Lo Schiaccianoci

Notizia inserita il 29/12/2007

"Il 29 e 30 dicembre ritorna allo Stabile regionale il Balletto dell'Opera di Stato di Krasnoyarsk, in un amato titolo classico: Lo Schiaccianoci. La stessa compagnia aveva incantato il pubblico lo scorso anno in un memorabile Romeo e Giulietta. Replica straordinaria il 30 alle ore 20.30 per accondiscendere alla grande richiesta di biglietti".

Il balletto più giusto per sognare nel periodo natalizio: Lo Schiaccianoci. Lo Stabile del Friuli-Venezia Giulia lo ha ripetuto in questi ultimi anni costantemente facendolo diventare un appuntamento classico e molto richiesto, come dimostrano le due repliche in cartellone andate esaurite in poche ore e la terza - aggiunta nella sera del 30 dicembre, alle 20.30 - che risulta ormai parecchio affollata...

A rendere ancor più appetibile Lo Schiaccianoci quest'anno, sono gli ineccepibili interpreti in cartellone, i solisti e il corpo di ballo del Balletto dell'Opera di Stato di Krasnoyarsk che con il loro direttore artistico Sergei Bobrov, avevano incantato gli spettatori già nella scorsa stagione con un memorabile Giulietta e Romeo.

Balletto in due atti ispirato ad un raccontodi E.T.A. Hoffmann su musica di Pyotr Ilyich Tchaikovsky Lo Schiaccianoci sarà animato dalle belle coreografie di Sergei Bobov, che a abbracciato il ruolo di direttore artistico dell'ensemble, dopo essere stato primo ballerino del Bolshoi Ballet e allievo prediletto del grande Yuri Grigorovich.

Bobov ha la capacità di riallestire i maggiori balletti del repertorio dandone delle versioni che, nel rispetto dell'originale, sono più vicine allo spirito contemporaneo e regalano una profonda intensità di emozioni. Per questo ai danzatori della compagnia - che sono scelti fra i più talentuosi diplomati delle Accademie di Mosca, San Pietroburgo, Kiev, Novosibirsk - vengono richieste non solo una brillante padronanza tecnica, ma anche straordinarie capacità interpretative sia nei ruoli drammatici che in quelli comici: qualità fondamentali per costruire performances coinvolgenti e toccanti.

Lo Schiaccianoci si basa su una favola romantica e sognante: ne è protagonista il giocattolaio Drosselmeyer. Egli ha invitato tutti i bambini della zona a una festa di Natale nel suo negozio e regala ad ogni invitato un costume. Ma la piccola Marie giunge in ritardo e ne rimane sprovvista: il giocattolaio le dona allora uno schiaccianoci a forma di soldatino. Poi intrattiene i piccoli raccontando la favola di una principessina trasformata in un'orribile creatura e rinchiusa in un guscio di noce dalla cattivissima Regina dei Topi: solo un principe poteva salvarla rompendo la noce e l'incantesimo, e così accadde. La perfida regina però si vendicò trasformando il principe coraggioso in uno schiaccianoci. Entusiasta della favola, alla fine della festa, Marie resta sola e sogna: dall'orologio del negozio vede uscire i topi e la loro regina con cui il suo Schiaccianoci - divenuto un bel principe guerriero - innesca una dura battaglia. Si succedono molte avventure e mille indimenticabili momenti di danza, che vedono Marie e il suo Principe-Schiaccianoci attraversare una innevata foresta, il Mare rosa delle Speranze e dei Sogni, la Terra della Fantasia e del Divertimento e altri luoghi incantati. Solo alla fine del viaggio i due potranno battere i malefici topi e liberare definitivamente il regno dall'incantesimo: per ringraziamento si indice una grande festa, in cui danzano le bambole e tutti i protagonisti della favola. Un delicato gioiello del repertorio della danza classica per raccontare una favola meravigliosa in cui il Bene vince sul Male... non potevamo immaginare un augurio migliore per il nuovo anno.

Lo Schiaccianoci danzato dai solisti e dal corpo di ballo del Balletto dell'Opera di Stato di Krasnoyarsk si avvale del libretto e delle coreografie di Sergei Bobrov, Heinrich Mayorov, mentre le scene e i costumi sono di Dmitri Tcherbadzhi. Lo spettacolo è in tour in Italia in collaborazione con Just in Time Art Management.

La Stagione 2007-2008 del Teatro Stabile del Friuli-Venezia Giulia va in scena grazie al sostegno della Fondazione CRTrieste.

I biglietti sono in vendita presso: Biglietteria del Politeama Rossetti (da martedì a sabato 8.30-12.30, 15.30-19) e Ticket Point di Corso Italia (giorni feriali 8.30-12.30, 15.30-19) Agenzie Bagolandia (via S.Marco 45, da lunedì a venerdì 9-13 e 16-19; sabato 9-12), Pansepol (via del Monte, 2, giorni feriali 8.30-12.30, 15.30-19), Peekabooh (Muggia, Riva De Amicis, 21, da lunedì a venerdì 9-12.30, 16-19; sabato 9-12) e le agenzie di Monfalcone (Agenzia Universal), Gorizia (Agenzia Appiani), San Vito al Tagliamento (Agenzia Medina Viaggi), Udine (Biglietteria del Teatro Nuovo Giovanni da Udine), Venezia (Agenzie IAT di Piazzale Roma, San Marco e Bookshop di Venice Pavillon), Mestre (Felicità Viaggi), Vittorio Veneto (Medina Viaggi) e Vicenza (Agenzia Vicenza.com) e presso le altre Agenzie del Circuito Charta presenti sul territorio nazionale (elenco sul sito del Teatro). Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito www.ilrossetti.it. e al tel. 040/3593511.

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Spettacoli'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!