Chess, musical capolavoro degli ABBA e Tim Rice

Notizia inserita il 9/04/2011

"Per la prima volta in Italia e in esclusiva nazionale, dal 13 al 17 aprile al Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia va in scena Chess, musical capolavoro degli ABBA e Tim Rice che sarà a Trieste a seguire una delle repliche. Allestimento ricchissimo e di primo livello (l'edizione è quella originale inglese) con l'innovativa scelta del regista Horwood di far interpretare, cantare e anche suonare il musical agli stessi attori sulla scena".

Chess, scacchi. È questo il titolo del musical che - nella stagione del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia - rappresenta uno degli appuntamenti più eclatanti: innanzitutto perché quella di Trieste - dal 13 al 17 aprile - è l'unica tappa in programma al di là dei confini inglesi. Si tratta dunque di una straordinaria esclusiva e di una novità assoluta per l'Italia, dove non è mai andato in scena prima.

L'allestimento - prodotto da Michael Harrison Entertainment per lo UKTour - è di eccellente livello: a renderne atto è l'ambìto premio "What's on Stage Award" che lo spettacolo si è aggiudicato poche settimane fa, quale "miglior produzione".E in effetti, la grande scacchiera che si illumina sul palcoscenico - leitmotiv figurativo del musical - il raffinato sfarzo dei costumi (che trasformano l'ensemble in pedine bianche e nere), l'allestimento tecnologicamente all'avanguardia non lasciano posto a dubbi in questo senso.

Ma il clou di Chess sono le musiche nate dal genio degli ABBA (i compositori sono Biörn Ulvaeus e Benny Anderson) e le liriche che portano la firma di Tim Rice, autore di capolavori assoluti come Jesus Christ Superstar, Evita, Il Re Leone... un artista che ha meritato tre Premi Oscar, numerosi Tony, Grammy e una stella sulla celebre Walk of Fame a Hollywood e che per assistere a una delle repliche del musical in Italia, il 15 aprile, sarà a Trieste, dove gli verrà tributato il Premio Internazionale dell'Operetta.

I due componenti maschili degli ABBA, Björn Ulvaeus e Benny Andersson, assieme a Tim Rice composero Chess come "concept - album" prima di trasferirlo in forma di musical sulle scene del West End londinese, nel 1986: lo spettacolo ebbe successo e rimase al Prince Edward Theatre per tre anni; nel 1988 approdò a Broadway.

È affascinante e un po' insolito per il musical, il tema affrontato da Chess: ambientato durante la guerra fredda, ha come protagonisti due fra i migliori giocatori di scacchi al mondo: l'uno è russo, l'altro americano. Il loro confronto supera i confini della partita e tocca l'universo dell'amore: la vera vittoria infatti sarà il cuore di una donna. Il triangolo amoroso si complica poi sullo sfondo di intrighi politici e cospirazioni internazionali, la cui evoluzione è punteggiata da canzoni celeberrime.

Fra queste vanno di ricordate One Night In Bangkok che ha conosciuto una popolarità planetaria negli anni Ottanta, grazie alla versione di Murray Head. La delicata I Know Him So Well - nota nell'interpretazione di artiste come Barbra Streisand e Whitney Houston - è stata acclamata recentemente come uno dei migliori duetti della storia del musical. Potremmo continuare a elencare titoli noti - Heaven Help My Heart, Nobody's Side, Pity the Child, Anthem - ancor più travolgenti quando si trasformeranno sul palcoscenico in note.

E a questo proposito va evidenziato lo spirito innovativo e la fantasia del regista di questa produzione, Craig Revel Horwood - una celebrità nel suo campo - che ha orchestrato danza, canto, recitazione e sorprese dell'allestimento, introducendo quella che è una sua cifra stilistica, ma che per il pubblico italiano sarà una trovata del tutto inedita. Egli rinuncia all'orchestra in buca, ma solo perché a eseguire la colonna sonora dello show dal vivo sono i suoi stessi attori, in scena, durante l'azione.

Gli interpreti sono nel loro assieme di grande rilievo: James Fox - una vera star - (che interpreta L'Americano) e Shona White (Florence Vassy), Daniel Koek (Il Russo), Poppy Tierney (Svetlana), James Grame (Walter), Steve Varnom (Molokov) e David Erik (L'Arbitro), che ammireremo nelle parti principali hanno tutti in carnet ruoli di primo piano nei più quotati musical londinesi, da Wicked a The Phantom of The Opera.

L'Ensemble, numerosissimo, completa l'ottimo cast: ne fanno parte Curtis Angus, Esther Biddle, Ollie Boorman, Gregory Clarke, Jennifer Douglas, Peter Dukes, Alexander Evans, Kate Feldschreiber, Christian Gibson, Joanna Hickman, Matthew James Hinchliffe, Verity Jones, Michelle Long, Martin McCarthy, Tarek Merchant, Helen Power, Charleen Qwaye, Sioned Saunders, Kate Robson Stuart, Alex Tomkins, Bernd Windhoffer.

