Cartellone dei 'Mercoledì del Conservatorio' - Primavera/estate 2014

Notizia inserita il 05/05/2014

Si rinnovano gli appuntamenti con la musica per il programma stagionale de i "Mercoledì" del Tartini primavera-estate nell'Aula Magna del Conservatorio e nella Sala Tartini inizio concerti ore 20.30.

Dmitry Masleev

Saranno i vincitori della XXVIII edizione del Premio della Fondazione "Lilian Caraian" musica da camera ad aprire i concerti in cartellone per la stagione primavera-estate, mercoledì 7 maggio nell'Aula Magna del Conservatorio.

Si prosegue lunedì 12 maggio, aula Magna, in collaborazione con il "Stanislaw Moniuzko Academy of Music" di Danzica (Polonia), per un originale concerto affidato al duo polacco Marcin KozioÅ‚ chitarra e Szymon JabÅ‚on´ski accordeon che si è formato nel 2011 all'Accademia musicale di Danzica unendo le suggestioni sonore della fisarmonica a quelle della chitarra, in programma musiche di Bach, Bogdanovic´, Zolotariov, Ligeti, Piazzolla, Weiss, Boccherini.

Di particolare curiosità il concerto in calendario mercoledì 14 maggio, aula Magna, con i due docenti del conservatorio Tartini e celebri esecutori Sergio Lazzeri controfagotto e Silvano Zabeo pianoforte per un concerto dal titolo originale "Repertori sconosciuti...strumenti invisibili" su musiche di Nussio, Bruns, Okmaca, Ridout.

Vere e proprie "Trame sonore" percorreranno la proposta musicale del 21 maggio, sala Tartini, quando si esibirà l'Ensemble di percussioni del Conservatorio "Lorenzo Perosi" di Campobasso diretto da Giulio Costanzo musiche di Koppel, Rosauro, Zivkovic, Rosi, Armanetti.

Prende spunto dal celebre "Gruppo dei sei" o "Les Six", nato in Francia negli anni '20 del secolo scorso per volontà dei compositori Darius Milhaud, Arthur Honegger, Francis Poulenc, Germaine Tailleferre, Georges Auric e Louis Durey, l'appuntamento in cartellone mercoledì 28 maggio, Aula Magna con il concerto "Troix de Six". Un progetto targato Conservatorio Tartini, primo tra gli eventi in calendario inseriti nel Festival Suona Francese dell'Institut Français Italia, che prende spunto dalla produzione artistica di tre dei sei compositori: Louis Durey, Georges Auric e Germaine Tailleferre meno frequentati negli eventi concertistici. Ad esibirsi i docenti del Conservatorio di Trieste Evaristo Casonato - Oboe Lino Urdan - Clarinetto Sergio Lazzeri - Fagotto e la giovane pianista Rossella Fracaros formatasi a Trieste.

Di sicuro effetto il concerto in calendario il 4 giugno, sala Tartini, con le "Bacchette" del Gruppo percussioni Trieste diretto da Fabián Pérez Tedesco e l'Ensemble vocale Tartini maestro preparatore Adriano Martinolli che proporranno musiche di Tella, Castenetto, Rath, Christian, Pratt, Gauger, Nishimura, Firth, Cosentino, F. Perez Tedesco.

Tutto dedicato alla musica d'organo l'appuntamento dell'11 giugno, sala Tartini, con Massimo Gabba, docente al conservatorio triestino, dal 2013 incide con la prestigiosa etichetta olandese Brilliant Classic è di prossima la pubblicazione dell'opera integrale per organo di August Gottfried Ritter, in questa occasione saranno proposte musiche di Bach e Widor.

Lunedì 16 giugno, Aula Magna, riflettori sul "Piano recital" affidato al pluripremiato pianista russo Dmitry Masleev, vincitore del Premio Internazionale Marizza nel 2013 oltre che del Premio Chopin 2011. Il concerto, in collaborazione con l'Università Popolare di Trieste, proporrà musiche di Šostakovič, Rachmaninov, Čajkovskij, Mendelssohn/Rachmaninov, Liszt.

Dmitry Masleev

All'insegna della musica francese, secondo appuntamento in calendario per il Festival Suona Francese dell'Institut Français Italia, il concerto "Brise musicale française" che vedrà in scena, mercoledì 18 giugno, Aula Magna, l'Ensemble della Classe di Musica d'insieme per fiati del Conservatorio Tartini di Trieste diretta da Franco Poloni con un ricco repertorio da Bozza, Dubois, Damase, Gouvy, Saint-Säens.

Dopo numerose tournée in Italia, Germania, Ungheria, Spagna, Marocco e Portogallo, arriva a Trieste - sabato 21 giugno nella Sala de Banfield Tripcovich - lo Stanford Wind Ensemble, formazione a fiati di ben 50 elementi: sarà dedicato al solstizio d'estate l'appuntamento organizzato in occasione della Festa della Musica, promosso col dipartimento di Musica della Stanford University - Palo Alto (California), solista alla tromba Marco Pierobon, direttore Giancarlo Aquilanti. In programma musiche di Verdi, Bernstein, Torquati, Martelli, Aquilanti, Reed, Ticheli.

Stanford Wind Ensemble

A chiudere la rassegna musicale un evento che celebra il centenario della Grande Guerra, ultimo degli appuntamenti inseriti nel cartellone del Festival Suona Francese dell'Institut Français Italia, 25 giugno sala Victor de Sabata - Ridotto del Teatro Verdi di Trieste. La versione della famosa "Histoire du Soldat" di Igor Stavinskij sarà rivisitata in dialetto giuliano su testi di Claudio Grisancich. In scena Ariella Reggio voce recitante accompagnata da interventi audio-video degli allievi della Scuola di Musica e nuove tecnologie del Conservatorio Tartini, composizione video musicale di Dario Marcon e dall'Ensemble strumentale del Conservatorio di Trieste diretto da Antonino Fogliani.

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Musica e Spettacoli'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!