bellezza, uno strumento di fatto immortale. Per il clavicembalista Balbastre rappresentava ben di più. Infatti gli permise, a scapito della sua posizione sociale elevata e della Rivoluzione Francese, insieme alla sua innata abilità nel tessere relazioni sociali, di resistere indenne ai tempi; contrariamente ai suoi amici di corte. Perché Balbastre era ai vertici della fama, sedeva lì a pochi passi dal trono.

Allievo di Claude Rameau, fratello di Jean-Philippe Rameau che, quando si trasferisce a Parigi nel 1750, lo aiuta nell'inserimento nell'alta società parigina. Lo vediamo ben presto suonare nei Concert Spirituel, divenire organista nella Chiesa di San Rocco, e via via ricoprire incarichi sempre più prestigiosi: organista a Notre Dame e insegnante personale di Maria Antonietta.

Persino i matrimoni furono di assoluta rilevanza sociale: sposò infatti in prime nozze la figlia del rinomato musicista e flautista Jacques Hotteterre e, rimasto vedovo, in seconde la figlia di un rinomato scrittore.

Questo era Balbastre: l'apoteosi del musicista di corte, talentuoso nella sua professione, trascinante, ma parallelamente geniale nell'intessere relazioni sociali, nel vivere appieno nello splendore del morente Ancien Régime. La sua casa era ritrovo di nobili, frequentata assiduamente da tutte le persone di una qualche influenza culturale o semplicemente politica. Le sue "Pieces de Clavecin", che sentiremo rievocate il 4 marzo dalle talentuose mani di Korneel Bernolet, classe 1989, sono dedicati ad Anne-Nicolas-Robert De Caze, ereditiera di una enorme fortuna, mecenate e collezionista e i brani del libro sono dedicati a personaggi dell'entourage di Balbastre: La D'Hericourt, abate e consigliere della Grand Chambre, o La Segur, che fu l'affascinante e coltissima moglie creola del marchese di Segur, o La Lamarck dedicata alla figlia di una nipote di Madame de Maintenon, l'amante del Re Sole, eccellente clavicembalista. E così via, ogni pezzo è un fiore, un omaggio a un mondo che di lì a pochi anni, non ci sarebbe stato più. Tra persone che non ci sarebbero state più. Come sia stato possibile che il musicista più acclamato e onorato della corte sia uscito indenne dalla rivoluzione ha dell'incredibile. Korneel Bernolet vi trasporterà nell'Ancien Régime, la Rivoluzione alle porte, la ghigliottina affilata...ma al sicuro nell'incantesimo immortale della musica.

Museo Sartorio, Sala Giorgio Costantinides.
Intero € 7,00 + d.p. / ridotto € 5,00 + d.p.
biglietteria e prevendita: ticketpoint, corso italia (040 - 349 8276/277)

Korneel Bernolet

Clavicembalista e direttore d'orchestra, Korneel Bernolet (nato nel1989) è presente sulla scena internazionale dall'età di 19 anni.
E' stato descritto dalla stampa come un interprete incredibilmente abile , dotato di un'ottima tecnica e uno dei giovani solisti europei più interessanti. Sigiswald Kuijken lo definisce "un musicista estremamente fluido, dotato di concentrazione infaticabile e di un naturale talento".

Ha studiato clavicembalo con Ewald Demeyere , Gustav Leonhardt e Christophe Rousset e suona a livello internazionale con La Petite Bande , Scherzi Musicali , B'Rock , cantoLX e molti altri.
Il suo primo CD da solista " Pieces de clavecin (1759)" di Claude Balbastre per l'etichetta Aliud è stato molto apprezzato dalla stampa internazionale , ed è stato nominato dalla emittente fiamminga Klara come una delle tre migliori produzioni di CD fiamminghe del 2013 .

Korneel è anche un giovane promettente direttore e è stato assistente dell'Orchestra del Conservatorio di Anversa , B'Rock , di cantoLX & Orchestre Philharmonique de Luxembourg e de Le Concert d'Anvers. Progetti d'opera, danza e concerti l'hanno portato dal Benelux a collaborazioni in Francia e Macedonia. E ' direttore artistico dell'Ensemble Apotheosis, un gruppo con strumenti originali che esegue musica da camera, vocale e orchestrale dal XVII al XX secolo.

Korneel Bernolet è docente presso il Conservatorio Reale di Anversa, dove insegna armonia funzionale e coaching barocca per cantanti. Insegna anche clavicembalo e basso continuo presso Operastudio Fiandre e presso l'accademia musicale di Aalst.
La sua musicalità è caratterizzata dalla combinazione di un ambiente raffinato ed espressivo alla tecnica (sia al cembalo che nella direzione d'orchestra ), con la costante ricerca di un equilibrio ideale tra informazioni storiche e la pratica del concerto contemporaneo.

www.wunderkammer.trieste.it

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Musica e Spettacoli'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!