Il team creativo, è composto dai già citati Tim Rice (liriche), Björn Ulvaeus & Benny Andersson (musiche), Craig Revel Horwood (regia e coreografie), e da Sarah Travis (orchestrazione), Christopher Woods (scene), Greg Arrowsmith (direttore musicale), Ben Cracknell (lighting designer), Colin Pink (sound designer), Jack James (video designer).

Il musical verrà proposto in lingua originale con i sottotitoli in italiano.

Venerdì 15 aprile, Sir Tim Rice sarà a Trieste per vedere una delle repliche del musical a Trieste: nel pomeriggio, al politeama Rossetti gli verrà tributato il premio Internazionale dell'Operetta nel corso di un incontro - cerimonia aperto al pubblico.

Lo spettacolo va in scena mercoledì 13 aprile alle 20.30, giovedì 14 alle 16 e alle 20.30, il 15 alle 20.30, sabato 16 alle 16 e alle 20.30 e domenica 17 aprile alle 16.

Informazioni sui prezzi e sulla disponibilità di biglietti sono a disposizione presso i punti vendita dello Stabile regionale e sul sito www.ilrossetti.it.. Informazioni anche al centralino del Teatro, 040-3593511.

La Stagione 2010-2011 del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia va in scena grazie al sostegno della Fondazione CRTrieste.

Tim Rice (liriche)

Tim Rice è nato nel 1944. Ha iniziato a scrivere canzoni nel 1965: la sua prima canzone, That's My Story fu registrata da un gruppo rock chiamato The Nightshift, la cui carriera non ebbe alcun seguito.

Nello stesso anno incontrò l'amico autore Andrew Lloyd Webber, le cui ambizioni musicali erano più nel teatro che nel rock o nel pop. Decisero di fare squadra per scrivere quattro musical tra il 1965 e il 1978. Il primo, The Likes of Us (1965-66) fu messo in scena per la prima volta nel 2005 ed è stato reso disponibile su cd esattamente 40 anni dopo la sua creazione! Gli altri tre Joseph and the Amazing Technicolor Dreamcoat (1968), Jesus Christ Superstar (1969-71) ed Evita (1976-78) hanno avuto un successo più immediato.

Nella convinzione che sarebbe stato impossibile fare meglio di così, i due autori hanno deciso di imboccare strade diverse nei primi anni Ottanta. E mentre Andrew Lloyd Webber riuscì a fare meglio con Cats, Tim Rice scrisse assieme a Stephen Oliver Blondel (1983), una satira sul medioevo, che rimase in scena per un solo anno a Londra (ed è stata ripresa al Pleasance di Islington nel 2006).

Subito dopo fu la volta di Chess, in collaborazione con Björn Ulvaeus e Benny Andersson degli Abba. Chess ebbe un ottimo riscontro nel West End. Ci sono state innumerevoli produzioni dello spettacolo in giro per il modo da allora, con una forte diversità di qualità e di trama. Una produzione importante fu quella in forma di concerto del 2008 al Royal Albert Hall di Londra, con Josh Groban, Idina Menzel, Adam Pascal e Marti Pellow.

Nel 1989 Tim Rice tradusse il celebre musical francese Starmania (di Michel Berger e Luc Plamondon) in inglese, e il risultato fu un album di successo - in Francia!

Negli Anni Novanta ha lavorato principalmente e felicemente con l'impero Disney, contribuendo alle liriche dei film Aladdin (con musiche di Alan Menken), e Il Re Leone (con musiche di Elton John e Hans Zimmer) oltre che agli spettacoli teatrali La bella e la bestia (di Alan Menken), Il Re Leone e Aida (entrambi con musiche di Sir Elton). Tra un impegno e l'altro con la Disney, ha scritto le parole per il blockbuster teatrale Heathcliff di Cliff Richard (con musice di John Farrar), che ha girato nel Regno Unito nel 1995-96. Per la Dreamworks ha nuovamente unito le forze con Sir Elton per scrivere la colonna sonora del cartone animato La strada per El Dorado (2000).

Tim Rice sta ora lavorando alla scrittura delle liriche per un cartone animato basato sul classico della letteratura sudafricana per bambini Jock of the Bushfeld, sta producendo, in partnership con Lee Menzies, Da qui all'eternità, un nuovo musical originale scritto da Stuart Brayson, sta scrivendo e presentando una serie di programmi per la BBC Radio 2 dal titolo American Pie, e sta lavorando su un nuovo musical basato sulla vita di Machiavelli.

Ha ottenuto una grande varietà di premi, principalmente per cose sbagliate, o semplicemente per essere andato alla cerimonia! Questi comprendono una stella sulla Walk of Fame di Hollywood, tre Oscar, quattro Tony, cinque o sei Grammy e circa una dozzina di Ivor Novellos. È consigliere di amministrazione (ed ex presidente) del Maryleboe Cricket Club, ed è il presidente della Fondazione per lo Sport e le Arti. Tim vive a Londra, in Cornovaglia e sull'autostrada tra i due luoghi, ha tre bambini, la sua squadra di cricket e un cavalierato.

