Ballet Cymru: La Bella e la Bestia

Notizia inserita il 9/12/2011

"Prima data del tour italiano del Ballet de Cymru a Trieste, martedì 13 dicembre alle 20.30: la formazione gallese è in scena per un'unica data allo Stabile regionale, per il cartellone Danza. Eseguono una affascinante edizione della favola La Bella e la Bestia."

Prima italiana, martedì 13 dicembre al Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, per il Ballet Cymru (gallese), che presenta un'edizione che si annuncia davvero magica de La Bella e la Bestia.

Per mettere in scena la favola, questa eccezionale formazione di ballerini, usa una combinazione unica di tecnica classica e narrazione.

Una versione di grande impatto dunque a cura della Compagnia del Ballet Cymru, formata da dieci ballerini che si spingono oltre le barriere del balletto classico e in una formula innovativa e fresca colgono la sfida di interpretare grandi pagine della danza, recuperando anche le atmosfere intimiste e i chiaroscuri delle coreografie più note del repertorio classico.

Darius James, direttore artistico e coreografo, ha scelto di mettere in scena La Bella e la Bestia partendo da una nuova partitura musicale, composta da David Welscott, e costruendo un affresco che intreccia il suo particolare, appassionato linguaggio coreografico a un assieme di scene e costumi fantasiosi e colorati.

Una macchia di rosso identifica le sorelle di Bella, invidiose e in cerca d'amore, l'imponenza di un danzatore sui trampoli, "imprigionato" in una corazza ossea, denota la mostruosità della Bestia che però ritroverà - dopo molte peripezie - la delicatezza dell'amore vero e la purezza di un costume bianco e setoso, come si addice a un principe nobile e bellissimo...

Trascritta nel Settecento da Madame de Villeneuve per la sua corte, e poco dopo riedita in una versione rimasta la più frequentata fino ad oggi, da Madame de Beaumont, la favola parla di amore filiale e passione e ammonisce: la vera bellezza è quella del cuore.

Una grazia che appartiene alla dolce Bella, figlia minore di un mercante: le sue sorelle cercano marito, ma sono sgarbate e irose. Quando il padre sembra risollevarsi da un momento avverso e parte per affari, domanda alle figlie che cosa desiderino in dono: le sorelle elencano con avidità, Bella chiede solo una rosa. Colto da una tempesta, il mercante trova rifugio in un castello: all'interno vi è un roseto e ricordando il desiderio di Bella, coglie un fiore. Ma appare il signore del castello - che ha l'orribile aspetto di una Bestia - per punire quel furto. La Bestia decide di rendere la vita al mercante solo se questi condurrà al castello la deliziosa figlia minore. Il padre arriva a casa con un baule colmo di ricchezze - regalo della Bestia - ma col cuore spezzato: Bella decide di sacrificarsi e lascia le sorelle malvagie, tutte contente di perdere in un solo colpo la rivale e dividersi le ricchezze. Per quanto orribile d'aspetto, la Bestia si rivela dolce e generoso con Bella, che vive serena accanto a lui: perché non abbia nostalgia della famiglia le regala anche uno specchio magico dove può sempre vedere il padre. È così che lo scopre ammalato e prega la Bestia di lasciarla ritornare a casa: egli le concede una settimana. Di più, senza di lei, non potrebbe resistere. La ragazza conforta il padre e ritrova le sorelle che la invidiano ancora. E per rovinare il suo rapporto con la Bestia, insistono con falsi pianti per indurla a trattenersi oltre la settimana pattuita. Bella temporeggia un po' ma poi corre al castello: vi trova la Bestia in agonia, con il cuore spezzato. Ma quando Bella corre ad abbracciarlo, e gli si promette in sposa, il suo amore lo guarisce e scioglie l'antico incantesimo: la Bestia riprende le sue vere sembianze e appare come un bellissimo principe che le sarà al fianco per la vita.

Il scena ammireremo Sam Bishop/Richard Read (Il padre, povero mercante), Olga Petiteau/Emily Pimm (Belle, la sua figlia favorita), Emily Pimm/Olga Petiteau (Clementine, la sorella irritabile di Belle), Iselin Bowen (Melisande la sorella timida), Aimee Williamson/Natalie Corne (Citronette, la sorella sognatrice), Helena Cortes (Marie-Lumineuse, la sorella prepotente fidanzata con Jean Claude), Daisuke Miura (Ludovic, figlio del mercante col vizio del gioco), Richard Read/Alexander Nuttall (Avenant, un mascalzone bello e vanitoso pretendente di Belle), Cormac Murphy/Mandev Sokhi (Jean Claude), Mandev Sokhi/Sam Bishop (la Bestia), i ballerini del Ballet Cymru (servitori del castello).

Come già accennato la coreografia è di Darius James, la musica originale è firmata da David Westcott, le scene da Steve Denton. Crea le belle luci Chris Illingworth, mentre i costumi sono di Angharad Spencer e curano le videoproiezioni Matt Wright e Janire Najera. Il balletto va in scena grazie al supporto di The Arts Council of Wales.

Il tour è organizzato in esclusiva italiana da Just in Time - Mauro Diazzi.

La Bella e la Bestia va in scena a Trieste, alla Sala Assicurazioni Generali, ospite del cartellone Danza dello Stabile regionale in prima italiana, soltanto martedì 13 dicembre.

Informazioni in merito a eventuali biglietti disponibili presso i consueti punti vendita dello Stabile regionale e attraverso il sito www.ilrossetti.it.

La Stagione 2011-2012 del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia va in scena grazie al sostegno della Fondazione CRTrieste.

Tutta la stagione e le possibilità di adesione ai diversi cartelloni sono illustrate anche sul sito www.ilrossetti.it; inoltre il Teatro può essere contattato telefonicamente al centralino 040.3593511.

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Spettacoli'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!