Hubbard Street Dance Chicago

Notizia inserita il 17/04/2008

"È un appuntamento di rilievo eccezionale quello con la Hubbard Street Dance Chicago, al Teatro Stabile regionale sabato 19 e domenica 20 aprile per Danza & dintorni. La Hubbard è senza dubbio una delle più prestigiose compagnie nel mondo della danza internazionale, e al Politeama Rossetti eseguirà raffinate e coinvolgenti coreografie contemporanee firmate fra gli altri da Nacho Duato e Jim Vincent".

Da non perdere - sabato 19 e domenica 20 aprile - uno degli appuntamenti di maggior prestigio e fascino dell'intera Stagione 2007-2008 del Teatro Stabile del Friuli-Venezia Giulia: in scena sarà l'eccellente Hubbard Street Dance Chicago, riconosciuta a livello mondiale come una delle migliori compagnie di danza contemporanee.

Preziosissimo il programma concepito per il pubblico regionale, tutto costruito su emozionanti coreografie di nomi di altissimo livello, quali Nacho Duato, Jim Vincent (direttore artistico della compagnia), Toru Shimazaki, Alejandro Cerrudo e Ohad Naharin.

Disegnare con il corpo quelle emozioni che la musica affida alle note e alle armonie. Tratteggiare le melodie, abbandonarsi ai respiri, danzare le pause, i sussurri, i crescendo più gioiosi... È un dono raro quello di fare di sé lo strumento di una comunicazione e di un'arte che sappiano toccare nel cuore chiunque, deliziando con la propria eccellenza gli spettatori più competenti e conquistando con la propria raffinata immediatezza anche chi alla danza si è appena avvicinato.

Un dono che certo possiede la Hubbard Street Dance Chicago, che il Teatro Stabile regionale ha voluto fortemente ospite del proprio cartellone Danza & dintorni, dove per tradizione inserisce performances di artisti di livello e di fama internazionale.

Così, se negli anni passati è stata la magnetica presenza di Roberto Bolle a calamitare l'attenzione del pubblico, nella Stagione 2007-2008 saranno i danzatori della Hubbard Street Dance Chicago a lasciare con il fiato sospeso e con un indelebile ricordo nel cuore.

L'appuntamento è reso ancor più prezioso dal fatto che è stato piuttosto difficile incontrare questa compagnia sui palcoscenici italiani: corteggiato dai più importanti templi della danza, l'ensemble dopo un'apparizione memorabile al Festival dei Due Mondi di Spoleto, non è ritornata spesso. Per la gioia degli appassionati però, in occasione del trentesimo anniversario della fondazione, la Hubbard Street Dance Chicago ha organizzato una fitta tournée internazionale che tocca ad aprile, per poche selezionate date, anche l'Italia.

Fondata da Lou Conte nel 1977, la compagnia si è subito imposta all'attenzione della critica più competente, affermandosi in breve fra gli ensemble più quotati sul piano internazionale. Da allora con Hubbard Street Dance Chicago hanno collaborato i più illustri coreografi contemporanei, fra cui vanno menzionati almeno Jiri Kylian, Nacho Duato, Daniel Ezralow, Jorma Elo, Lar Lubovitch Twyla Tharp. Dal 2000 la direzione artistica è stata affidata a Jim Vincent, già ballerino con la Nederlands Dans Theater e Jiri Kylian, con la Compañia Nacional de Danza e Nacho Duato e con la Lyon Opera Ballet e Yorgos Loukos.

La Compagnia si è esibita finora in 44 Stati, in 17 nazioni, ha preso parte ai più prestigiosi eventi dedicati alla Danza ed è stata ospite dei più importanti festival internazionali di danza fra cui l'American Dance Festival, DanceAspen, Holland Dance Festival, Philadelphia's Dance Celebration, Jacob's Pillow, The Joyce Theater, The Kennedy Centre, Dance Umbrella a Londra.

Al Politeama Rossetti 19 ballerini eseguiranno un programma di grande suggestione che includerà sia coreografie che appartengono al repertorio della compagnia (Lickety-Split del giovane coreografo e danzatore Alejandro Cerrudo) sia coreografie presentate in prima nazionale, come Bardo del giapponese Shimazaki. In programma inoltre, una magnifica gemma come Cor Perdut di Nacho Duato e Passomezzo dell'israeliano Ohad Naharin. A chiudere il poetico Palladio del coreografo e attuale direttore artistico Jim Vincent.

