16^ Festival internazionale Ave Ninchi

Notizia inserita il 09/12/2008

Sabato 13 dicembre 2008, alle ore 10.00, al Teatro MIELA di Trieste, per il "16° Festival Internazionale AVE NINCHI Teatro nei Dialetti del Triveneto e dell'Istria", L'ARMONIA presenta "TEATRINO" sezione del Festival curata da MARIONETTE & CO. dedicata alle Scuole dell'Infanzia ed Elementari, l'ingresso č gratuito, ma č necessaria la prenotazione allo 040.660428.

Il Gruppo Teatrale della Scuola Elementare "Biagio Marin" dell'Istituto Comprensivo "Italo Svevo" di Trieste in collaborazione con L'ARMONIA presenta "UNA BURLA RIUSCITA" liberamente tratto dall'omonima novella di I. Svevo.

Gli studenti dell' Istituto ITALO SVEVO attraversano la Cittā e incontrano i luoghi in cui Ettore Schmitz (alias Italo Svevo) trascorreva la sue giornate tra la letteratura e il lavoro nella sua fabbrica di vernici marine. E' il tramite attraverso il quale vengono in contatto con lo scrittore, cui č intitolata la loro scuola, e decidono di drammatizzare e mettere in scena una sua novella. Lo spettacolo dā modo ai giovani attori di conoscere l'opera e il suo periodo storico a ottant'anni dalla scomparsa del grande autore triestino.

Sabato 13 dicembre 2008, alle ore 11.30, al Teatro MIELA di Trieste La Compagnia BANDA BLANDA di Trieste in collaborazione con il Gruppo Teatrale AMICI DI SAN GIOVANNI presenta "STORIA DI UNA GABBIANELLA E DEL GATTO CHE LE INSEGNO' A VOLARE" tratto dall'omonimo romanzo di Luis Sepúlveda.

Riuscirā il nostro gatto ad insegnare a volare alla gabbianella? E riusciranno gli uomini, al di lā di ogni differenza, a vivere in pace tra loro?

Il Festival, ad ingresso gratuito, si svolge con il contributo e il patrocinio della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e con il patrocinio del Comune di Trieste e della Provincia di Trieste.


Proseguono, al Teatro MIELA di Trieste, gli appuntamenti del "16° Festival Internazionale AVE NINCHI Teatro nei Dialetti del Triveneto e dell'Istria" de L'ARMONIA, ritorna per il dodicesimo anno consecutivo il SALOTTO GIOTTI che, grazie anche al fondamentale apporto del poeta Claudio Grisancich, si č consolidato come osservatorio sulla tradizione e sui nuovi orientamenti dell'espressione artistica in dialetto triestino.

Sabato 13 dicembre 2008 doppio appuntamento: ore 17.30 "El Dialeto de'l Prof. - Roberto Damiani tra Lettere e Teatro".

Roberto Damiani č stato titolare dell'insegnamento di Letteratura Contemporanea della nostra Universitā e dal 1993 ha ricoperto la carica di Assessore alla Cultura del Comune di Trieste.

Dal 1968 assiduo sceneggiatore per le reti radiofoniche nazionali, pubblica nel 1973 una prima antologia della poesia dialettale triestina che aggiorna nel 1989 con una seconda edizione e nel 1976 esordisce come autore teatrale.

Con questo incontro L'ARMONIA gli dedica un affettuoso ricordo in omaggio al suo amore e alla sua dedizione al nostro Dialetto.

Ore 20.30 Lettura scenica di "A CASA TRA UN POCO" di Roberto Damiani e Claudio Grisancich nella versione radiofonica curata da Ugo Amodeo. Con gli attori de L'ARMONIA e la regia di Andrea Busico.

Lo sciopero dei fuochisti del Lloyd, del febbraio del 1902, portato sulle scene.


Proseguono gli appuntamenti per il "16° Festival Internazionale AVE NINCHI Teatro nei Dialetti del Triveneto e dell'Istria" organizzato e promosso dall'Associazione L'ARMONIA.

Domenica 14 dicembre 2008, alle ore 17.30, al Teatro MIELA di Trieste, sarā la volta della Compagnia TEATROTERGOLA - F.I.T.A. (Vigonza - PD) con la commedia "I BALCONI SUL CANALAZZO" di Alfredo Testoni, regia di Eleonora Casara.

Bepi Corneti č a caccia di un titolo nobiliare: usa i soldi del fratello Dionisio, zoticone ma generoso, le grazie delle figlie, una delle quali, non importa quale sia, vuol far sposare a un vecchio conte. Ma le figlie hanno giā uno spasimante e uno di loro, Giorgio, č un azzeccagarbugli di professione e fa in modo che venga ospitato in casa Corneti il proprio zio, vescovo, a Venezia per la processione di San Luigi. A tenere il moccolo un prete di campagna che si autodefinisce "fluttuante", sempre chiamato in causa da tutti. Per finire, una vedovella conosciuta al Lido durante le vacanze irrompe nella casa portando lo scompiglio e facendo ingelosire tutte le donne. Tre atti esilaranti di sicuro divertimento.

Il Festival, ad ingresso gratuito, si svolge con il contributo e il patrocinio della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e con il patrocinio del Comune di Trieste e della Provincia di Trieste.

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Spettacoli'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!