Piero Cappuccilli: un baritono da leggenda

Notizia inserita il 25/03/2010

Trieste, sabato 27 marzo 2010, alle ore 15.00
presso l'Accademia Lirica Santa Croce di Trieste - Scuola
internazionale di canto (Santa Croce n. 739)

Conversazione su

PIERO CAPPUCCILLI:
UN BARITONO DA LEGGENDA

Comunicarte Edizioni è ospite dell'Accademia Lirica Santa Croce (Trieste) con un appuntamento significativo sulla lirica triestina: sabato pomeriggio è attesa una conversazione su Piero Cappuccilli a cura di Rino Alessi (autore del volume dedicato da Comunicarte Edizioni al grande baritono) e il basso e direttore dell'Accademia Alessandro Svab. Durante l'incontro si parlerà anche di Carlo Cossutta, celebre tenore triestino, protagonista di una delle prossime pubblicazioni di Comunicarte, sempre firmata da Rino Alessi. Alla conversazione sarà presente anche Pierpaolo Cappuccilli, figlio del grande cantante.

L'appuntamento è a ingresso libero.

La sera dello stesso sabato, presso la Sala Tripcovich di Trieste, gli allievi dell'Accademia metteranno in scena Tabarro di Giacomo Puccini.


Il recente volume Piero Cappuccilli: un baritono da leggenda, edito per Comunicarte Edizioni (Trieste), uscito per la collana carte comuni, è al centro della conversazione che si svolgerà sabato 27 marzo, alle ore 15.00, presso l'Accademia Lirica Santa Croce di Trieste - Scuola internazionale di Canto, tra Rino Alessi, appassionato critico e giornalista e autore del libro, e Alessandro Svab, basso di fama internazionale, nonché direttore dell'Accademia stessa. Oltre ai racconti e alle opinioni sulla figura del grande baritono, Alessi e Svab anticiperanno anche alcuni approfondimenti sul tenore triestino Carlo Cossutta, al quale Comunicarte Edizioni dedicherà una delle prossime pubblicazioni, sempre firmata da Alessi per la collana carte comuni.

Piero Cappuccilli (Trieste, 1926-2005) rappresenta per più di una generazione di appassionati d'opera e di frequentatori del teatro lirico, la voce verdiana per eccellenza. Rigoletto, Macbeth, Jago, Simon Boccanegra, il Doge Foscari sono stati i suoi personaggi d'elezione che hanno messo in risalto la grande voce dal timbro pastoso e brunito e lo straordinario carisma sulla scena. Il lavoro di Comunicarte Edizioni, oltre al profilo artistico e biografico tracciato da Rino Alessi, presenta alcune preziose testimonianze di nomi di assoluto rilievo della storia del melodramma italiano, tra i quali il soprano Raina Kabaivanska e il baritono Leo Nucci. Si uniscono ad esse i contributi del regista Stefano Vizioli e del maestro Guerrino Gruber, oltre alla prefazione del Sovrintendente della Fondazione Teatro Verdi di Trieste, Giorgio Zanfagnin. Nel volume anche un ricco - e in buona parte inedito - album fotografico, un'estesa cronologia, un repertorio e una discografia selezionati e le schede sui personaggi principali interpretetati da Cappuccilli.

Il pubblico dell'incontro avrà anche occasione di ascoltare molte testimonianze relative a Carlo Cossutta, famoso tenore triestino scomparso nel 2000: Rino Alessi è infatti autore del volume dedicato al tenore triestino, in uscita nei prossimi mesi per Comunicarte Edizioni (collana carte comuni). In questa nuova pubblicazione il critico ricostruisce la carriera del cantante (dagli esordi in Argentina alle collaborazioni con Katia Ricciarelli, Martina Arroyo, Claudio Abbado, Luchino Visconti, Placido Domingo), affiancando il racconto a un importante album fotografico e a un CD con le interpretazioni più significative di Cossutta.

Alessandro Svab (in stretta relazione di famiglia con l'artista) spiegherà invece come intende organizzare presso l'Accademia Santa Croce un concorso lirico intitolato al tenore.

Attesa all'incontro la presenza di Pierpaolo Cappuccilli, figlio del baritono. Importante, inoltre, la possibilità che viene offerta agli allievi dell'Accademia Santa Croce, tutti presenti alla conversazione, che potranno ascoltare e approfondire la conoscenza di due grandi figure della lirica. La stessa sera del sabato, presso la Sala Tripcovich di Trieste, gli stessi allievi dell'Accademia presenteranno al pubblico l'allestimento di Tabarro di Puccini, frutto dello studio e del lavoro fatto all'interno dell'Accademia.

L'Accademia Santa Croce, se pur ancora giovane, è sede di un importante laboratorio per giovani artisti e studenti di canto e si occupa della formazione di interpreti di canto lirico. Fondamentale è la preziosa collaborazione con la Fondazione Teatro Lirico "Giuseppe Verdi" di Trieste, che "per la volontà del Sovrintendente Giorgio Zanfagnin - spiega Svab - ha creduto nella qualità degli allievi e degli insegnamenti". L'Accademia mira a dare la possibilità ai giovani cantanti di diverse nazionalità (oggi sono italiani, sloveni, spagnoli, americani, dell'Europa dell'Est) di debuttare diversi ruoli e di collaborare con realtà musicali già attive, e vuole diventare un significativo vivaio di giovani forze, al quale teatri e associazioni musicali possono attingere. L'attività dell'Accademia sul palcoscenico è iniziata con Nozze di Figaro nel 2008, è passata al Trittico di Puccini con Gianni Schicchi nel 2009 e l'attuale Tabarro. In previsione: Suor Angelica ma anche Falstaff, Il cappello di paglia, Il Campiello.

Comunicarte Edizioni (Trieste) è una casa editrice specializzata in volumi d'arte e di cultura. Linea guida delle scelte editoriali è la ricerca della qualità dei contenuti e dell'eccellenza del prodotto finito. Nata nel 2002 con l'intento di pubblicare cataloghi di esposizioni d'arte, Comunicarte Edizioni ha allargato il proprio orizzonte ad un discorso più ampio di cultura contemporanea. La collana carte comuni si caratterizza per la proposta di titoli che abbinano al piacere della lettura il piacere della scoperta e dell'approfondimento.

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Spettacoli'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!