Fuorigioco di Rientro

Notizia inserita il 27/01/2008

Il 15 e 16 febbraio 2008 alla Sala Bartoli di Trieste ore 21.00 "Fuorigioco di Rientro" spettacolo sul calcio dell'ex giocatore della Triestina Andrea Mitri.

Tra monologhi, personaggi e Sheakespeare un viaggio divertente nell'immaginaria vita di Mirko Botteghi calciatore con il mito di Gianni Rivera troppo presto frenato dagli infortuni.

Prevendite abituali

Fuorigioco di rientro Ŕ nel gergo calcistico il ricevere la palla in posizione regolare ma proveniendo da una posizione di fuorigioco al momento dell'inizio del passaggio. Andrea Mitri, ex-calciatore professionista a livello anche di serie B ed attualmente tra le varie cose attore nell'ambito dell'improvvisazione teatrale, prova in qualche modo a rientrare in quello che Ŕ stato per molto tempo il suo mondo, vedendo dalla posizione privilegiata di chi da quell'ambiente si Ŕ staccato ed ha nuovi strumenti per ricordarlo ed analizzarlo. Utilizzando il teatro di narrazione, il cabaret, il lavoro sui personaggi e qualche brano di Sheakespeare, l'attore, solo in scena, prova a raccontare per passaggi laterali la vita dell'immaginario Mirko Botteghi, calciatore troppo presto fermato dagli infortuni; cercando di regalare allo spettatore una visione dall'interno, di un mondo troppo spesso visto dall'esterno in maniera esaltativa oppure viceversa all'occorrenza denigratoria. Ne esce un percorso divertente divertito tra le figurine del calcio: da quella pi¨ nota di Gianni Rivera fino ad altre meno conosciute, la cui foto sull'album Panini (sempre che esista) sarebbe in grado di raccontarci ben poco rispetto al loro passato. Un viaggio tra le persone a convalidare la tesi di Velasco, allenatore della nazionale di pallavolo brevemente prestato al calcio, che comunque aldilÓ di tutto, il calcio rimane sempre un gioco in cui ventidue uomini in mutande si divertono ad inseguire un pallone.

Andrea Mitri

Andrea Mitri Ŕ stato giocatore professionista militando nella Triestina, nel Monza, nella Ternana ed in altre squadre. Si occupa di teatro da ormai una quindicina di anni, specie nel campo dell'improvvisazione teatrale.

E' infatti giocatore dei match di improvvisazione teatrale, e tra i protagonisti di "Comedy" una commedia completamente improvvisata ogni sera su indicazioni fornite dal pubblico.

"Fuorigioco di Rientro" Ŕ il suo primo spettacolo da solo. Il suo prossimo progetto Ŕ intitolato "Sette vite di Bachecco"

Comunicato Stabile FVG

"Andrea Mitri, calciatore professionista che ha giocato in serie B e per alcune stagioni anche nella Triestina, smessa la carriera calcistica, si Ŕ dato al mondo del teatro: con un testo scritto di sua mano e da lui interpretato sarÓ in scena alla Sala Bartoli il 15 e 16 febbraio alle 21. Il suo Fuorigioco di rientro racconta in modo partecipe e critico il mondo del pallone e dell'agonismo".

Lo sport ed il teatro offrono entrambi, con profonditÓ e attraverso linguaggi differenti, affascinanti metafore della vita: per questo, nonostante l'apparente lontananza di questi due mondi, spesso accade di vederli fondersi... A rendere ancor pi¨ stretta e interessante questa intrinsecitÓ Ŕ adesso Andrea Mitri, calciatore e attore di origini triestine, che dopo una bella carriera sportiva ha scelto di darsi al mondo dello spettacolo, dove si Ŕ impegnato con successo sul piano della prosa, della comicitÓ, dell'improvvisazione teatrale oltre che nel campo della fiction, dei cortometraggi e della narrativa.

Il versatile artista presenta - venerdý 15 e sabato 16 febbraio alle ore 21, alla Sala Bartoli - in veste di autore e protagonista il monologo Fuorigioco di rientro - Vita calcistica di Mirko Botteghi: un quadro del mondo del calcio e dell'agonismo tratteggiato dal punto di vista privilegiato dei calciatori. Andrea Mitri ha infatti di certo trovato l'ispirazione per lo spettacolo nella propria diretta esperienza dell'universo calcistico, costruita nei suoi molti anni di professionismo ad alto livello (ha giocato in serie B) alcuni dei quali ha trascorso anche nelle fila dei rossoalabardati, impegnandosi fra la fine degli anni Settanta e il 1982 in quattro campionati della Triestina Calcio, allora in serie C.

Utilizzando il teatro di narrazione, il cabaret, il lavoro sui personaggi e qualche brano di Sheakespeare, l'attore prova dunque a raccontare "per passaggi laterali" la vita dell'immaginario Mirko Botteghi, calciatore troppo presto fermato dagli infortuni; cercando di regalare allo spettatore una visione dall'interno, di un mondo troppo spesso visto dall'esterno in maniera esaltativa oppure, viceversa, denigratoria. Ne esce un percorso divertente tra le figure del calcio: da quella pi¨ nota di Gianni Rivera fino ad altre meno conosciute, le cui foto sul mitico album Panini (sempre che esistano) sarebbero in grado di raccontarci ben poco del loro passato. Un itinerario innanzitutto alla scoperta delle "persone del calcio", a convalidare la tesi di Velasco, allenatore della nazionale di pallavolo brevemente prestato al pallone, che comunque, aldilÓ di tutto, "il calcio rimane sempre un gioco in cui ventidue uomini in mutande si divertono ad inseguire un pallone".

Fuorigioco di Rientro di Andrea Mitri Ŕ diretto da Alberto di Matteo e Silvano Panichi ed Ŕ prodotto da Fondazione Toscana Spettacolo, Laboratorio 9, Teatri Divaganti.

Lo spettacolo resta in scena alla Sala Bartoli - fuori abbonamento - solo il 15 e il 16 febbraio: i posti ancora disponibili sono in vendita presso la Biglietteria del Politeama Rossetti (da martedý a sabato 8.30-12.30, 15.30-19) e il Ticket Point di Corso Italia (giorni feriali 8.30-12.30, 15.30-19) e presso Agenzia Bagolandia (via S.Marco 45, da lunedý a venerdý 9-13 e 16-19; sabato 9-12), Agenzia Pansepol (via del Monte, 2, giorni feriali 8.30-12.30, 15.30-19), Agenzia Peekabooh (Muggia, Riva De Amicis, 21, da lunedý a venerdý 9-12.30, 16-19; sabato 9-12) e presso le agenzie di Monfalcone (Agenzia Universal), Gorizia (Agenzia Appiani), San Vito al Tagliamento (Agenzia Medina Viaggi), Udine (Biglietteria del Teatro Nuovo Giovanni da Udine), Venezia (Agenzie IAT di Piazzale Roma, San Marco e Bookshop di Venice Pavillon), Mestre (Agenzia FelicitÓ Viaggi), Vittorio Veneto (Agenzia Medina Viaggi) e Vicenza (Agenzia Vicenza.com) e presso le altre Agenzie del Circuito Charta presenti sul territorio nazionale (elenco sul sito del Teatro). Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito www.ilrossetti.it. e al tel. 040/3593511.

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Spettacoli'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!