Concerto di Viktoria Mullova (violino) e Katia Labeque (pianoforte)

Notizia inserita il 26/01/2015

TRIESTE - Dopo l'entusiasmante concerto della violinista Nicola Benedetti che ha riscosso moltissimi applausi e due bis lo scorso lunedì, la Società dei concerti di Trieste ritorna sul palco del Teatro Rossetti lunedì 26 gennaio alle 20.30 con la grande violinista russa Viktoria Mullova insieme alla pianista francese Katia Labeque.

Due dame della musica, due personalità fortissime, trascinanti, complementari, da 15 anni suonano insieme sulle principali ribalte internazionali grazie al loro talento e a una piacevole spregiudicatezza nelle scelte di repertorio, incuranti di schemi e barriere musicali.

Dopo aver interpretato tutto il repertorio più classico, hanno costituito un duo per esplorare le contaminazioni tra musica e altri linguaggi. I loro concerti vanno proprio alla ricerca del crossover che c'è in ogni compositore e in ogni epoca, spingendo il pubblico a fare accostamenti imprevedibili, come accade nel concerto di Trieste, dove vengono accostati Distance de fée di Takemitsu e Fratres di Arvo Pärt a Mozart, Schumann e Ravel, quasi a indagare le infinite sfaccettature che la tradizione può assumere quando viene abbinata alla modernità.

Katia Labeque

Katia, famosa in tutto il mondo per la sincronicità insieme a sua sorella Marielle Labèque, ha raggiunto fin da giovanissima fama internazionale con l'incisione della Rapsodia in Blue di Gershwin (uno dei primi dischi d'oro della musica classica) e da allora è protagonista di una carriera straordinaria con concerti in tutto il mondo. Ha suonato molte volte a quattro mani o in duo a Trieste per la Società dei concerti e sono ospiti regolari delle orchestre più prestigiose: Berliner Philharmoniker, l'Orchestra Sinfonica della Bayerischer Rundfunk, le Orchestre Sinfoniche di Boston, Chicago e Cleveland, la Gewandhausorchester di Lipsia, le orchestre londinesi e ancora la Los Angeles Philharmonic, la Philadelphia Orchestra, la Staatskapelle di Dresda, i Wiener Philharmoniker e l'Orchestra Filarmonica della Scala. Fra i direttori con cui ha collaborato si annoverano Semyon Bychkov, Sir Colin Davis, Charles Dutoit, Sir John Eliot Gardiner, Migue Harth-Bedoya, Kristjan Jarvi, Zubin Mehta, Seiji Ozawa, Antonio Pappano, Georges Pretre, Sir Simon Ratte, Esa-Pekka Salonen, Leonard Slatkin e Michael Tilson-Thomas. Famosa è la sua casa discografica, la KML, costituita per esplorare autori e composizioni meno percorsi nelle altre case discografiche.

Dopo il tour in Italia con Viktoria l'attende insieme a sua sorella Marielle Los Angeles. per una prima assoluta di Philip Glass, scritta appositamente per loro.

La pianista francese Katia Labeque e la violinista Viktoria Mullova
La pianista francese Katia Labeque e la violinista Viktoria Mullova

Viktoria Mullova

La celebre Viktoria Mullova ha studiato alla Scuola Centrale Musicale e poi al Conservatorio di Mosca. Il suo straordinario talento si è imposto all'attenzione internazionale quando vinse, nel 1980, il 1o Premio al Concorso Sibelius di Helsinki e la Medaglia d'oro al Concorso Ciaikovskij, nel 1982. Da allora ha suonato in tutto il mondo con le più grandi orchestre, i più celebri direttori ed è stata ed è ospite dei più importanti Festival internazionali. Nel lontano 1983 fu protagonista di una rocambolesca fuga dalla natìa Unione Sovietica, degna di una spy-story. Erano gli anni della "Guerra Fredda" e gli Stati Uniti la accolsero a braccia aperte. Alta, sottile, algida, altera e bravissima. E' oggi conosciuta in tutto il mondo per la straordinaria versatilità e integrità musicale.

La violinista Viktoria Mullova
Viktoria Mullova

Per informazioni e programma: www.societadeiconcerti.net, 040.362408.

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Musica e Spettacoli'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!