Vasto l'universo tematico che i danzatori affronteranno nelle cinque coreografie in programma: si passerà dall'argomento mistico e misterioso di Bardo espresso attraverso movimenti febbrili e slanci romantici, alla sensualità gioiosa e al lirismo della creazione che Nacho Duato ha costruito su musiche della cantante di Majorca Maria del Mar Bonet. Ci saranno poi i flessuosi e seducenti passi inventati da Cerrudo per i giochi d'amore che sono al centro di Lickety-split e le atmosfere intime di Passomezzo, che racconta il confronto, punteggiato di vulnerabilità e entusiasmi, fra un uomo e una donna. Il fastoso Palladio di Jim Vincent, trasforma in danza le armonie e le limpide linee del grande architetto italiano.

In scena ammireremo dunque Shannon Alvis, Alejandro Cerrudo, Philip Colucci, Meredith Dincolo, Autumn Eckman, Brian Enos, Kellie Epperheimer, Laura Halm, Ana Lopez, Terence Marling, Jamy Meek, Pablo Piantino, Yarden Ronen, Penny Saunders, Kevin Shannon, Jessica Tong, Tiffany Vann, Benjamin Wardell, Robyn Mineko Williams e Jacqueline Burnett.

In programma si succederanno dunque cinque coreografie.

Bardo

Coreografia di Toru Shimazaki
disegno luci di Ryan J. O'Gara
costumi di Branimira
musica di Dead Can Dance
The Arrival and The Reunion, Saltarello, The Song of the Sibyl, Radharc, Nierka, Echolaia.

Cor Perdut

Coreografia, disegno luci e costumi di Nacho Duato
arrangiamenti e performance di Maria del Mar Bonet
musiche di J. Berberian
Bir Demet Ysemen

Lickety-Split

Coreografia e creazione luci di Alejandro Cerrudo
disegno luci di Ryan J. O'Gara
costumi di Rebecca M. Shouse e Alejandro Cerrudo
musiche di Devendra Banhart,
A sight to behold, This beard is for siobhan, Tit smoking in the temple of artesan mimicry,
Rejoicing in the hands, Korean Dogwood, Lickety-Split

Passomezzo

Coreografia e disegno luci di Ohad Naharin
costumi di Mari Kajiwara,
musiche di tradizione
Greensleeves

Palladio

Coreografia di Jim Vincent
disegno luci di Ryan J. O'Gara
costumi di Mara Blumenfeld
musiche di Karl Jenkins
Palladio

La Stagione 2007-2008 del Teatro Stabile del Friuli-Venezia Giulia va in scena grazie al sostegno della Fondazione CRTrieste.

I biglietti sono in vendita presso: Biglietteria del Politeama Rossetti (da martedì a sabato 8.30-12.30, 15.30-19), Ticket Point di Corso Italia (giorni feriali 8.30-12.30, 15.30-19) e il punto Vendita al Centro Commerciale Torri d'Europa e presso Agenzie Bagolandia (via S.Marco 45, da lunedì a venerdì 9-13 e 16-19; sabato 9-12), Pansepol (via del Monte, 2, giorni feriali 8.30-12.30, 15.30-19), Peekabooh (Muggia, Riva De Amicis, 21, da lunedì a venerdì 9-12.30, 16-19; sabato 9-12) e le agenzie di Monfalcone (Agenzia Universal), Gorizia (Agenzia Appiani), San Vito al Tagliamento (Agenzia Medina Viaggi), Udine (Biglietteria del Teatro Nuovo Giovanni da Udine), Venezia (Agenzie IAT di Piazzale Roma, San Marco e Bookshop di Venice Pavillon), Mestre (Felicità Viaggi), Vittorio Veneto (Medina Viaggi) e Vicenza (Agenzia Vicenza.com) e presso le altre Agenzie del Circuito Charta presenti sul territorio nazionale (elenco sul sito del Teatro). Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito www.ilrossetti.it. e al tel. 040/3593511.

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Spettacoli'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!