Concerti Rondò Veneziano

Notizia inserita il 8/01/2009

"Il celebre ensemble del Rondò Veneziano sarà protagonista di due concerti al Politeama Rossetti, sabato 10 e domenica 11 gennaio. Rondò Veneziano non è in tour in Italia: le date a Trieste rappresentano dunque un'occasione unica per applaudirli nella Stagione 2008-2010".

Per la prima volta al Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, sabato 10 e domenica 11 gennaio, andrà in scena un concerto del celebre ensemble del Rondò Veneziano.

Il Rondò Veneziano non è in tournée italiana e quindi il concerto a Trieste rappresenta un'occasione unica per applaudire il gruppo nella stagione 2008-2009.

La musica e l'immagine che fin dalla sua fondazione il Rondò Veneziano ha scelto, lo rendono assolutamente singolare: dame e musicisti in parrucca e preziose trine settecentesche si muovono infatti fra strumenti di tradizione e moderni, per creare le fantastiche armonie tipiche del gruppo.

Rondò Veneziano prese forma nel 1979 intorno al suo Maestro, Gian Piero Reverberi: allora nessuno avrebbe immaginato che quell'orchestra, oggigiorno composta da 20 accompagnatori e 9 solisti, avrebbe cambiato ed arricchito il mondo della musica. Nessuno dei membri o dei loro amici confidava nella possibilità di una simile coesistenza tra tali opposti musicali. Musica classica e pop, due generi di musica completamente discrepanti. Eppure da questo gruppo musicale scaturisce una simbiosi tra barocco classico e musica moderna come da nessun altro.

Dai primi anni Novanta, arrivò addirittura il momento dei concerti e delle grandi tournée, perché nel frattempo la musica di Rondò Veneziano era divenuta famosa grazie alla trasmissione dei suoi pezzi in radio e milioni di copie vendute in tutto il mondo.

Ogni concerto del Rondò Veneziano rappresenta un'esperienza unica, un capolavoro di note e scenari barocchi. L'armonia tra orchestra e Maestro - un gruppo affiatato che regala piacere ad ogni ascolto - risveglia entusiasmo allo stato puro.

Tuttavia il sentiero verso il primo concerto fu lungo. Torniamo alla metà degli anni '70, quando il proprietario di Baby Records, Freddy Naggiar, ed il Maestro Reverberi decisero di sostenere alcuni dei molti talenti che studiavano nei conservatori italiani. Con questi giovani fondarono un'orchestra da camera moderna, composta da sette musiciste e due musicisti, che aveva come obbiettivo la risurrezione di atmosfera e suono tipici del barocco veneziano, nonché la relativa diffusione del repertorio aldilà di ogni confine.

Evidentemente Reverberi aveva scoperto un nuovo mercato seguendo il proprio istinto. Ricorda: ┬źEra il periodo della musica da discoteca generata con computer. L'autenticità andava persa, sempre di più. Trovavo l'evoluzione musicale errata. Ed in tante altre persone cresceva in ugual misura la volontà di tornare alle radici, alla genuinità┬╗. Voleva supportare questa tendenza verso la naturalezza grazie a bella musica eseguita con strumenti tradizionali, successivamente solo l'aggiunta di basso e batteria per rendere così unico lo stile del Rondò: niente sintetizzatori, ma il risveglio di gioia ed emozioni positive.

La musicalità di questo piccolo gruppo è talmente sinfonica e compressa, che ogni passaggio da l'impressione di essere eseguito da un'orchestra di 60 membri. Il pubblico entusiasta finora l'ha ringraziato con 25 milioni di dischi acquistati, che al Rondò Veneziano sono valsi meritati dischi d'oro e di platino: dalla fondazione ad oggi nelle hit parade italiane e internazionali si sono susseguiti ben 28 album firmati dal complesso diretto da Riverberi. Come non ricordare dischi che hanno fatto il giro del mondo in un batter d'occhio come - per citare solo un paio di titoli - La Serenissima e Odissea Veneziana?

Nel concerto che sarà ospite allo Stabile regionale ascolteremo il meglio del repertorio del Rondò e anche delle novità.

La musica classica ispira da sempre il Maestro Reverberi. Suonava già da bambino i complicati walzer di Strauss senza spartito, si lasciava incantare da Bach... Sensibile, impulsivo, virtuoso del pianoforte, compositore, arrangiatore, direttore d'orchestra, abbatte ogni barriera musicale grazie al suo repertorio che varia dalla musica classica al pop. Egli unisce emozioni, fantasia e realtà nei suoi pezzi ed è considerato da decenni come uno dei migliori musicisti italiani, oltre che l'anima del Rondò Veneziano.

Il concerto andrà in scena al Politeama Rossetti di Trieste sabato 10 gennaio alle ore 20.30 e domenica 11 gennaio alle ore 16.

Gli ultimi biglietti disponibili si possono acquistare ai consueti punti vendita dello Stabile regionale, attraverso il sito internet www.ilrossetti.it oppure telefonando al servizio di vendita telefonica callticket al numero +39.040.9869866.

Ulteriori informazioni si possono ricevere telefonando direttamente al Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia al numero +39.040.3593511.

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Spettacoli'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!