Concerto di Kyle Eastwood a TriesteLovesJazz

Notizia inserita il 17/07/2014

Il 17 luglio arriva una vera star internazionale del jazz: il contrabbassista Kyle Eastwood, figlio del celebre attore e ormai in vetta allo star system del mondo musicale. Al suo attivo molti brani autografi a comporre un'ampia e acclamata discografia

Tutti i concerti sono a ingresso libero

TriesteLovesJazz si appresta a sfoderare uno dei suoi colpi migliori mettendo in campo o meglio, sul palco, di Piazza Verdi, il quintetto della star internazionale del jazz Kyle Eastwood, giovedì 17 con inizio ale 21.00 e ingresso libero, come tutti i concerti del festival.

Kyle è "figlio d'arte", essendo il primogenito dell'attore Clint Eastwood, e mai locuzione fu più azzeccata perchè non conta che il celebre padre abbia fatto nascere nel figlio la passione per la buona musica, facendogli ascoltare, sin dalla più tenera età, la musica dei grandi nomi del jazz come Buddy Rich, Count Basie, Art Pepper, Miles Davis e Duke Ellington, e nemmeno di avergli fatto respirare ogni anno l'aria dei palcoscenici del Monterey Jazz Festival, appuntamento irrinunciabile e occasione di vacanza per decenni della famiglia Eastwood, conta, ed è un fatto innegabile, che Kyle sia dotato di un talento naturale, che l'ha portato a scegliere di fare il musicista e ad intraprendere lo studio del basso.

Kyle Eastwood

Il giovane Eastwood, a onor del vero, ha anche studiato cinema alla University of South California ma, concerto dopo concerto, il richiamo della musica è stato irresistibile. Messo sotto contratto dalla Candid Record nel 2004, Kyle ha girato il mondo con la sua band - che comprende Quentin Collins, alla tromba; Graeme Belvins al sax; Andrew McCormack, al pianoforte e Chris Higginbottom, alla batteria - suonando nei contesti più prestigiosi tra cui l'Olympia di Parigi, il Monterey Jazz Festival in California, Il Jurasum Festival nella Corea del Sud, nei mitici Blue Note a Tokyo e a New York e Ronnie Scott's a Londra.

La sua vena compositiva è notevole, specie nel campo delle colonne sonore cinematografiche: sue le soundtrack di film indimenticabili come "Mystic River", "Million Dollar Baby", "Gran Torino", ""Letters from Iwo Jima", "Flags of Our Fathers" e "Invictus", la sua musica è ormai un marchio inconfondibile.

Da diversi anni, Eastwood ha fatto di Parigi la sua città d'anima ed oggi è un parigino a tutti gli effetti. Il suo amore per la Francia lo ha portato a collaborare con musicisti transalpini come Manu Katché (già batterista di Peter Gabriel) e con la cantante Camille e ad incidere alcuni dischi, tra i quali il bellissimo "Songs from the Chateau".

A TriesteLovesJazz, la Kyle Eastwood Band presenta il suo nuovo lavoro discografico, "The View From Here", uscito a marzo per l'etichetta Jazz Village, un disco ad alto tasso di creatività ed innovazione e un groove poderoso che rivelano maturità compositiva e capacità tecniche fuori dal comune.

I prossimi appuntamenti di TLJ vedranno le performance di Veronica & Red Wine Serenaders, un viaggio nella musica popolar-rurale degli Stati Uniti, tra ragtime, pre-war blue ed early jazz a cavallo tra gli anni '20 e '30 e i Black Market del chitarrista Angel Rubio, una suggestiva fusione mediterranea di stili, dal flamenco alla musica turca e araba, con sprazzi di jazz, venerdì 18 luglio, in piazza Verdi, con inizio alle 21.00 (ingresso libero)

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Musica e Spettacoli'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!