Belcanto con il carismatico tenore Ian Bostridge, accompagnato al pianoforte da Graham Johnson

Notizia inserita il 4/01/2012

SOCIETA' DEI CONCERTI TRIESTE
STAGIONE 2011 - 2012
Il Rossetti, 7 novembre 2011 - 14 maggio 2012
LXXX ANNO SOCIALE

Otto grandi appuntamenti per il cartellone 2012 della Società dei Concerti di Trieste, che riparte con il prestigioso Quartetto Bennewitz. In arrivo anche il violoncellista Mario Brunello solista per l'orchestra FVG - Mitteleuropa, la pianista Alessandra Ammara, il trio con brio, il carismatico tenore Ian Bostridge, accompagnato dal pianista Graham Johnson, la violinista moldava Patricia Kopatchinskaja in duo col noto pianista turco Fazil Say.

TRIESTE - E' conto alla rovescia per l'avvio del cartellone 2012 della Società dei Concerti di Trieste, presieduta da Nerio Benelli e coordinata dal Segretario della SdC, Nello Gonzini: un palmares di grandi ospitalità, messo a punto in occasione dell'80o anno sociale, come sempre di scena il lunedì sera al Rossetti.

Otto importanti appuntamenti, di scena fino al 14 maggio, scandiranno la stagione 2012 della SdC: a cominciare dalla prima proposta dell'anno, lunedì 9 gennaio, che si preannuncia nel segno del perfetto interplay e di una musica ricca di variazioni di colori e suoni: i riflettori, alle 20.30, saranno tutti per il Quartetto Bennewitz, l'ensemble si caratterizza per la splendida intesa musicale fra i musicisti e per l'ottimale armonia dei loro gesti. Naturalmente, il riferimento d'obbligo è al rinomato violinista ceco Antonin Bennewitz, al quale si sono ispirati i giovani musicisti riuniti nel 1998 presso l'Accademy of Performing Arts di Praga. A Trieste suoneranno musiche di Franz Jospeh Haydn (Quartetto op. 33 n. 2), Alfred Schnittke (Quartetto n. 3), Antonn Dvoák (Quartetto op. 106). "Suonare in Quartetto significa comunicare. E' questa la sfida del Quartetto Bennewitz, habitué di importanti stagioni concertistiche in Europa, Stati Uniti e Giappone Un ensemble caratterizzato dal repertorio insolito e vario: dalle fughe di Bach al canone classico fino ad arrivare alla musica contemporanea

.

Quartetto Bennewitz

Info: www.societadeiconcerti.net

Il cartellone della SdC Trieste proseguirà lunedì 23 gennaio con un Duo internazionale di grande richiamo, la violinista moldava Patricia Kopatchinskaja e il pianista turco Fazil Say, a Trieste con un repertorio interamente dedicato a Ludwig van Beethoven (Sonata op. 24 «La Primavera» e Sonata op. 47 «Kreutzer») e a Johannes Brahms (Sonata n. 3 op. 108).

Fazil Say Patricia Kopatchinskaja

Lunedì 6 febbraio, il testimone passerà al Duo Baldo, ovvero Brad Repp al violino e Aldo Gentileschi al pianoforte.

Il giovane pianista Jan Lisieky, classe 1995, sarà protagonista dell'articolato piano recital in cartellone lunedì 20 febbraio, dedicato a Johann Sebastian Bach (Preludio e Fuga n. 14), Ludwig van Beethoven (Sonata n. 24), Franz Liszt (Tre Studi da concerto), Felix Mendelssohn Bartholdy (Variations serieuses op. 54), Johann Sebastian Bach (Preludio e Fuga n. 12), Fryderyk Chopin (Studi op. 25).

Lunedì 19 marzo, guest star spazio al grande violoncellista Mario Brunello, solista per l'Orchestra FVG Mitteleuropa in una performance dedicata a Vivaldiana, ai Concerti in re maggiore e do maggiore di Franz Joseph Haydn, e inoltre a pagine musicali di Giovanni Sollima (L. B. Files) e Igor Stravinskij (Pulcinella, «suite» da concerto). Per il pubblico triestino sarà senz'altro una preziosa opportunità di ascolto della nuova ma già molto apprezzata compagine orchestrale regionale, diretta per l'occasione dal Maestro Gian Francesco Malipiero, e affiancata da un artista italiano fra i più noti e amati del panorama musicale contemporaneo.

Mario Brunello

Un repertorio decisamente piacevolissimo, dedicato a Claude Debussy (Images), Maurice Ravel (Gaspard de la nuit) e Fryderyk Chopin (24 Preludi op. 28), scandirà, lunedì 16 aprile, il piano recital di Alessandra Ammara, pianista fiorentina di raffinato talento.

Penultima proposta concertistica, lunedì 7 maggio, nel segno del belcanto: a Trieste farà tappa il carismatico tenore Ian Bostridge, accompagnato al pianoforte da Graham Johnson. In programma i lieder di Robert Schumann e di Johannes Brahms.

Infine, a suggellare l'80o cartellone sociale, sarà, nella serata di lunedì 14 maggio, l'esuberante freschezza del Trio con Brio, impegnato su pagine di Franz Joseph Haydn (Trio Hob. XV: 27), MauriceRavel (Trio in la minore) e Dmitrij Šostakovič (Trio op. 67).

Trio con Brio

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Spettacoli'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!