Björn Ulvaeus (musiche)

Björn Ulvaeus è nato nel 1945 a Gotheburg, sulla costa occidentale della Svezia.

Dopo una carriera di successo in un gruppo folk svedese nella metà degli anni Sessanta, ha iniziato la sua collaborazione con Benny Andersson. Assieme hanno fondato gli ABBA con Agnetha Faltskog e Anni-Frid Lyngstad. Già negli anni degli ABBA l'idea di scrivere un musical era per lui molto allettante, e nel 1981 Björn e Benny incontrarono Tim Rice e scrissero con lui Chess, spettacolo che debuttò nel West End nel 1986.

Nel 1995 Björn e Benny scrissero un nuovo musical dal titolo Kristina from Duvemla, che è rimasto in scena per tre anni in Svezia. Nel febbraio 2002 la versione svedese di Chess ha debuttato a Stoccolma.

Benny Andersson (musiche)

Benny Andersson è nato a Stoccolma il 16 dicembre 1946. Nel 1952 ha cominciato a ricevere lezioni di fisarmonica da suo padre e suo nonno. Tra il 1964 e il 1968 ha fatto parte del gruppo Hep Stars, la più popolare band rock svedese degli anni Sessanta. In quegli anni ha iniziato a comporre musica. Sunny Girl e Wedding sono state due hit di grande successo degli Hep Stars. Dal 1972 al 1982 è stato parte degli Abba. Dal 1982 al 1984 ha composto le musiche (assieme a Björn Ulvaius) per il musical Chess. Nel 1987 ha iniziato a collaborare con Orsa Spelmän e ha registrato tre album profondamente radicati nella musica folk svedese: Klinga Mina Klockor nel novembre 1989 e Fiolen Min. Nel 2001, questa collaborazione ha portato alla formazione della Benny Andersson's Orchestra, una costellazione di 16 elementi affiancati dai vocalist Hellen Sjöholm e Tommy Körberg. Questo ha portato finora all'incisione di tre cd e di parecchi tour estivi. Dal 1990 al 1995 ha composto la musica di Kristina da DuvemÃ¥la (assieme a Björn Ulvaeus, Lars Rudolfsson e Jan Mark): lo spettacolo ha debuttato nell'ottobre 1995. Sempre nel 1995 ha ricevuto il titolo di professore dal governo svedese. È entrato a far parte dell'Accademia Reale di Musica della Svezia nel 2007 ed è stato insignito della laurea honoris causa presso il Collegio della Letteratura dell'Università di Stoccolma nel 2008. Benny Andersson è sposato con la ex produttrice televisiva Mona Nörklit. Hanno un bambino, Ludvig Andersson. Ha anche due bambini da un precedente matrimonio, Peter Grönvall e Helene Odedal e cinque nipoti: Charlie, Felix, Fabian, Malin e Viola.

Craig Revel Horwood (regia e coreografia)

Craig è un volto molto noto in Inghilterra e nel resto del mondo per la sua partecipazione in qualità di giudice alla trasmissione della BBC Strictly Come Dancing, presentata da Bruce Forsyth. La trasmissione ha ottenuto numerosi premi tra i quali il Premio Broadcast per la migliore novità, il Premio TRIC nella categoria Intrattenimento televisivo, il Premio RTS per la sezione programmi d'intrattenimento e un Premio Festival Rose d'Or per il miglior varietà.

I crediti di regista e coreografo di Craig comprendono Crazy For You (produzione del Sud Africa), West Side Story (Prince Edward Theatre, Londra), Miss Saigon (Drury Lane Theatre Londra), Hey Mr Producer! (Lyceum Theatre, Londra), Fiddler On The Roof (Amsterdam), Spend, Spend, Spend (Piccadilly Theatre, Londra - Nomination all'Olivier per le migliori coreografie), Pal Joey (Chichester Festival Theatre), Guys And Dolls (Sheffield Crucible), Paradise Moscow (Opera North), Carmen (Holland Park), Titanic (produzione olandese), Chess (produzione danese), La Traviata (Monaco di Baviera), Il Trovatore (Rotterdam), My One And Only (Piccadilly Theatre, Londra - Nomination all'Olivier per le migliori coreografie), Anything Goes e South Pacific (Grange Park Opera), Copacabana (Amsterdam e Danimarca), Beautiful And Damned (Lyric Theatre), Bonheur (Lido du Paris), Der Kuhhandel (Festival di Bregenz, Austria), Sweet Charity (produzione olandese), Arms And The Cow (Opera North), How Do You Solve A Problem Like Maria? (BBC1), Just The Two Of Us (BBC1), The Ballet Boyz Yumbo Vs. Nonino (Festival Hall, Sadler's Wells, Royal Opera House Covent Garden). Per il Watermill Theatre di Newbury Craig ha diretto Hot Mikado, spettacolo che è andato in tour nel Regno Unito, Martin Guerre, Sunset Boulevard che successivamente si è trasferito al Comedy Theatre nel West End di Londra, Copacabana e Spend Spend Spend! il cui tour inglese è appena iniziato.

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Spettacoli'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!