Gigi Proietti: "Di nuovo buonasera"

Notizia inserita il 20/02/2009

"Un'eclatante sorpresa connota la conclusione della Stagione al Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia: al Politeama Rossetti infatti farà ritorno dal 7 al 10 maggio, il grande Gigi Proietti, un artista cui non servono presentazioni. Di nuovo buonasera il titolo del suo nuovo spettacolo, che come sempre metterà in luce il suo talento a 360 gradi di attore, comico, cantante. Lo accompagnano un'orchestra, attori e un nutrito corpo di ballo. Prevendita dei biglietti da giovedì 26 febbraio".

Conclusione di stagione brillante, per il Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, che a un già ricchissimo cartellone aggiunge un appuntamento che è una vera "punta di diamante": lo show del grandissimo Gigi Proietti.

Di nuovo buonasera, questo il titolo del suo più recente lavoro, sarà al Politeama Rossetti fra il 7 e il 10 maggio, in tour dopo il calorosissimo successo ottenuto a Roma, dove al Teatro Brancaccio e al Gran Teatro è stato applaudito da oltre 170.000 spettatori, aggiudicandosi il Biglietto d'Oro.

Chi conosce Gigi Proietti, non può stupirsi di tanto entusiasmo: è la naturale risposta delle platee al grandissimo talento dell'artista che - come sempre- anche in questo show si esprime a 360 gradi, proponendosi in veste di attore, comico, cantante, accompagnato in scena da una eccellente orchestra (direzione musicale del Maestro Mario Vicari), da un gruppo di attori fra cui le figlie Susanna e Carlotta, e da un notevole corpo di ballo (le coreografie sono di Fabrizio Angelini).

Un appuntamento da non perdere dunque per il pubblico della regione, da dove Proietti manca dal 2002, quando, per il Teatro Stabile, inaugurò con un recital le stagione estiva del Teatro Romano di Trieste.

Anche grazie all'amicizia che lo lega al direttore dello Stabile regionale Antonio Calenda, con cui ha condiviso l'inizio della carriera al Teatro Centouno di Roma e i primi grandi successi, Gigi Proietti ha sempre avuto un particolare rapporto con Trieste, dove è stato spesso un festeggiatissimo ospite: allo Stabile ha proposto infatti nel 1996 A me gli occhi please, nel 1999 - in un Teatro Tenda costruito ad hoc in Piazza Unità - Prove per un recital e nel 2001 è stato uno dei protagonisti della festa per l'inaugurazione del Politeama Rossetti dopo i restauri...

E sicuramente sarà molto apprezzato questo ritorno con il nuovo Di nuovo buonasera: uno spettacolo che fa omaggio al genere del Varietà e che lo vede alternare canzoni romane a grandi successi internazionali; liriche d'amore e sketch esilaranti; nuovi e vecchi personaggi con una chicca d'autore: l'atto unico Pericolosamente di Eduardo De Filippo.

Una serata, dunque, di commistione di generi, ma percorsa insieme a chi è presente, negli itinerari del linguaggio e della fantasia, con tappe musicali, fatte di frenate, di accelerazioni, di rumore, di improvvise riflessioni, forse di silenzi. Non è mai stato uno spettacolo confezionato. La voglia è stata sempre quella di ritagliare l'evento su i respiri del pubblico.

È da ravvisare in questo forse il nucleo dello "stile" di Proietti, il fil rouge che percorre tutta la sua eclettica, ricca carriera artistica: fin dal primo A me gli occhi please del 1976 infatti Proietti ricerca e sperimenta sulla linea della creazione di uno spettacolo innovativo (che poi è stato molto imitato) dove un attore dispone solo dei propri mezzi espressivi, si serve della propria memoria e della propria tecnica, costruisce una drammaturgia scenica mescolando frammenti di testo anche incompatibili, lasciandosi sorprendere ogni volta dalle infinite possibilità del palcoscenico. Conservando la voglia di partecipare al gran gioco del teatro.

Sicuramente il pubblico regionale si lascerà coinvolgere da questo prezioso e misterioso gioco condotto dal grande Gigi Proietti.

Di nuovo buonasera va in scena dal 7 al 10 maggio, "fuori abbonamento", la prevendita dei biglietti si aprirà giovedì 26 febbraio. Dettagli sui prezzi e ulteriori informazioni saranno disponibili alle biglietterie e presso i punti vendita dello Stabile regionale. Sono previste riduzioni per gli abbonati del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia.

Comunicato 5/05

"Di nuovo buonasera: il grande Gigi Proietti ritorna a Trieste e al Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia con questo accattivante saluto. Un sorprendente "fuori abbonamento" che regalerà - da venerdì 8 a domenica 10 maggio - tre serate di divertimento e grande spettacolo. Proietti metterà in luce il suo talento a 360 gradi di attore, comico, cantante. Lo accompagnano un'orchestra, attori e un nutrito corpo di ballo".

Di nuovo buonasera. Uno spiritoso saluto ed ecco - sorprendentemente - sul palco del Politeama Rossetti apparire uno dei più amati e ammirati artisti della scena italiana, il grande Gigi Proietti.

