L'impresario delle Smirne

Notizia inserita il 1/02/2010

"Eros Pagni ritorna al Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia con un grande personaggio: il mercante turco Alì, protagonista del goldoniano L'impresario delle Smirne. La commedia giunge a Trieste nell'originale lettura registica di Luca De Fusco e - raccontando il coloratissimo universo dell'opera in musica del Settecento - fa omaggio a due personalità del mondo dello spettacolo italiano quali Federico Fellini e Nino Rota".

Uno dei classici più amati, uno dei suoi capolavori comici meno frequenti sulle scene: è L'impresario delle Smirne di Carlo Goldoni, prodotto dal Teatro Stabile del Veneto con lo Stabile di Catania, in scena da mercoledì 3 febbraio al Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia.

Eros Pagni nel ruolo del titolo ci accompagnerà nell'universo dell'opera in musica descritto da Goldoni con spirito acuto, garbo e ironia: a rendere ancor più interessante lo spettacolo è l'originale adattamento di Luca De Fusco - che cura anche la regia - e Antonio Di Pofi, che ne fa un affettuoso omaggio a due grandi artisti come Federico Fellini e Nino Rota, il cui immaginario trova strette attinenze con il mondo goldoniano.

Ha sfoderato come sempre un eccezionale genio comico e creativo, Carlo Goldoni, quando nel 1759 ha tratteggiato il personaggio del turco Alì, regalandogli un divertente eloquio, e soprattutto tutto il possibile stralunato sbigottimento che un pratico uomo d'affari orientale riesca a provare davanti alle bizzarrie degli artisti italiani dell'opera in musica...

Alì è il protagonista de L'impresario delle Smirne e, nell'edizione che Luca De Fusco firma per gli Stabili del Veneto e di Catania, possiederà le doti interpretative, la duttilità e la bella voce di Eros Pagni: è un ricco mercante turco, deciso a diventare impresario di una compagnia d'opera in musica italiana da portare nelle Smirne, per dilettare il pubblico di quei luoghi.

Ad Alì sembra che si tratti di una semplice operazione imprenditoriale e arruola - riconoscendosi estraneo al mondo del teatro - il Conte Lasca, protettore di cantanti, e il sensale Nibio per procacciare le maestranze. Vengono interessati sei comici spiantati, a cui l'occasione giunge come manna dal cielo: ognuno ha con il Conte un colloquio privato per contrattare le modalità della propria partecipazione e ad ognuno viene chiesto di tenere riserbo sugli accordi. Ma il mondo dello spettacolo non è mai stato avvezzo alla discrezione... I vanitosi comici si confidano e scoprono delusi che la stessa offerta è arrivata a tutti, scatenando rivalse ed incontrollate smanie di protagonismo: ognuno si affretta al cospetto di Alì per far valere le ragioni del proprio egocentrismo. Le tre virtuose di musica, Lucrezia, Tognina e Annina battibeccano pretendendo ognuna di essere la primadonna della compagnia, non è da meno il soprano Carluccio e con altrettanta boria si atteggiano l'attor giovane Pasqualino ed il poeta Maccario... Tutti talmente pieni di sé da non accorgersi che il Turco rimane prima sconcertato, poi disgustato dai loro tic, dai capricci, dalle stravaganze. Alì fuggirà da quel mondo folle, lasciando al Conte un piccolo fondo e l'utopia di sostenere con esso un'impresa dove tutti gli artisti con eguali diritti e responsabilità lavorino armoniosamente.

L'edizione musicale del testo goldoniano concepita da De Fusco, nasce da un ricordo di Eros Pagni riguardo un emozionante Impresario delle Smirne diretto nel 1957 da Luchino Visconti, con le musiche di Nino Rota. «Dalla riscoperta della partitura di Rota - spiega il regista - nasce lo spettacolo» che mette in scena una scalcinata compagnia degli anni Cinquanta che vuole portare a Smirne uno spettacolo ambientato nel Settecento, in parallelo con la vicenda immaginata da Goldoni. «Mi hanno colpito le analogie tra i personaggi dell'Impresario e quelli che popolano il mondo dei primi film di Fellini - sottolinea De Fusco - ed è sorprendente la precisione con cui Goldoni disegna i suoi bozzetti sociali, molto simile a quella dei caratteri del cinema felliniano come La strada o Le notti di Cabiria».

Ispirato a due numi tutelari come Rota e Fellini lo spettacolo vive di una cifra di "allegra malinconia": è ambientato in un teatro, dominato dal colore rosso che invade i costumi di Maurizio Millenotti e le scene di Antonio Fiorentino. Le musiche di gusto "neosettecentesco" scritte da Nino Rota sono eseguite nel terzo atto, precedute dalle celebri melodie che il maestro scrisse per i film di Federico Fellini, riarrangiate da Antonio Di Pofi.

Di tutto rispetto il cast che ammireremo nelle gustose caratterizzazioni goldoniane: vi figurano Gaia Aprea, Anita Bartolucci Max Malatesta, Alvia Reale, Paolo Serra, Enzo Turrin.

I ruoli sono così distribuiti Alì Eros Pagni, Beltrame Alberto Fasoli, Conte Lasca Max Malatesta, Carluccio Paolo Serra, Lucrezia Gaia Aprea, Nibbio Enzo Turrin, Tognina Anita Bartolucci, Pasqualino Piergiorgio Fasolo, Maccario Giovanna Mangiù, Annina Alvia Reale.

Ci sono poi in scena alcuni musici: pianoforte Antonio Di Pofi, viola Marco Albano, clarinetto Giorgio Lavorato.

L'adattamento del testo è stato curato da Luca De Fusco (che firma anche la regia) e Antonio Di Pofi (a cui si devono anche l'elaborazione e direzione musicale). Le scene sono del già citato Antonio Fiorentino, i costumi di Maurizio Millenotti; ha curato le coreografie Alessandra Panzavolta, le luci sono di Emidio Benezzi.

L'impresario delle Smirne di Carlo Goldoni va in scena al Politeama Rossetti da mercoledì 3 a domenica 7 febbraio: repliche serali alle ore 20.30, giovedì e domenica alle ore 16 vanno in scena le recite pomeridiane.

La Stagione 2009-2010 del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia va in scena grazie al sostegno della Fondazione CRTrieste.

Prenotazioni e acquisti di biglietti possono essere effettuate presso tutti i punti vendita del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia e naturalmente presso la Biglietteria del Politeama Rossetti. Ulteriori informazioni sono disponibili anche sul sito internet del Teatro www.ilrossetti.it e al numero telefonico 040-3593511.

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Spettacoli'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!