I Pilobolus con 'Shadowland': danza acrobatica e teatro d'ombre

Notizia inserita il 06/05/2014

"Un evento internazionale di grande suggestione e fantasia: va in scena dal 7 all'11 maggio al Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia Shadowland degli statunitensi Pilobolus. Lo spettacolo è applaudito in tutto il mondo dal 2009 e racconta una storia surreale intrecciando in scena danza acrobatica e tecnica del teatro d'ombre. Il risultato è d'incredibile magia e perfezione".

Una scena di Shadowland, dei Pilobolus

La logica fluida del sogno, l'eleganza della danza acrobatica, l'umorismo di un cartone animato... E lo stupore di un'incredibile varietà di immagini in movimento, le più disparate - animali, alberi, fiori, grattacieli e automobili - create dalla incredibile fusione fra uso del corpo umano e tecniche del teatro d'ombre.

Stiamo parlando di Shadowland, un vero e proprio gioiello nel mondo dello spettacolo internazionale, originalissima creazione del Pilobolus Dance Theatre ospite del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia dal 7 all'11 maggio nell'ambito sia del cartellone Musical ed eventi internazionali sia del cartellone Danza.

La compagnia è stata fondata nel 1971 nel Connecticut ed è presto divenuta celebre in tutto il mondo per le sue coreografie costruite su fantasiosi gesti atletici. Sono trascorsi 40 anni e -assurta ormai ad "American cultural institution" del XXI secolo - la formazione non tradisce le sue istanze iniziali: crea spettacoli di teatro-danza innovativi, programmi educativi e di specializzazione singolari, basandosi sulla forza e le potenzialità creative collettive del gruppo, sul suo ricchissimo vocabolario fisico e sulla costante curiosità per diversi e nuovi mezzi di comunicazione.

Shadowland ne è un esempio di altissima perfezione tecnica e di emozionante suggestione artistica: è stato creato in collaborazione con Steven Banks (chi ha bambini, ne conoscerà certo il famoso cartone animato SpongeBob) e sulle musiche originali - un repertorio che va dalle ballate all'hard-rock - del compositore americano David Poe.

Armonizzando impeccabilmente tecnologie multimediali, in cui schermi mobili e giochi d'ombre si mescolano con la coreografia danzata in scena, lo spettacolo tratteggia la surreale avventura di una ragazzina che ha fretta di diventare adulta.

La incontriamo nella sua casa, mentre si prepara ad andare a letto: è un po' seccata perché vorrebbe essere indipendente, ma per i suoi genitori rimane ancora una bambina. Si addormenta ma improvvisamente viene svegliata dalla sua ombra, che appare sul muro della cameretta. Magicamente il muro gira e la protagonista rimane intrappolata dall'altra parte. Intraprende così un viaggio alla scoperta del mondo delle ombre, e incontra strane creature, buffe, cattive, spaventose, seducenti... E con loro vive mille avventure: cuochi folli tentano di cucinarla in un pentolone, mostri minacciano di schiacciarla, la mano di un gigante la trasforma in un cane, e un centauro si innamora di lei...

I Pilobolus hanno scoperto questo nuovo modo di giocare con la luce e le ombre creando alcuni spot per la Hyundai, e in seguito esibendosi al 79o Annual Academy Awards nel 2007, dove riproducevano iconograficamente in questo modo i film in nomination: lo spettacolo, com'è nel loro metodo di lavoro, è stato preceduto da anni di studio e sperimentazione per poi sgorgare magicamente perfetto sul piano artistico e tecnico, e contemporaneamente fresco, fantasioso, pieno d'energia.

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Musica e Spettacoli'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!