Tanguera in esclusiva per l'Italia

Notizia inserita il 22/10/2010

"Tanguera in esclusiva per l'Italia inaugura il cartellone Danza dello Stabile regionale. Un'apertura-evento con un allestimento ricchissimo, uno spettacolo che ha ottenuto il patrocinio del Maestro Daniel Barenboim e che è creato da grandi nomi del tango argentino, da Diego Romay al regista Omar Pacheco, alla star Mora Godoy che firma le coreografie. Un corpo di ballo di oltre venti eccezionali danzatori che hanno incantato il mondo: da Buenos Aires (dove ha replicato per 18 mesi) al Bolshoi, al New York City Center. Tanguera: al Politeama Rossetti da venerdì 22 al 24 ottobre."

Inaugurazione di prestigio, venerdì 22 ottobre alle ore 20.30, per il cartellone Danza dello stabile regionale: il primo appuntamento è infatti Tanguera, spettacolo presentato in esclusiva per l'Italia, pluripremiato e impreziosito da firme di assoluto livello nel mondo del tango: dalla coreografia di Mora Godoy al libretto di Diego Romay, alla regia di Omar Pacheco, al patrocinio di un nome del calibro di Daniel Barenboim...

«Quando sono cresciuto a Buenos Aires, il tango era ovunque. Spesso sentivo il "re del tango", Carlos Gardel, alla radio. Mi noche triste, Mi Buenos Aires Querido, El dìa que me quieras - melodie meravigliose e testi spesso impegnativi. Potrei non aver compreso tutto di quelle storie d'amore, tradimento, rovina, ma di certo ho sentito il tango nella mia anima. Quando la mia famiglia, nel 1952 si trasferì in Israele, uno dei miei ricordi più profondi dell'Argentina fu il tango.

Alcuni trovano il tango provocatorio, per altri è una rivelazione. Racconta storie, come fa Tanguera. Ed è vero che in nessun'altra danza come nel tango l'amore è così esplicito, in nessun'altra musica è così tragico e bello. Forse ciò che amiamo del tango è proprio questo: che ci porta oltre l'esperienza comune. E ciò vale ovunque tu sia nato».

Il maestro Daniel Barenboim ha regalato queste riflessioni a Tanguera spettacolo che incarna ad altissimo livello l'anima complessa e misteriosa del tango.

Tanguera rappresenta un successo unico, si sviluppa secondo una formula originale che - come dicono i creatori - "fa di Tanguera molto più che danza. Lo rende veramente, essenzialmente una sola cosa: tango".

Una formula grazie alla quale Tanguera è divenuto uno spettacolo amato dalla critica, applaudito dalle platee mondiali di maggior autorevolezza: dopo il debutto nel 2002 a Buenos Aires (a cui sono seguiti ben 18 mesi di repliche), ha infatti raccolto ovazioni al Teatro del Bolshoi di Mosca, alla Staatsoper Unter den Linden di Berlino, al Théatre du Chatelet a Parigi, allo Saddler's Wells di Londra, al New York City Center...

Qualcosa di speciale ha incantato spettatori tanto diversi e abituati alla créme della proposta internazionale: di certo l'irraggiungibile magia del tango, le sue musiche che in questo show armonizzano i classici più famosi e amati della tradizione a brani originali (è stato il lavoro di da Lisandro Adrover con un'orchestra di prima classe, e col canto di una voce mitica per il tango a Buenos Aires, quella di Marianella), e il virtuosismo di una imponente compagnia di ballerini, tutti eccellenti, coinvolgenti, appassionati e tecnicamente ineccepibili come il tango richiede.

A coordinarli in seducenti coreografie, è Mora Godoy, un'icona del tango argentino che i cultori di questa danza ricorderanno bravissima ballerina al fianco di Miguel Angel Zoto in produzioni cult come Tango X2, Perfumes de Tango e Una Noche de Tango e che ha creato coreografie per star del calibro di Maximiliano Guerra.

Ma Tanguera non si limita a presentare una sequenza di perfette coreografie, come evidenziava nelle sue note il Maestro Barenboim: racconta anche una storia.

Fa vivere sul palcoscenico, attraverso la danza, la gestualità, la musica, la vicenda di una donna. La sua storia - scritta a quattro mani con Dolores Espeja da Diego Romay, che è anche produttore dello spettacolo - è metaforicamente quella di molte donne, vissute a Buenos Aires o forse anche altrove, impegnate ad aprirsi una strada dignitosa e di successo in un mondo dominato dagli uomini e decise a vivere anche l'amore, la passione...

Giselle arriva come immigrata al porto di Buenos Aires all'inizio del XX secolo, piena di sogni e speranze. La accoglie però un mondo, quello de La Boca, molto difficile: lo popolano disperati dalle esistenze difficili, criminali che scrivono la legge col sangue e che si fanno largo nella cinica atmosfera dei bordelli del porto. Viene sedotta dal gangster Gaudencio, amata teneramente dal giovane Lorenzo e si riscatta divenendo un'acclamata ballerina di tango. Una storia di tenerezza e sensualità, amori, passioni, rivalità messa in scena attraverso un ricco sfavillio di scenografie, costumi, luci... elementi di un allestimento prezioso, degno dei grandi musical internazionali.

Tanguera conta su un assieme di ballerini (oltre venti) che a New York, Variety ha definito "Passione e fuoco": i ruoli principali sono interpretati da Dabel Zanabria (Gaudencio), Esteban Domenichi (Lorenzo), Leticia Fallacara (Giselle), Carla Chimento (Madame), Silvio Sotomayor (Rengo), Marianella (cantante).

Creatori dello spettacolo sono il produttore Diego Romay, che ha anche scritto il libretto assieme a Dolores Espeja, Mora Godoy per le coreografie, Omar Pacheco per la regia, Gerardo Gardelin che si è impegnato come supervisore musicale e degli arrangiamenti aggiunti, l'acclamato compositore Lisandro Adrover che ha curato gli arrangiamenti di tango.

Firma i testi Eladia Blazques, ha curato le scene Valeria Ambrosio, Cecilia Monti i costumi e Ariel Del Mastro il disegno luci.

La tournée internazionale di Tanguera è presentata da Michael Brenner per BB Promotion.

Tanguera è in scena in prima e in esclusiva italiana a Trieste, alla Sala Assicurazioni Generali del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, venerdì 22 e sabato 23 ottobre alle ore 20.30 e domenica 24 ottobre alle ore 16.

I biglietti ancora disponibili sono in vendita a prezzi che vanno dai 55 ai 16 euro.

Informazioni complete sono disponibili sul sito internet del Teatro www.ilrossetti.it e al numero telefonico 040-3593511.

La Stagione 2010-2011 del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia va in scena grazie al sostegno della Fondazione CRTrieste.

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Spettacoli'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!