Un gradito dono, una nuova opportunità di ottimo teatro, che il pubblico ha accolto calorosamente e che si è aggiunta "fuori abbonamento" alla già ricca stagione del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, come una delle sue "punte di diamante"...

Di nuovo buonasera non rappresenta infatti un semplice recital, ma uno show in grande stile, con un notevole allestimento, una nutrita compagnia di artisti che affiancano Proietti e con "numeri" di tutto rispetto che lo hanno accompagnato - a sottolineare l'altissimo gradimento del pubblico - fin dal debutto a Roma. Al Teatro Brancaccio e al Gran Teatro lo spettacolo effettivamente è stato applaudito da oltre 170.000 spettatori, aggiudicandosi il Biglietto d'Oro Agis-Eti.

Ed ora il tour, che porterà Gigi Proietti nelle maggiori città italiane e - da venerdì 8 a domenica 10 maggio a Trieste, nuovamente ospite dello Stabile regionale. Anche grazie all'amicizia che lo lega al direttore dello Stabile regionale, Antonio Calenda, con cui ha condiviso l'inizio della carriera al Teatro Centouno di Roma e i primi grandi successi, Proietti ha sempre avuto un particolare rapporto con Trieste, dove è stato spesso un protagonista applauditissimo: allo Stabile ha proposto infatti nel 1996 A me gli occhi please, nel 1999 - in un Teatro Tenda costruito ad hoc in Piazza Unità - Prove per un recital e nel 2001 è stato uno dei principali nomi presenti alla festa per l'inaugurazione del Politeama Rossetti dopo i restauri... L'ultimo incontro con il pubblico regionale è avvenuto nel 2002, quando, per il Teatro Stabile, aprì con un recital la stagione estiva del Teatro Romano.

Il nuovo spettacolo, è dunque un nuovo appuntamento da non lasciarsi sfuggire: Di nuovo buonasera fa omaggio al genere del Varietà e vede Proietti alternare canzoni romane a grandi successi internazionali; liriche d'amore e sketch esilaranti; nuovi e vecchi personaggi con una chicca d'autore: l'atto unico Pericolosamente di Eduardo De Filippo.

Una serata, dunque, di commistione di generi, ma percorsa insieme a chi è presente, negli itinerari del linguaggio e della fantasia, con tappe musicali, fatte di frenate, di accelerazioni, di rumore, di improvvise riflessioni, forse di silenzi. Non è mai stato uno spettacolo confezionato. La voglia è stata sempre quella di ritagliare l'evento su i respiri del pubblico.

È da ravvisare in questo forse il nucleo dello "stile" di Proietti, il fil rouge che percorre tutta la sua eclettica, ricca carriera artistica: fin dal primo A me gli occhi please del 1976, infatti, Proietti ricerca e sperimenta sulla linea della creazione di uno spettacolo innovativo (che poi è stato molto imitato) dove un attore dispone solo dei propri mezzi espressivi, si serve della propria memoria e della propria tecnica, costruisce una drammaturgia scenica mescolando frammenti di testo anche incompatibili, lasciandosi sorprendere ogni volta dalle infinite possibilità del palcoscenico. Conservando la voglia di partecipare al gran gioco del teatro.

Come sempre, anche in questo show il grande talento dell'artista si esprime a 360 gradi: Proietti si propone in veste di attore, comico, cantante, accompagnato in scena da una eccellente orchestra (dieci elementi scelti fra i migliori musicisti italiani per la direzione musicale del Maestro Mario Vicari), da un gruppo di attori fra cui le figlie Susanna e Carlotta, e da un notevole corpo di ballo (le coreografie sono di Fabrizio Angelini).

Sul palcoscenico ammireremo dunque, oltre a Proietti, Marco Simeoli, Fabrizio Angelini, Loredana Piedimonte, Claudio Pallottini, Fabiana Denicolo, Susanna Proietti, Carlotta Proietti, Giulia Vazzoler, Chiara Rosignoli, Giovanna Gallorini, Valeria Brambilla, Tatiana Biagioni, Francesca Speranza, Vasco Giovannelli, Ennio Dura, Marco Di Folco, Marco Rea.

Mentre nell'orchestra figurano Mario Vicari (pianoforte), Massimo Buzzi (batteria), Franco Corvasce (chitarra), Gianluca Pizzorno (basso), Luca Rocco (tastiere, violino, mandolino), Lello Arzilli (sax, clarino), Mirko Rinaldi (tromba), Massimo Pirone (trombone), Ludovico Angelomè (sax).

Lo spettacolo - organizzato e prodotto da Alessandro Fioroni - andrà in scena al Politeama Rossetti di Trieste in esclusiva regionale, venerdì 8 e sabato 9 maggio alle ore 20.30 e domenica 10 maggio alle ore 18.

Per una questione tecnica - come già annunciato per tempo ­- la "prima" dello show avverrà l' 8 e non il 7 maggio (come inizialmente era stato programmato): si ricorda che chi fosse in possesso di biglietti per la sera del 7 maggio può recarsi nei punti vendita dello Stabile regionale e scegliere una nuova data in cui vedere lo spettacolo.

Dettagli sui prezzi e ulteriori informazioni saranno disponibili alle biglietterie e presso i punti vendita dello Stabile regionale. Sono previste riduzioni per gli abbonati del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia.

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Spettacoli'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!